Archivi per tag: economia usa

Attenti al buon senso formale della “pancia”, dietro l’angolo c’è un Patriot Act 2. Devastante

Di Mauro Bottarelli , il - 70 commenti

“L’ho fatto per Gaza”, avrebbe detto alla polizia l’attentatore di New York, garantendo all’allarme terrorismo uno straordinario nesso causale – a tempo di record – con la decisione dell’amministrazione Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele. Come dire, “voglio bene alla mamma”: più scontato di un paio di sci ad agosto. Non c’è però di che stupirsi, il meccanismo ormai è ben consolidato e non si capisce... Continua a leggere

Irma è stata dolce ma ora torna lo spauracchio coreano o crolla tutto. E attenzione a Bitcoin..

Di Mauro Bottarelli , il - 109 commenti

Al netto dei danni materiali, ingenti ma ancora da quantificare nella loro entità reale e mettendo le situazioni in prospettiva, l’uragano Irma si è rivelato la proverbiale tempesta in un bicchiere d’acqua: ad oggi, i morti negli USA sono 11 (7 in Florida, 3 in Georgia e 1 nel South Carolina), mentre a Livorno, per un nubifragio, se ne contano 8. I toni utilizzati, dai media come dalle autorità statunitensi, negli ultimi giorni sono stati realmente apocalittici, addirittura con... Continua a leggere

E se Kim non volesse solo provocare Washington ma bensì “avvertire” il Partito comunista cinese?

Di Mauro Bottarelli , il - 70 commenti

Show must go on. Il governo giapponese ha alzato il livello di potenza del sesto test nucleare condotto dalla Corea del Nord fino a 160 chilotoni, equivalenti a dieci volte la detonazione della bomba atomica di Hiroshima sganciata sulla città di Hiroshima nel 1945. “L’esplosione è stata largamente superiore a quella dei test precedenti – ha detto il ministro della Difesa Itsunori Onodera – e non possiamo escludere che si tratti di una bomba all’idrogeno. Il... Continua a leggere

Aspettative salariali ai minimi, tossici ai massimi e over-50 pronti a tutto: la ripresa USA è servita

Di Mauro Bottarelli , il - 67 commenti

Ci sono notizie che apparentemente sembrano innocue, un qualcosa di fuori dall’ordinario ma senza alcun effetto collaterale. O doppio fine. Nel tentativo di sfuggire dagli ultimi ricaschi dell’inchiesta di Barcellona e dalla litania giaculatoria del terremoto di Ischia, dove mi pare di aver capito che siano abusive anche le nuvole, ecco che mi sono imbattuto con un giorno di ritardo in questo: Thanks to @usmint staff for hosting at #FortKnox #USBD. First @USTreasury Secretary to... Continua a leggere

Otto giorni prima di Barcellona, la NATO chiese più fondi per le operazioni militari urbane. Perché?

Di Mauro Bottarelli , il - 57 commenti

E’ inutile che io vi ragguagli ancora sui dettagli relativi ai fatti di Barcellona e all’inchiesta in corso: non esiste tg che non rilanci ogni singola, nuova ipotesi investigativa come se fosse lo scoop dell’anno. Oggi la novità è che abbiamo la certezza che l’autista del van sia ancora vivo e in fuga ma, soprattutto, questa: ovvero, un membro del commando sarebbe nelle mani degli inquirenti. Di più, a differenza di un militante duro e puro in lotta con... Continua a leggere

Corea? No, Amazon. Perché con i buybacks che calano, la Fantasilandia del QE rischia di sparire

Di Mauro Bottarelli , il - 21 commenti

Dunque, per quattro giorni siamo stati per l’ennesima volta sulla cuspide di un confronto nucleare fra Stati Uniti e Corea del Nord. A guardare i titoli di giornali, l’imminenza del rischio di un confronto atomico era spaventosa: il regime di PyongYang pareva pronto a dare corso alla sua ultima minaccia, colpire entro Ferragosto con quattro missili balistici l’isola di Guam, sede di una base militare statunitense. Donald Trump fu chiaro da subito: quell’atto, se... Continua a leggere

Ripulite le scrivanie e sparite le prove, ora si può pensionare l’Isis. Trump guiderà la guerra vera?

Di Mauro Bottarelli , il - 73 commenti

Cosa è saltato in mente al super-procuratore del caso Russiagate, Robert Mueller, di insediare con così grande anticipo il Gran Jury sul caso a Washington? Formalmente, infatti, se si voleva offrire a Trump un appiglio per ribadire la sua tesi della caccia alle streghe, uno strappo procedurale simile è l’ideale. Eppure con questo post, l’altro giorno WikiLeaks ci ricordava che quando si arriva a questo punto, qualcuno resta per forza impigliato nella rete. Certamente non sarà... Continua a leggere

Fra Trump e Congresso è un gioco di specchi: qualcuno ha in mano il timone dell’America?

Di Mauro Bottarelli , il - 33 commenti

Verrebbe da dire che il mondo è impazzito, invece ci stanno solamente prendendo per il culo. E senza nemmeno degnarsi di usare un minimo di strategia, di stile, di riguardo verso la nostra intelligenza. Gli USA, ad esempio. Per l’esattezza questo, Our relationship with Russia is at an all-time & very dangerous low. You can thank Congress, the same people that can't even give us HCare! — Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 3 agosto 2017 ovvero l’ennesimo tweet di... Continua a leggere

Mentre noi guardiamo il film che il potere proietta, immigrati e precarietà preparano il nuovo mondo

Di Mauro Bottarelli , il - 65 commenti

La notizia in Italia non è praticamente arrivata: qualche breve accenno e niente più. In Francia e negli USA, invece, ha suscitato grande scalpore. Lunedì la polizia francese ha sventato un attentato per uccidere il presidente, Emmanuel Macron, nel corso della parata sugli Champs Elysées – location preferita da quei tradizionalisti dei francesi per le loro false flag, in effetti molto pittoresche – per il 14 luglio, quando sarà in compagnia nientemeno che di Donald Trump. A... Continua a leggere

Agiscono da dilettanti perché sono disperati. Ma per questo, stavolta potrebbero mordere davvero

Di Mauro Bottarelli , il - 84 commenti

La scorsa notte, la Cina ha sospeso il trading sul suo mercato obbligazionario per almeno un bond sovrano a causa di “fluttuazioni anormali” negli ultimi due giorni di trading, visto che il MOF con scadenza 2012 ha subito dei “pump&dump” di quasi dieci punti, come ci mostra il grafico, il tutto in contemporanea con un rally del bond a 5 anni, lo stesso che settimana scorsa aveva registrato un’inversione sulla curva dei tassi rispetto al decennale. Tutto bene... Continua a leggere

Come volevasi dimostrare, i primi 100 giorni di Trump sono da Ciriaco De Mita. O da utile idiota

Di Mauro Bottarelli , il - 64 commenti

Come volevasi dimostrare, Donald Trump non è altro che la faccia politicamente scorretta che l’establishment ha messo al timone pro-tempore per evitare che la rabbia popolare tracimasse e si passasse dalle parole ai forconi dei granai del Wyoming. Tra mille parole e mille indiscrezione, quattro sono le certezze, due delle quali in aperto contrasto a quanto detto e ripetuto come un mantra in campagna elettorale. Primo, nei piani per i primi 100 giorni di governo, il muro con il Messico... Continua a leggere

Per SkyTg24, Hillary ha perso a causa della post-verità: l’operaio incazzato dell’Indiana non esiste

Di Mauro Bottarelli , il - 65 commenti

Fermi tutti: Hillary Clinton non ha perso perché impresentabile ma a causa della post-verità. Cosa sarebbe la post-verità? Un modo come un altro per dire che la gente si beve le balle dei siti complottisti e poi vota impresentabili come Donald Trump: ne sono certi a SkyTg24 e alla Repubblica, quotidiano quest’ultimo che l’altro giorno ha dedicato al tema una pippa di articolo illeggibile di tale Christian Salmon, scrittore e membro del Centre de Recherches sur les Arts et le... Continua a leggere

Obama attacca l’FBI e Repubblica plaude. Ma Trump resiste. E alla frontiera sud del Texas..

Di Mauro Bottarelli , il - 217 commenti

Ormai ci siamo, tra meno di una settimana sapremo chi sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti. E mentre i sondaggi segnalano il sorpasso di Donald Trump e Hillary Clinton sprofonda ogni giorno di più nella melma infinita degli scandali personali e di famiglia, ecco che salta fuori un altro gioiellino da quel circo Barnum che è stata la campagna elettorale. Vista la malaparata per la propria candidata, è sceso in campo – con una irritualità mai vista – Barack Obama, di... Continua a leggere

Charlotte, ecco lo spoiler della legge marziale pianificata a tavolino. Sono gli Usa il problema?

Di Mauro Bottarelli , il - 59 commenti

Da giorni i telegiornali mandano in onda servizi relativi ai disordini scoppiati a Charlotte, in Nord Carolina, dopo l’ennesimo caso di un afro-americano ucciso dalla polizia durante un controllo (anche l’agente che ha fatto fuoco è nero). La situazione è grave, visto che è stato imposto il coprifuoco ed è stata schierata per le strade la Guardia Nazionale con mezzi blindati: una sorta di stato d’emergenza che appare prodromico alla legge marziale. C’è però... Continua a leggere

Merkel si prepara a un’altra delusione elettorale. Ma il problema è la guerra proxy mossa dagli Usa

Di Mauro Bottarelli , il - 66 commenti

Domani si vota nel Land di Berlino e per la Merkel si profila un’altra cocente delusione. Stando all’ultimo sondaggio INSA, infatti, al primo posto ci sarebbe l’SPD con il 22%, seguito dalla CDU con il 18%, sei punti in meno del voto nel 2011 e allo stesso livello dei Verdi, mentre Alternative fur Deutschland e la sinistra della Linke si attesterebbero al 14% ciascuno. Di fatto, la CDU sarà fuori dai giochi, visto che si profila una maggioranza di governo tra sinistra e... Continua a leggere

Clint Eastwood attacca la “generazione fighetta” ma gli Usa muoiono per altro: l’abuso di welfare

Di Mauro Bottarelli , il - 140 commenti

“In segreto siamo tutti stanchi della correttezza politica. Oggi siamo nel pieno della generazione dei leccaculo, la generazione “pussy”. Le timorose fighette del questo non si può dire, questo non si può fare, tutto è proibito. Altrimenti piovono accuse di razzismo”. Parole e musica di Clint Eastwood in un’intervista che uscirà sul numero di settembre di Esquire. Poi, il botto: “Trump è uno che dice quello che gli passa in testa e spesso non si tratta... Continua a leggere

Trump ce l’ha fatta ma già si evoca un golpe. E il “pizza indicator” dice paura in aumento negli Usa

Di Mauro Bottarelli , il - 77 commenti

“Con umiltà e gratitudine accetto la nomination per la presidenza degli Stati Uniti. Agli uomini e le donne dimenticati, che lavorano duro e non hanno voce, dico: io sono la vostra voce”. Con queste parole, Donald Trump, ha formalizzato la sua candidatura alla Casa Bianca per il partito repubblicano, parlando nella giornata conclusiva della convention super-blindata di Cleveland. Ma oltre alla parole molto “made in Usa”, il tycoon è partito lancia in resta ad... Continua a leggere

Il babau del terrorismo nasconde un’economia globale che è la fonte della rabbia popolare

Di Mauro Bottarelli , il - 43 commenti

Sono sincero: quanto accaduto in Turchia mi ha spiazzato, voglio vedere come evolve la questione siriana prima di esprimermi al riguardo, visto che sarà l’atteggiamento di Ankara verso Damasco, a mio modesto avviso, a dirci chi ha vinto e chi ha perso. E, soprattutto, chi ha sobillato. E mentre il mondo pare impazzito, dietro le quinte succedono cose che passano sotto silenzio. Ma che, al netto del pericolo reale che una strisciante islamizzazione dei cittadini musulmani di Europa e Usa... Continua a leggere

L’economia Usa ormai si è arresa ma è l’Europa a regalare gioie. Tra Grecia e capolavoro CETA

Di Mauro Bottarelli , il - 22 commenti

Devo dire che la pantomima elettorale austriaca mi ha dato delle grandi soddisfazioni ma, in attesa delle nostre amministrative e soprattutto del Brexit, è giunta l’ora di tornare a monitorare il livello della straordinaria ripresa globale in atto e garantita dalle scelte oculate della Banche centrali. Partiamo da tre numeri, freschi freschi di poche ore fa: 2200, 1850 e 350. No, non sono livello di supporto di indici azionari, bensì il numero di licenziamenti annunciati... Continua a leggere

Prosegue senza sosta il festival degli unicorni, sia in Usa che in Europa. Mentre la già fallita Russia..

Di Mauro Bottarelli , il - 33 commenti

Dunque, a che punto siamo con la famosa ripresa economica? Occorre domandarselo seriamente, perché quando anche i media cosiddetti autorevoli prendono atto dei “deludenti dati Usa”, allora le scelte sono due: o si va contrarian o ci si mette il cuore in pace, prendendo atto che la faccenda sta diventando seria. Questo grafico ci mostra su quali solidissimi dati sottostanti si basi il rally di mercato, mentre quest’altro è ancora più inquietante: stando alla Fed, per il... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi