Archivi per tag: Estonia

Come l’Estonia è diventata uno dei Paesi più ricchi dell’Europa orientale

di Luis Pablo de la Horra La domanda sul perché alcuni Paesi sono ricchi e prosperi, mentre altri sembrano condannati al flagello della povertà, è vecchia di secoli. Molti fattori sono stati ritenuti determinanti per quanto riguarda la prosperità: geografia, cultura, storia, ecc. Sin dalla pubblicazione nel 1776 de La ricchezza delle nazioni, sappiamo che le istituzioni politiche ed economiche svolgono un ruolo decisivo in questo senso. Il libero commercio, un quadro giuridico affidabile... Continua a leggere

Arriva la “June surprise”, fra l’8 e il 12 la tempesta perfetta potrebbe prendere forza. Parecchia forza

Di Mauro Bottarelli , il - 114 commenti

Hanno suscitato grande clamore le dichiarazioni di Angela Merkel nel corso di un comizio a Monaco di Baviera ma solo chi non aveva ben inteso da tempo quale fosse il ruolo della Germania nell’equilibrio globale, può davvero dirsi stupito. Leggere quel “non possiamo più fidarci degli Stati Uniti” con un genuino sussulto di orgoglio europeista dopo la prova muscolare di Donald Trump al G7 di Taormina è sintomo o di malafede o di approccio puerile: quelle parole significano... Continua a leggere

Critichi gli sbarchi? Equivali a un terrorista. L’UE vara la censura web e prepara la guerra a Mosca

Di Mauro Bottarelli , il - 215 commenti

Tira brutta aria. Ogni giorno di più. E la cosa più impressionante è che comincia a intravedersi chiara la regia del piano che ci sta portando, sempre meno lentamente, verso un confronto diretto con la Russia. Per mesi e mesi, i media mainstream e i governi hanno usato l’arma della post-verità per criminalizzare e marginalizzare qualsiasi narrativa della realtà che differisse dalla loro versione: bene, la post-verità è diventata verità. L’Isis ha taciuto per mesi, nessun... Continua a leggere

Trump ha ragione — È tempo d’abbandonare la NATO

di David Stockman Se volete sapere il motivo per cui abbiamo un debito pubblico da $19,000 miliardi e una struttura fiscale che porterà questa cifra già sconcertante a $35,000 miliardi e al 140% del PIL entro un decennio, vi basta considerare l’ultima rissa in campagna elettorale. Cioè, le urla di incredulità in risposta al suggerimento sensato di Donald Trump: gli europei dovrebbero accollarsi i costi della propria difesa. Il fatto è che la NATO è stata uno spreco obsoleto per 25... Continua a leggere

Altro che Austria, qui è tutta Europa che alza muri e chiude confini. E la Germania si spinge oltre

Di Mauro Bottarelli , il - 58 commenti

Dunque, facciamo il punto sulla questione migranti. Dopo l’incontro tra il ministro dell’Interno, Angelino Alfano e il suo omologo austriaco, Wolfgang Sobotka, il dramma del muro al Brennero pare essersi formalmente ridimensionato. Il titolare del Viminale, infatti, ha prima promesso un rafforzamento dei controlli verso il confine con l’Austria (forse allora a Vienna non avevano tutti i torti) ma poi ha spavaldamente detto che “l’Italia non si fa spaventare da un... Continua a leggere

La tensione sulla Siria nasconde altro. Il takeover Nato sui Paesi baltici e la Guerra fredda 2.0

Di Mauro Bottarelli , il - 57 commenti

Sarà ma c’è puzza di bruciato. L’altro giorno l’inviato speciale delle Nazioni Unite per la Siria, Staffan de Mistura, ha annunciato che i colloqui di pace di Ginevra sono sospesi fino al prossimo 25 febbraio. Il diplomatico ha parlato di “una pausa temporanea” dei negoziati avviati tra l’opposizione e il regime di Damasco: “C’è ancora molto lavoro da fare”. Strano, però, perché in perfetta contemporaneità con le parole di de Mistura... Continua a leggere

Estonia: un governo liberista che vince. Alla buon’ora!

Di lafayette70 , il - Replica

Alla fine il governo di minoranza estone ha vinto la propria scommessa. Il tandem composto dal Reform Party e dall’ Unione pro Patria e Repubblica , alla guida del piccolo stato baltico, potrà ora disporre di una rassicurante maggioranza parlamentare.  Nelle elezioni legislative di oggi, infatti, il primo partito conferma il proprio primato, attestandosi poco sotto la soglia del 30%, mentre l’UpPR guadagna a sua volta, sia in termini di voti che di seggi.  Lo sconfitto del giorno è... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi