Archivi per tag: Fair value

La vendetta della Scuola austriaca è servita: l’economia sta morendo di mal-investment

Di Mauro Bottarelli , il - 26 commenti

Mai come in questo periodo i mercati sembrano due ubriachi che si sorreggono l’uno con l’altro nel goffo tentativo di restare in piedi senza cadere e raggiungere casa. Per farlo, devono però inventarsi a turno un bell’unicorno da vendere agli investitori in modo da offuscare per un giorno o due la realtà di mercato e sostenere gli indici, sperando che a forza di calciare il barattolo in avanti, una soluzione si palesi da sola. Ieri è stato il turno della Cina, la quale è... Continua a leggere

Benvenuti nel mondo delle Canistracci Oil, dove tutto diventa oro. In attesa che la festa finisca

Di Mauro Bottarelli , il - 12 commenti

Direi che questo grafico è un ottimo modo per cominciare l’articolo e mettere le cose in prospettiva. Eccolo. ci mostra come a Citi, forse speranzosi che stia arrivando il QE4 e quindi ebbri di ottimismo, abbiano dato vita a un’operazione verità che mette alla berlina le loro stesse previsioni sulla crescita. Insomma, l’ottimismo è il profumo della vita ma qui c’è puzza di qualcos’altro. Non so se avete visto il film “Mia moglie è una strega” con... Continua a leggere

L’economia Usa scoppia di salute. Anzi, sta proprio scoppiando. E se Cina e Glencore…

Di Mauro Bottarelli , il - 8 commenti

Dunque, Janet Yellen giovedì scorso ha ribadito che la Fed alzerà i tassi di interesse verso la fine dell’anno se i dati macro provenienti dall’economia reale lo consentiranno. Perfetto, se davvero questa è la narrativa, potremmo esserci visto che in contemporanea con le parole del numero uno delle Fed sono state riviste al rialzo le stime sull’economia statunitense relative al secondo trimestre, con la crescita del Pil pari al 3,9% rispetto al +3,7% stimato in precedenza... Continua a leggere

I dati macro crollano e Shanghai vola. Ma i contadini non compreranno il ritrovato “fair value”

Di Mauro Bottarelli , il - 1 commento

Shanghai Composite in spolvero ieri, con un robusto +4,93% e una nuova dinamica in atto. Ovvero, il mercato equities cinese si è trasformato definitivamente in Wall Street e anche qui ora vige la regola del “bad news is good news”, ovvero gli investitori si attendono un nuovo intervento di Pechino per rilanciare la crescita a fronte di dati macro orrendi. Nel fine settimana, infatti, i dati sull’export in calo del 8,3% rispetto a luglio dello scorso anno e i prezzi alla... Continua a leggere

Nel mondo del QE perenne, il default greco conta zero. A meno che Russia e Cina..

Di Mauro Bottarelli , il - 11 commenti

Ieri, tra le 9.30 e le 9.31, il mercato azionario Usa ha vissuto il rialzo più forte dalla fine del 2011, con il Dow Jones su di 150 punti e il Nasdaq subito a +1%. Accidenti, cos’era successo in America o nel mondo per scatenare un’euforia tale? La Fed, forse? Certo, a botta calda magari il comunicato di mercoledì sera poteva prestarsi a interpretazioni e dormendoci sopra i traders hanno capito che anche a settembre non ci sarà nessun aumento dei tassi. Ma, essendo questo... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi