Archivi per tag: Destabilizzazione

Due messaggi di Mosca ci dicono che la pazienza russa sta per finire. Mentre Draghi detta la linea

Di Mauro Bottarelli , il - 23 commenti

“Sono stato detenuto per sette anni senza un’accusa, mentre i mie figli crescevano e il mio nome veniva diffamato. Non perdono né dimentico”. Con questo tweet il fondatore di Wikileaks, Julian Assange, che da quasi cinque anni si trova bloccato nell’ambasciata londinese dell’Ecuador, ha “salutato” la decisone della procura svedese di archiviare l’accusa di stupro per la quale era ricercato, facendo così decadere anche il mandato di arresto... Continua a leggere

Ormai manca solo il casus belli tra USA e Russia. Se non sarà la Siria, saranno i Balcani. Cioé, noi

Di Mauro Bottarelli , il - 90 commenti

Il trappolone è scattato e, ora, gli avvenimenti corrono via veloci, debitamente coperti da un tonfo borsistico figlio legittimo dello strano attacco hacker della scorsa settimana: in queste ore, negli USA è in atto un golpe. O, quantomeno, i suoi prodromi. La regia è nota, quel Deep State che vede le sue tre componenti principali convergere verso una soluzione drastica al problema: la finanza cerca di utilizzare il capro espiatorio Trump e i casini che ha combinato per smascherare quello... Continua a leggere

Domenica questa fotografia compirà 40 anni. Ne scatteremo presto di simili con lo smartphone?

Di Mauro Bottarelli , il - 66 commenti

Oggi ricorrono 40 anni dall’uccisione della studentessa Giorgiana Masi, freddata da un colpo di pistola alle spalle nel corso dei violenti scorsi scoppiati tra polizia e manifestanti dopo il divieto nei confronti di una manifestazione del Partito Radicale. Quel giorno di quaranta anni fa esatti, la Repubblica dopo aver perso la verginità con le stragi di Milano e dell’Italicus, perse anche l’anima. Non era più solo strategia della tensione, era una strategia di controllo... Continua a leggere

Soros incontra Gentiloni, siamo al Britannia 2.0? Casualmente, in pieno caso ONG. Casualmente

Di Mauro Bottarelli , il - 108 commenti

Dunque, prima di tutto alcuni aggiornamenti che immagino vi faranno piacere. Primo, delle 52 persone portate in Questura dopo il blitz alla Stazione Centrale di Milano, 26 sono in stato di fermo per deciderne il destino: forse – e dico forse – verranno addirittura espulse, il loro destino è nella mani del Giudice di pace. In compenso, 5 dei 52 hanno scoperto, immagino con immenso piacere, che la loro domanda d’asilo era stata accolta! Quindi, ora potranno bighellonare o fare... Continua a leggere

Lo Stato sentenzia che le ONG non si toccano. E Saviano fa l’apologia di Al-Nusra dalla De Filippi

Di Mauro Bottarelli , il - 108 commenti

Come volevasi dimostrare, il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, ha capito suo malgrado cosa significhi toccare un nervo scoperto. Anzi, un filo dell’alta tensione. Dopo aver improvvidamente avanzato l’ipotesi che alcune ONG impegnate nel salvataggio dei migranti potessero essere finanziate dagli stessi trafficanti di uomini, ieri sera ha fatto una parziale retromarcia, dicendo che le sue sono ipotesi di studio e non prove, almeno al momento attuale. Atteggiamento sbagliato:... Continua a leggere

Come utilizzare lo spauracchio atomico coreano per muovere le pedine contro l’Iran (e la Russia)

Di Mauro Bottarelli , il - 37 commenti

Eviterò, visto che non è mia usanza sparare sulla Croce Rossa, di dilungarmi in ironia sull’Armada statunitense che ha sbagliato strada e puntava fiera verso l’Australia, invece che verso la Nord Corea. Non so cosa sia successo in realtà e, francamente, non mi interessa. Per una ragione semplice: a mio avviso, più passano i giorni e più il ping pong tra Washington e Pyongyang appare un gioco delle parti, con la Cina ben felice di fare da paciere, visto che mentre finge di... Continua a leggere

Il Deep State è alla ricerca del Dottor Stranamore. E domenica, attenzione al referendum in Turchia

Di Mauro Bottarelli , il - 72 commenti

Non ci fosse da piangere (e da cominciare a preoccuparsi seriamente), ci sarebbe davvero da ridere. Soltanto ieri vi davo conto dei farseschi contenuti della conferenza stampa durante la quale la Casa Bianca, per conto del National Security Council, rendeva note le presunte prove incontrovertibili che legavano il regime di Bashar al-Assad all’attacco chimico del 4 aprile scorso, il tutto con la copertura dell’alleato russo. Bene, a meno di 36 ore da quell’appuntamento e con... Continua a leggere

Missili Usa sulla Siria: tante domande, tanti dubbi, una certezza. Al-Baghdadi e l’Arabia ringraziano

Di Mauro Bottarelli , il - 145 commenti

Nella storia moderna, penso che un cambio così repentino di linea politica da parte di un governo non si sia mai verificato. Dopo aver minacciato, stanotte Donald Trump è passato alle vie di fatto in Siria: con 59 missili Tomahawk lanciati da due portaerei al largo del Mediterraneo, la Casa Bianca ha impresso una svolta netta alla sua presidenza e a sei anni di guerra in Siria. La reazione americana per la strage di Khan Sheikhoun, in cui martedì sono morte più di 80 persone, fra cui 28... Continua a leggere

Miracolo a San Pietroburgo! Se le bombe sono per Putin, il complottismo va in onda tra gli applausi

Di Mauro Bottarelli , il - 44 commenti

Fatti, dinamica e triste conta di morti e feriti è inutile che la faccia io: ognuno di noi vive incollato a Internet e alla tv, gli aggiornamenti sono continui. Mi limiterò, parlando a caldo dell’attentato a San Pietroburgo, prima a mettere in fila alcuni fatti e poi a trarre l’unica conclusione extra-indagini che si possa ritenere vera, fuori di dubbio. Si è colpita la seconda città della Russia non in un giorno qualsiasi e non in un posto qualsiasi: oggi a San Pietroburgo era... Continua a leggere

Ops, gli amici di Soros scoprono la corruzione in Russia e scendono in piazza. E la stampa gode

Di Mauro Bottarelli , il - 47 commenti

Tu guarda a volte le combinazioni: la Russia comincia a dare troppo fastidio a livello geopolitico e, come d’incanto, le piazze di quel Paese scoprono la corruzione e decidono che è ora di protestare. Detto fatto, da oggi la propaganda russofoba avrà un argomento in più da opporre a Vladimir Putin e da porre a conforto delle sanzioni occidentali. Viene da chiedersi se la corruzione in Russia sia spuntata come un fungo nottetempo o se ci sia un timing ben preciso dietro... Continua a leggere

Diciotto anni fa, l’Europa bombardava se stessa. Ora festeggiate pure i vostri Trattati da traditori

Di Mauro Bottarelli , il - 57 commenti

Scusate ma di cosa stiamo parlando? Quale allarme dovrebbe farci vivere inchiodati nel terrore? Togliete le incrostazioni ideologiche e guardiamo in faccia la realtà: a Orly ha agito un uomo in preda ad alcool e droghe, tanto che le stesse autorità francesi hanno parlato – dopo l’autospia e una rapida indagine nel suo passato – del gesto di un pazzo. Ieri ad Anversa è stato fermato un uomo in automobile che stava approssimandosi troppo a una zona pedonale, sintomo che... Continua a leggere

Dopo Londra, meglio temere chi invoca gli Stati Uniti d’Europa e il modello Israele oppure l’Isis?

Di Mauro Bottarelli , il - 40 commenti

In risposta agli attentati di Londra, la polizia inglese ha dato vita ad alcuni raid a Birmingham, nel corso dei quali sarebbero state arrestate otto persone: operazioni mirate? No, chi conosce l’Inghilterra sa che rastrellare la “capitale” delle Midlands dopo un attentato di matrice islamica equivale a mettere sotto sopra Casal di Principe dopo una vendetta di camorra. Si va sul sicuro, con la rete a strascico. E non per forza con la volontà di perseguire il crimine... Continua a leggere

Le piazze rumene anti-corruzione sono solo uno strumento anti-russo di Soros, UE e Stati Uniti?

Di Mauro Bottarelli , il - 53 commenti

Per giorni, giornali e telegiornali ci hanno informato con grande enfasi sulla mobilitazione popolare in atto di Romania contro la legge che avrebbe garantito un colpo di spugna sui reati di corruzione, di fatto depenalizzandoli con la scusa del sovraffollamento carcerario nel Paese. Oltre a sottolineare la vastità numerica delle mobilitazioni, proseguite per 12 giorni di fila, i media occidentali hanno più volte rimarcato come la gente in piazza chiedesse più integrazione con... Continua a leggere

A Davos si parlerà di repressione delle ong e di populismo, meno di economia. Ora vi è chiaro?

Di Mauro Bottarelli , il - 28 commenti

La prossima settimana si terrà l’annuale World Economic Forum di Davos, simposio dove storicamente si elaborano teorie economiche fallaci ma ammantate di potenzialità salvifiche, vista l’alta presenza di premi Nobel e politici di rango. Quest’anno non ci sarà Angela Merkel, alle prese con un restyling del suo cancellierato (il popolo non ama particolarmente i circoli alla Davos e la Frau a settembre ha le elezioni) ma per il resto, la piccola località svizzera si... Continua a leggere

Turchia, è “Archduke moment” o destabilizzazione interna? Di certo, ricorda molto Sarajevo nel 1914

Di Mauro Bottarelli , il - 40 commenti

False flag doveva essere e false flag, forse, è stato. E in grande stile. Alla vigilia di un incontro preparatorio al vertice trilaterale previsto per il 27 dicembre a Mosca fra Russia, Turchia e Iran per il futuro della Siria, a cui avrebbe paertcipato anche il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, l’ambasciatore russo ad Ankara, Andrey Karlov, è stato ucciso in un attentato a colpi d’arma da fuoco, mentre presenziava alla mostra fotografica “La Russia vista... Continua a leggere

Il Deep State sfrutta il vuoto di potere per imporre la sua agenda anti-terrorismo. E attenti alla Siria

Di Mauro Bottarelli , il - 15 commenti

Come volevasi dimostrare, la “lame duck session”, il periodo tra l’addio di un presidente Usa e l’insediamento del successore, è gravida di avvenimenti sottotraccia, con il Deep State in pieno controllo della situazione: il perfetto ordine per craere disordine. Non è un caso che durante la vacatio che attendeva l’insediamento di Obama al potere, Israele – tra il 27 dicembre 2008 e il 18 gennaio 2009 – avesse lanciato l’operazione “Piombo... Continua a leggere

Charlotte, ecco lo spoiler della legge marziale pianificata a tavolino. Sono gli Usa il problema?

Di Mauro Bottarelli , il - 59 commenti

Da giorni i telegiornali mandano in onda servizi relativi ai disordini scoppiati a Charlotte, in Nord Carolina, dopo l’ennesimo caso di un afro-americano ucciso dalla polizia durante un controllo (anche l’agente che ha fatto fuoco è nero). La situazione è grave, visto che è stato imposto il coprifuoco ed è stata schierata per le strade la Guardia Nazionale con mezzi blindati: una sorta di stato d’emergenza che appare prodromico alla legge marziale. C’è però... Continua a leggere

Scoppia l’allarme per la presenza Isis in Kosovo e Macedonia. Ma è un piano Nato partito nel 1999

Di Mauro Bottarelli , il - 27 commenti

Quella che vedete come immagine di apertura è un fermo della mappa interattiva che qualcuno ha voluto creare per mostrare l’impatto criminale dell’arrivo di qualche centinaio di migliaia di risorse in Austria e Germania. Questa è l’applicazione attraverso Google Map e vedete che sul lato sinistro trovate i crimini divisi in categorie con la traduzione dei termini dal tedesco all’inglese. Insomma, non c’è che dire, l’arricchimento culturale è decisamente... Continua a leggere

Il nemico del mio nemico è mio amico. Una legge che, in Siria come in Yemen, crea soltanto mostri

Di Mauro Bottarelli , il - 3 commenti

“Oggi le comiche” non è niente di fronte alla palese incapacità del potere statunitense di nascondere le proprie operazioni speciali nelle aree più calde del mondo. Non so se sapete che lo scorso settembre di fronte al Congresso si tenne l’audizione del generale Lloyd Austin, capo del Central Command (CENTCOM) e del sottosegretario alla Difesa, Christine Wormuth, riguardo al famigerato programma “Train and equip” per i ribelli siriani e al suo stato di... Continua a leggere

Iran e Arabia Saudita tra destabilizzazione, false flag, propaganda e attacchi all’Europa. Che, vigliacca, si inchina

Di Mauro Bottarelli , il - 3 commenti

E’ tensione alle stelle tra Iran e Arabia Saudita dopo che l’esecuzione dell’imam Nimr al Nimr da parte di Ryad ha scatenato la rabbia degli sciiti che hanno alcune sedi diplomatiche saudite. Dopo gli Emirati arabi, ora anche il Kuwait ha deciso di richiamare il proprio ambasciatore dall’Iran schierandosi così al fianco dell’Arabia Saudita, la quale ha rotto tutte le relazioni diplomatiche con Teheran. L’altro giorno, poi, l’Iran ha sospeso i... Continua a leggere

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.