Archivi per tag: ETF

L’avvoltoio del debito, Parte #2

di David Stockman Nella Prima Parte abbiamo postulato che il grafico qui sotto incarna l’incubo che presto fagociterà Wall Street: si può cavalcare la tigre finanziaria per un po’ di tempo, ma alla fine è generalmente impossibile uscirne vivi. Ciò che ha guidato l’economia americana negli ultimi tre decenni è stata l’espansione del debito, privato e pubblico, a ritmi molto più rapidi della crescita del PIL. Ma ciò ha comportato un costante aumento del rapporto... Continua a leggere

Il canto del cigno delle banche centrali, Parte 1

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di David Stockman Il calo del Dow a febbraio di quest’anno non era affatto un errore. Invece tale calo, che ha spazzato via $4,000 miliardi di capitalizzazione di mercato globale in due giorni, ha segnato l’inizio di un mercato ribassista che sarà generazionale, non temporaneo. Stiamo parlando di un cambio di direzione fondamentale, a dimostrazione del fatto che l’esperimento delle banche centrali con la Finanza delle Bolle, durato tre decenni, ha ormai fatto il suo... Continua a leggere

L’era della Finanza delle Bolle e la presunta scomparsa delle recessioni

di David Stockman Il meme più pericoloso di oggi a Wall Street recita che non c’è il rischio di un crollo del mercato azionario proprio perché non c’è una recessione in vista. Ma questa proposizione è completamente sbagliata, perché è una reliquia dell’economia di vostro nonno. Cioè, un ordine capitalistico ragionevolmente funzionante in cui il mercato azionario deve scoprire gli utili delle società e il sottostante substrato macroeconomico da cui sono sorti. A quel... Continua a leggere

Le funamboliche acrobazie di Wall Street

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di David Stockman Il delirio maniacale a Wall Street sta spingendo i prezzi delle azioni sempre più in profondità nel regno della follia, e in nessun posto è più evidente che nel Russell 2000 (RUT). Al livello odierno di 1525, è salito del 312% dal minimo post-crisi ed è salito di quasi l’80% dal picco precedente a maggio 2007. Più significativamente, il RUT è aumentato del 6.8% l’anno dal gennaio 2000, mentre le vendite finali interne sono aumentate da $10,600 miliardi a... Continua a leggere

L’importanza della casualità

Di Francesco Simoncelli , il - 10 commenti

La casualità lodata dall’autore dell’articolo di oggi, possiamo ritrovarla nell’attuale mondo in crescita delle criptovalute. Qualunque sia il vostro giudizio riguardo le criptovalute, esse cambieranno il modo di concepire il denaro. I timori di una bolla, sebbene siano molti, sono perlopiù infondati, incapaci di inquadrare la natura del cambiamento alla base di questo fenomeno. Ciò non toglie che i movimenti di prezzo feroci caratterizzeranno ancora questo mercato. Ma a... Continua a leggere

L’intero rally azionario 2017 è stato un enorme short-squeeze: e ora che cazzo si inventeranno?

Di Mauro Bottarelli , il - 29 commenti

Domandone per il fine settimana: per quale motivo uno Stato formalmente già alle prese con una grana non da poco come l’affaire dell’indipendenza catalana, dovrebbe cercarsi ulteriori guai? Già, perché da ieri sappiamo che la “mente” degli attentati di Barcellona dello scorso agosto, l’imam Abdelbaki Es Satty, era un collaboratore dei servizi segreti spagnoli. A rivelarlo, il quotidiano “El Pais”, a detta del quale Satty tentò di diventare un... Continua a leggere

Irma è stata dolce ma ora torna lo spauracchio coreano o crolla tutto. E attenzione a Bitcoin..

Di Mauro Bottarelli , il - 109 commenti

Al netto dei danni materiali, ingenti ma ancora da quantificare nella loro entità reale e mettendo le situazioni in prospettiva, l’uragano Irma si è rivelato la proverbiale tempesta in un bicchiere d’acqua: ad oggi, i morti negli USA sono 11 (7 in Florida, 3 in Georgia e 1 nel South Carolina), mentre a Livorno, per un nubifragio, se ne contano 8. I toni utilizzati, dai media come dalle autorità statunitensi, negli ultimi giorni sono stati realmente apocalittici, addirittura con... Continua a leggere

Sette anni e 2,000 flussi di conoscenza

di Francesco Simoncelli Oggi otto giugno 2017 è il settimo anno di vita di questo spazio virtuale. È un progetto nato nel 2007 in realtà, quando ancora scrivevo su Windows Blog. Ma non era quella l’onda del futuro, non era quello il modo in cui eventuali lettori si sarebbero avvicinati ai contenuti che avrei voluto offrire loro. Il caricamento delle pagine richiedeva troppo tempo e la mole spropositata di widget che poteva essere implementata rendeva l’esperienza letterale... Continua a leggere

Domanda in ascesa + offerta in discesa = prezzi dell’oro più alti

di Jams Rickards Considero l’oro una forma di denaro. Ciò significa che analizzo i movimenti di prezzo dell’oro allo stesso modo in cui analizzo i movimenti di qualsiasi altra valuta globale — e trovare il modo migliore per trarne profitto. Per capire il mercato dell’oro, bisogna capire i flussi dell’oro fisico. Aver conosciuto alcuni tra i massimi esperti e addetti ai lavori nel settore dell’oro fisico, mi ha permesso di raccogliere informazioni dettagliate... Continua a leggere

L’eredità disastrosa di Greenspan

di David Stockman È stato quasi 20 anni fa, il giorno in cui Alan Greenspan diede il suo famoso discorso “sull’esuberanza irrazionale”. Non sapeva quali conseguenze nefaste avrebbe scatenato. Ciononostante la sua eredità disastrosa ancora non ha subito la condanna che si merita. All’epoca pensò che la stampa monetaria della FED nel corso dei primi nove anni del suo mandato, avrebbe potuto stimolare gli spiriti animali nel mercato azionario. Il Nasdaq 100 era pari a... Continua a leggere

Non è questa la ragione per cui aumenteranno i prezzi dell’oro

Di Francesco Simoncelli , il - 22 commenti

di James Rickards Il mercato ha una configurazione tecnica per la più grande scossa della storia nei prezzi dell’oro — in ultima analisi a $10,000, se si avvererà la mia tesi. Ma la maggior parte degli investitori in oro non sarà contenta quando accadrà. In realtà, la maggior parte degli investitori in oro si troverà ad affrontare grosse perdite quando l’oro raggiungerà quel prezzo e la maggior parte delle persone che vorrà entrare in possesso del metallo fisico non ne... Continua a leggere

L’impennata dei prezzi dell’oro

Di Francesco Simoncelli , il - 3 commenti

di James Rickards Ritengo che l’oro sia una forma di denaro. Ciò significa che tengo d’occhio i movimenti di prezzo dell’oro allo stesso modo in cui tengo d’occhio i movimenti di qualsiasi altra valuta globale — e tento di scoprire il modo migliore affinché voi possiate agire di conseguenza. In questo momento, se riuscite a comprendere i flussi dell’oro fisico, potreste fare una fortuna nei mesi e negli anni a venire. Lo scorso giugno ho visitato Zurigo e ho... Continua a leggere

L’ultimo deposito d’oro conosciuto

Di Francesco Simoncelli , il - 18 commenti

di Frank Holmes L’oro è uno degli elementi più rari al mondo e costituisce circa 0,003 parti per milione della crosta terrestre. Se prendessimo tutto l’oro estratto — 186,000 tonnellate, dai lingotti a Fort Knox fino ai gioielli da sposa in India — e lo fondessimo in un cubo, si adatterebbe perfettamente ai confini di una piscina olimpionica. La rarità del metallo giallo, ovviamente, è uno dei motivi principali per cui è così altamente valorizzato in tutto il mondo e, per... Continua a leggere

Il camaleonte giallo

di James Rickards L’oro è una merce, un investimento, o denaro? La risposta è… L’oro è un camaleonte. Cambia in base all’ambiente. L’oro sta subendo un cambiamento importante in questo momento. A volte l’oro si comporta come una merce. Il prezzo dell’oro segue gli alti e bassi degli indici delle materie prime. Altre volte l’oro viene visto come un investimento, ovvero, un rifugio sicuro. È in concorrenza con azioni e obbligazioni per... Continua a leggere

Bombe ad orologeria finanziarie nascoste in piena vista

di David Stockman L’orso è in arrivo, e imperverserà nei canyon di Wall Street col sangue grondante da denti e artigli. Ancora una volta i nostri pianificatori monetari centrali — per la terza volta in questo secolo — verranno colti di sorpresa. Questo perché hanno speso due decenni a deformare, distorcere e a distruggere ciò che un tempo erano mercati finanziari liberi. E come al solito sono all’oscuro delle bombe ad orologeria finanziarie che nel frattempo hanno... Continua a leggere

Con il petrolio sotto i 35 dollari, attenzione al contagio che può innescare tra credito ed equities

Di Mauro Bottarelli , il - 5 commenti

Ieri il petrolio è sceso sotto i 35 dollari al barile in conseguenza all’aumento delle esportazioni dell’Iraq, come ci mostra il grafico. C’è davvero da preoccuparsi o questa è solo una soglia psicologica, mentre i veri rischi si annidano altrove? Partiamo da questo grafico, il quale ci mostra plasticamente come molti Paesi stiano già vivendo in un mercato con i prezzi sotto quota 30 dollari: un mix di crude messicani è già valutato meno di 28 dollari al barile,... Continua a leggere

Ogni indicatore sul globo terracqueo dice che alzare i tassi è folle. E il “Lehman moment” è arrivato

Di Mauro Bottarelli , il - 11 commenti

Ci siamo. Ancora due giorni e la Fed svelerà al mondo se intende alzare i tassi di un quarto di punto dopo 84 mesi a quota zero o se invece propenderà per il buonsenso e ammetterà che le condizioni economiche sono oggi allo stesso livello di quando fu costretta a lanciare i tre cicli di QE. Ma prima di addentrarci nell’ultima messe di dati macro da mani nei capelli usciti sul finire della scorsa settimana, mi sembra interessante e doveroso mettere le cose in prospettiva. Per... Continua a leggere

Sul mercato ci sono troppi canarini nella miniera. E dicono che la realtà non è ciò che sembra

Di Mauro Bottarelli , il - Replica

Una delle grandi verità della Borsa è che si possono manipolare gli utili, utilizzando i multipli come unicorni ma come ci mostra il grafico, ci sono sempre metriche pronte a sbugiardarti. Ad esempio questa, in base alla quale l’indice Standard&Poor’s, su basi di cash-flow, oggi è sovra-valutato come al picco della bolla tecnologica. Insomma, non è proprio cheap. Mentre questo altro grafico di Bank of America fa spietatamente notare chi siano oggi i personaggi che stanno... Continua a leggere

Eutanasia di una nazione: il Giappone prosegue con il QE ma il suo destino è già segnato

Di Mauro Bottarelli , il - 23 commenti

Chi si aspettava un nuovo bazooka dalla Banca centrale giapponese oggi è rimasto deluso. Mentre i media nipponici cominciano a parlare di un nuovo, fantasioso piano di stimoli da parte del governo pari a 3mila miliardi di yen (25 miliardi di dollari), la Bank of Japan ha lasciato invariato il QE attuale che prevede acquisto di asset annuali pari a 80 trilioni di yen annui (660 miliardi di dollari), oltre 3 trilioni di ETF. Delusione da parte del mercato, ormai abituato ai fuochi... Continua a leggere

Il sogno del Brasile si sta tramutando in incubo. E il peggio potrebbe essere alle porte

Di Mauro Bottarelli , il - 35 commenti

Ci sono molte metriche che ci parlano dello stato di salute di un’economia meglio del Pil o degli indici di Borsa. Ad esempio questa, dimostrazione plastica di come, quando una moneta fiat va in crisi, la gente sa dove correre per cercare riparo, nonostante per la grande stampa basti stampare moneta per risolvere tutti i guai. E le quotazioni dell’oro in real brasiliani, parlano chiaro. Oppure quest’altra, la quale ci mostra plasticamente come il Brasile stia vendendo... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi