Archivi per tag: francia

Il countdown italiano verso la crisi fiscale

Come regola generale, è necessario preoccuparsi oltre i limiti quando deficit e debiti abbondano. Sì, l’inchiostro rosso è importante, ma si dovrebbe prestare altrettanta attenzione, se non maggiore, a variabili quali l’onere complessivo della spesa pubblica e la struttura del sistema fiscale. La Grecia ha mostrato come una nazione possa sperimentare una crisi se gli investitori non credono più che un governo sia in grado di “servire” il proprio debito (cioè,... Continua a leggere

Il mito della produttività

di Alasdair Macleod Di tanto in tanto spuntano commenti sulla produttività nazionale e per gli inglesi la produttività è correlata all’angoscia per la Brexit, con l’OCSE, il Tesoro inglese, la Banca d’Inghilterra e tutti gli altri che dicono in coro che la scarsa produttività dei cittadini britannici dimostra quanto abbiano bisogno di far parte dell’UE. Questa settimana l’OCSE ha pubblicato un articolo in cui venivano ripetute le sue assurdità sulle... Continua a leggere

Non facciamo gli snob, la protesta per i sacchetti a pagamento è molto più seria della rivolta in Iran

Di Mauro Bottarelli , il - 37 commenti

Roba grossa all’orizzonte. L’italiano, strana forma di rivoluzionario che per Ennio Flaiano è avvezzo a fare le barricate solo con i mobili altrui, stavolta si è veramente incazzato e pare deciso a combattere con ogni mezzo l’ultimo sopruso del governo: il pagamento dei sacchetti biodegradabili per gli alimentari sfusi. Avete capito bene, quei sacchetti di merda che si utilizzano in coppia con il guanto da urologo folle per pesare le mele al supermarket: fino al 31 dicembre... Continua a leggere

Cicli economici e cicli del credito

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di Alasdair Macleod Questo articolo spiegherà il perché la politica monetaria delle banche centrali non avrà mai successo. L’errore fondamentale è quello di accostare l’origine dei cicli economici al settore privato, quando invece sono conseguenza delle fluttuazioni del credito. Questo documento è stato presentato dall’autore alla UK Parliament Treasury Committee’s enquiry, dove si è discusso del fallimento della politica monetaria in seguito alla crisi del... Continua a leggere

Attenti, per Macron fischiare a una donna è reato. E sulle fake-news è partita la campagna d’inverno

Di Mauro Bottarelli , il - 272 commenti

Com’è che diceva Laura Boldini alla vigilia della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne? Mi sfugge, eppure sono certo che fosse un concetto pregnante. Ah si, eccolo: La #ViolenzaControLeDonne non è solo ‘roba da donne’. Riguarda tutti, riguarda il presente e il futuro del Paese. Perché gli #uomini che rispettano le donne restano a guardare? Perché tanti, pur rifiutando la #violenza non si sentono coinvolti in questa battaglia? #InQuantoDonna — laura boldrini... Continua a leggere

Luigi XIV di Francia ha fondato lo stato-nazione… ma come e perché?

Di Francesco Simoncelli , il - 6 commenti

di Jeffrey Tucker Mi stavo godendo The Crown su Netflix, una serie TV che parla degli inizi del regno della regina Elisabetta II nel dopoguerra in Inghilterra. Assolutamente affascinante. E poi ho notato una nuova serie, sempre su Netflix, chiamata Versailles. Copre gli inizi del XVII secolo e racconta il regno di Luigi XIV, il famoso “Re Sole”: lunghi capelli, tacchi alti, arte decadente e lo sfoggio più assurdo di privilegio aristocratico sul pianeta Terra. Conoscete la storia,... Continua a leggere

Prima tangenti, ora molestie che spuntano come funghi: siamo dentro un nuovo e morboso 1992?

Di Mauro Bottarelli , il - 112 commenti

Ora, la faccenda stava assumendo i tratti del ridicolo sin da subito. Harvey Weinstein, il giubilato produttore di Hollywood che si sarebbe scopato praticamente qualsiasi cosa respirasse nell’arco di un chilometro dal suo studio, ormai è un morto che cammina, bannato dal genere umano e destinato a un triste destino. Contro di lui, chiunque ha qualcosa da dire e in Italia abbiamo vissuto per giorni il patetico teatrino di Asia Argento (ieri ci ha pensato Miriana Trevisan, ex “Non... Continua a leggere

Perché l’euro è crollato dopo la rielezione della Merkel

Di Francesco Simoncelli , il - 14 commenti

di Philipp Bagus Dopo le elezioni tedesche tenutesi il 23 settembre, l’euro ha iniziato un forte declino. Ma perché una tale discesa della moneta comune? Alla fine il risultato delle elezioni non sembrava portare cambiamenti significativi. Nonostante le sue perdite, il partito della Merkel, il CDU, è rimasta la forza più consistente nel parlamento. La Merkel continuerà ad essere il cancelliere tedesco. È anche vero, però, che l’AfD (Alternative for Germany) con un’ala... Continua a leggere

Fanculo la Catalogna e la sua telenovela, stanno preparando il “Mondo Nuovo” sotto i nostri nasi

Di Mauro Bottarelli , il - 190 commenti

“(ANSA) – ROMA, 9 OTT – Una nave tunisina e una barca a bordo della quale vi erano una settantina di migranti sono entrate in collisione al largo delle coste di Tunisi. Nell’incidente, secondo quanto si apprende, vi sarebbero numerose vittime.(ANSA). QA 09-OTT-17 10:22 NNNN”. E ancora: “Alcuni dispersi. Maggior parte dei migranti tratti in salvo (ANSA) – ROMA, 9 OTT – Nella collisione tra la nave e il barcone, avvenuta in acque Sar maltesi,... Continua a leggere

Oblio o vendetta, tertium non datur. Il caso Battisti è solo il fantasma degli anni di piombo. Che resta

Di Mauro Bottarelli , il - 65 commenti

ANSA| 2017-10-07 15:33++ Battisti: in aeroporto brinda con birra ++Testimoni, ex terrorista sorride ai fotografi (ANSA) – RIO DE JANEIRO, 07 OTT – Prima di imbarcarsi sul volo per San Paolo, Cesare Battisti si è fermato al bar dell’aeroporto internazionale di Campo Grande. Secondo quanto testimoniato dai giornalisti presenti, l’ex terrorista – vestito con una maglietta rossa sotto una giacca nera – era di buon umore, ha sorriso varie volte, letto il... Continua a leggere

Il mistero dietro la crescita economica

di Alasdair Macleod Con denaro sonante e mercati liberi, l’evoluzione della produzione delle imprese aumenta nel tempo il potere d’acquisto del denaro. Apprendiamo di punto in bianco che “l’area Euro sta andando bene, ma le opinioni sul perché sono discordanti, rimangono quindi i dubbi che si tratti di una ripresa sostenibile.” (Daily Telegraph, 19 aprile). Ci viene anche detto che la crescita economica negli Stati Uniti sta rallentando, come dimostrano le... Continua a leggere

Catalogna for dummies: senza caos in UE, come può la BCE comprare questa merda a fine corsa?

Di Mauro Bottarelli , il - 60 commenti

E’ inutile che stia a farvi resoconti di quanto accaduto in Catalogna ieri, visto che tg e giornali non parlano d’altro. Sono quattro i numeri che contano: 42, 90, 800 e 40. Ovvero, avrebbe votato il 42% degli aventi diritto, il “Sì” avrebbe prevalso con il 90% circa, oltre 800 sarebbero i feriti negli scontri e una quarantina quelli che sarebbero ricorsi alle cure sanitarie, ovvero ospedalizzati. Insomma, quattro numeri che ci dicono tutto e il contrario di tutto. Nel... Continua a leggere

Metà della popolazione mondiale vive in Stati con più agenti privati che polizia: vi sentite garantiti?

Di Mauro Bottarelli , il - 45 commenti

Quando si parla di controllo sociale, si fa presto a scadere nel complottismo. E, spesso, a spacciare per vere delle sesquipedali idiozie che squalificano, in automatico, qualsiasi lettura alternativa di fenomeni come, ad esempio, l’allarme terroristico che ha mutato sottotraccia molte dinamiche sociali e politiche in Europa. Grazie alla proroga fino al 1 novembre dello stato di emergenza, ad esempio, Emmanuel Macron potrà far passare la sua draconiana legge sul lavoro senza scioperi di... Continua a leggere

Se l’emergenza sono i manifesti e non gli stupri, siamo messi male. O i benpensanti temono altro?

Di Mauro Bottarelli , il - 231 commenti

Dopo una meritata e rigenerante vacanza, immagino consumata tra Argentina e Brasile a caccia di gerarchi nazisti pluri-ottantenni, la redazione “Dagli al fascista” di Repubblica è tornata in servizio permanente ed effettivo, oltretutto riuscendo a conciliare la caccia ai fantasmi del passato con la cronaca: le ferie le hanno davvero giovato. Ed ecco che, come ci mostra la prima pagina di oggi, l’emergenza di cui il Paese deve farsi carico è un manifesto di Forza Nuova... Continua a leggere

Invocate Lepanto per il velo della Mogherini ma chiedete agli stranieri di conformarsi: io vi amo

Di Mauro Bottarelli , il - 19 commenti

Tutto mi sarei aspettato nella vita ma non di dover difendere Federica Mogherini. Ben inteso, continuo a ritenerla una miracolata senza alcun qualità, finita a fare la ministro degli Esteri europea per pure lotte di potere all’interno del PD e quindi totalmente fuori luogo ma trovo assurda la polemica, soprattutto social, scatenatasi dietro la sua scelta di presentarsi a capo coperto alla cerimonia di insediamento di Hassan Rohani in Iran. Ne ho sentite di tutti i colori: tradisce lo... Continua a leggere

Il benvenuto di Haftar alle navi italiane è nulla: saremo noi il fiammifero che brucia per primo?

Di Mauro Bottarelli , il - 96 commenti

Verrebbe da dire, ve l’avevo detto. Ma non ci voleva certo un profeta per capire che infilarsi nel ginepraio libico come abbiamo fatto noi italiani, avrebbe portato solo rogne. Dopo le minacce generiche sulla sovranità, infatti, il generale Haftar sarebbe passato alle vie di fatto con questo attacco ben più mirato: bombardate le nave italiane, poiché il loro ingresso in acque libiche si sostanzia come una lesione della nostra sovranità. Il tutto, a poche ore dall’ok di Camera... Continua a leggere

Ricordate il festival per soli neri di Parigi? In piena attività e con tanto di censura. Ora, chi è razzista?

Di Mauro Bottarelli , il - 83 commenti

Li aspettavo al varco, da almeno due mesi. E, come volevasi dimostrare, i pagliacci transalpini hanno calato le braghe senza nemmeno battere ciglio. Immagino che ricorderete il mio articolo dedicato al Nyansapo Afro-Feminist Festival di Parigi, la kermesse talmente multiculturale e multietnica da prevedere che l’80% dei suoi spazi fossero aperti soltanto per donne nere. All’epoca, la mobilitazione contro questo apartheid al contrario fu generale, così come lo scandalo e... Continua a leggere

Che idea i visti a tempo! Vienna chiude tutto e la Francia, in stato di emergenza, ci si pulisce il culo

Di Mauro Bottarelli , il - 112 commenti

Non c’è limite al peggio. Sembrava impossibile ma, parlando di questione migranti, siamo passati dallo schiaffo preventivo stile Tallinn all’auto-schiaffone, tanto per non perdere tempo. Ovvero, pestiamo la merda appena fatta da soli, così per abbreviare l’attesa della figuraccia di turno. Perché una cosa è essere sfanculati da cinque o sei ministri dell’Interno UE, un’altra è essere smentiti da Angelino Alfano: a quel punto, anche il residuo di dignità... Continua a leggere

Amburgo come Genova 2001: testare la reazione della gente al caos. E dopo arrivò l’11 settembre

Di Mauro Bottarelli , il - 154 commenti

Come tutti i grandi meeting internazionali, più alte sono le aspettative, più miseri i risultati finali ottenuti. Al netto di mille parole, il G20 di Amburgo avrà sortito, stringi stringi, un unico sviluppo: il cessate-il-fuoco nella zona Sud-Ovest della Siria a partire dalle 12 di oggi, ora di Damasco. Punto. Durerà? Ce lo diranno i fatti, le parole contano poco. Di più, delle 48 ore di happening in terra anseatica, resterà soltanto questo: l’unica cosa che sia realmente contata,... Continua a leggere

Mentre noi guardiamo il film che il potere proietta, immigrati e precarietà preparano il nuovo mondo

Di Mauro Bottarelli , il - 67 commenti

La notizia in Italia non è praticamente arrivata: qualche breve accenno e niente più. In Francia e negli USA, invece, ha suscitato grande scalpore. Lunedì la polizia francese ha sventato un attentato per uccidere il presidente, Emmanuel Macron, nel corso della parata sugli Champs Elysées – location preferita da quei tradizionalisti dei francesi per le loro false flag, in effetti molto pittoresche – per il 14 luglio, quando sarà in compagnia nientemeno che di Donald Trump. A... Continua a leggere

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi