Archivi per tag: George W. Bush

Come da tradizione della Casa Bianca, Obama ha mentito. Ma silenzio, a Washington c’è la guerra

Di Mauro Bottarelli , il - 57 commenti

Nel mio articolo di ieri vi davo conto delle accuse dei servizi tedeschi verso l’Iran per presunte violazioni del programma nucleare e del duro attacco di Teheran verso gli Usa, di fatto accusati di aver creato e foraggiato l’Isis per favorire il wahabismo all’interno dell’islam. Vi dicevo che c’era un motivo per cui Obama non avesse detto nulla al riguardo: era troppo impegnato a sviare l’attenzione dei media dalla strana storia dei 400 milioni di dollari... Continua a leggere

Trump presidente e Nato nel Baltico? La Russia prepara “risposte asimmetriche”. E Pechino…

Di Mauro Bottarelli , il - 31 commenti

C’è poco da fare, salvo magheggi alla convention o uno scandalo ad hoc in stile Strauss-Kahn, Donald Trump sarà il candidato repubblicano alla Casa Bianca. Eliminati anche gli ultimi due competitor in corsa, la strada pare spianata, nonostante il Partito ancora mal digerisca l’accaduto e due suoi eminenti rappresentanti, ovvero gli ex presidenti Bush padre e figlio, abbiano già detto che non lo sosterranno, né voteranno. A mio modo di vedere, Trump non potrà che beneficiarne,... Continua a leggere

Dal “Carson di Troia” ai delegati venduti, tutti i trucchi per boicottare Trump. Che ora minaccia

Di Mauro Bottarelli , il - 5 commenti

Fuori un altro. Dopo la cocente sconfitta casalinga in Florida, Marco Rubio ha sospeso la campagna elettorale e ridotto a tre il numero di contendenti per la nomination repubblicana: Donald Trump, John Kasich vincitore in Ohio e Ted Cruz. Ma proprio la sconfitta in Ohio ha sbarrato la strada al tycoon newyorchese in vista della convention di Cleveland a luglio, questo nonostante i 99 delegati conquistati in Florida, Stato in cui vige la regola del winner-takes-all. C’è ancora, quindi,... Continua a leggere

Gli errori che l’Occidente continua a ripetere hanno un nuovo capitolo: la Siria smembrata

Non è vero che i grandi media non dicano mai la verità. A volte, a loro insaputa e contro la loro volontà, lo fanno. E’ il caso della BBC e della sua trasmissione “The big questions” andata in onda lo scorsa 14 febbraio e dedicata alla situazione siriana. Ospite in studio, l’ambasciatore britannico a Damasco dal 2003 al 2006, Peter Ford. Il diplomatico, già nell’aprile dello scorso anno, non si era dimostrato tale, visto che interrogato sulla volontà di David... Continua a leggere

Negli Usa spese militari ai massimi, un nuovo Patriot Act e dazi contro la Cina. Guerra in vista?

Di Mauro Bottarelli , il - 16 commenti

La giornata di ieri è una di quelle che si possono tranquillamente definire spartiacque. Ovviamente, i grandi media si sono limitati al loro lavoro ordinario: le scandalo delle banche, Matteo Renzi che benedice la “Variante di valico” e altre amenità del genere. Si sa, è Natale e le redazioni si svuotano. Bene, è successo molto di più e di molto più grave sottotraccia, qualcosa che non dovrebbe far stare tranquillo nessuno. Partiamo da qui, ovvero dal fatto che... Continua a leggere

La guerra al terrore fa bene a economia e mercato, altro che QE. E il VIX ci dice che a volte…

Di Mauro Bottarelli , il - 4 commenti

“Una cosa è chiara nelle circostanze attuali: in questo momento terribile la sicurezza dei cittadini in Francia e in Europa è la priorità assoluta e la Commissione Ue lo capisce pienamente”. Parole e musica del commissario Ue agli Affari economici, Pierre Moscovici, in riferimento all’impatto sul bilancio francese delle spese per la sicurezza annunciate dopo gli attentati di Parigi. Già, pochi minuti prima il presidente, Francois Hollande, aveva infatti comunicato al... Continua a leggere

America oggi. La regia non è di Altman ma del duo Obama-Fed. Ed è un horror

Di Mauro Bottarelli , il - 6 commenti

Senza l’America chi si occupa di economia e finanza vivrebbe una vita decisamente più grigia e grama. Loro, invece, sanno sempre darti quel qualcosa in più, quella sottile sensazione di presa in giro che trasforma uno sterile mondo di numeri in Disneyland. Partiamo da qui, ovvero dal fatto che, nonostante la narrativa ci dica che sono solo le aziende petrolifere ad avere qualche rogna, gli ordinativi industriali esclusi i trasporti sono crollati di un sobrio 7,5% anno su anno, ovvero... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi