Archivi per tag: Grecia

Otto anni e non sentirli

di Francesco Simoncelli Un altro anno è passato e questo spazio virtuale è arrivato all’ottavo anno di diffusione delle sue idee. Freedonia sino ad ora ha cercato di mantenere vivi gli insegnamenti della Scuola Austriaca d’economia attraverso la pubblicazione di traduzioni dei grandi nomi di questa dottrina economica, gli articoli del sottoscritto indirizzati ad approfondire le tematiche economiche del presente, passato e futuro, la sottotitolatura di video didattici per la... Continua a leggere

L’incredibile conclusione di JPMorgan: un’uscita dell’Italia potrebbe essere la migliore opzione per Roma

da Zerohedge Con l’Europa che ha avuto un attacco cardiaco la scorsa settimana, mentre i rendimenti dei bond italiani sono esplosi tra i timori che il nuovo governo populista avrebbe premuto il pulsante “uscita dall’euro” e potesse minacciare l’UE di lasciarla per ottenere concessioni di spesa da Bruxelles, la discussione sugli squilibri Target2 è riemersa dopo anni di dormienza. E con €426 miliardi, l’Italia ha il più alto deficit Target2 con... Continua a leggere

Catalogna for dummies: senza caos in UE, come può la BCE comprare questa merda a fine corsa?

Di Mauro Bottarelli , il - 60 commenti

E’ inutile che stia a farvi resoconti di quanto accaduto in Catalogna ieri, visto che tg e giornali non parlano d’altro. Sono quattro i numeri che contano: 42, 90, 800 e 40. Ovvero, avrebbe votato il 42% degli aventi diritto, il “Sì” avrebbe prevalso con il 90% circa, oltre 800 sarebbero i feriti negli scontri e una quarantina quelli che sarebbero ricorsi alle cure sanitarie, ovvero ospedalizzati. Insomma, quattro numeri che ci dicono tutto e il contrario di tutto. Nel... Continua a leggere

Gli scontri di Roma? Una pantomima imposta dal governo alla questura per “far digerire” lo ius soli

Di Mauro Bottarelli , il - 154 commenti

Si possono cercare mille difetti alla questura di Roma e ai suoi dirigenti ma uno è pressoché impossibile trovarlo: errori nella gestione della piazza. D’altronde, essendo chiamati a presidiare la capitale d’Italia, hanno avuto a che fare negli anni con manifestazioni sindacali e politiche, Giubilei, appuntamenti istituzionali e, non ultime, due tifoserie calde e molte partite di calcio a livello internazionale e per trofei nazionali. Insomma, se qualcosa sfugge di mano, è... Continua a leggere

Febbre “Despacito” per l’Isis: ora è tutto spagnolo. Forse per coprire la trappola afghana dei migranti

Di Mauro Bottarelli , il - 16 commenti

Era stato uno dei pochi soggetti ad aver resistito a quella che è stata una vera epidemia musicale, si era fatto beffe dei jingle dei radio e dei continui passaggi sui canali tematici, continuava a preferire il muezzin del mattino al ritmo tarantolato: poi, di colpo, il tracollo. Anche l’Isis ha ceduto al fascino da tormentone di “Despacito” e ha letteralmente sbragato: la Spagna è la nuova ossessione del Califfato. E’ tutto spagnolo, nelle sue varie declinazioni... Continua a leggere

I malati cronici d’Europa

di Francesco Simoncelli Ricordate, le leggi dell’economia possono essere aggirate, ma non possono essere violate. I pianificatori monetari centrali sono restii ad apprendere questa lezione e ritengono d’avere per le mani l’elisir di lunga giovinezza quando si parla di politiche messe in campo per generare stabilità economica. Non è così, perturbano l’equilibrio dei mercati e si affanno per recuperarlo attraverso aggiustamenti costanti e ripetitivi. Il risultato è... Continua a leggere

Il destino dell’Europa è segnato

di Alasdair Macleod L’ultima conseguenza della cattiva gestione economica in Europa è stata il fallito tentativo di riforma costituzionale in Italia. Il popolo italiano ne ha avuto abbastanza del fallimento economico del suo governo, e s’è rifiutato di darvi più potere. L’UE e il progetto dell’euro sono stati un disastro economico per tutti i partecipanti, inclusa la Germania, che alla fine sarà costretta a rinunciare ai sudati risparmi che ha prestato agli altri... Continua a leggere

Il sogno di una notte di mezza età: la pensione

Di Francesco Simoncelli , il - 14 commenti

di Francesco Simoncelli L’ambiente economico in cui ci troviamo ad operare le nostre scelte non è qualcosa che è possibile scindere dalle manipolazioni dei pianificatori monetari centrali. Purtroppo per noi, sebbene le scelte volontarie dei vari attori di mercato riescano a contrastare efficacemente la presunta onniscienza di suddetti ingegneri, la mano pesante dei loro interventi riesce pure sempre ad inficiare la completa validità delle scelte dettate dall’ambiente di mercato.... Continua a leggere

Il Brexit non rappresenta la fine dell’UE

Di Francesco Simoncelli , il - 17 commenti

di James Rickards Non credo che il Brexit rappresenti la fine dell’Unione Europea. O la fine dell’euro come moneta. In passato sono stato molto rialzista nei confronti dell’Europa e dell’euro. Anche se la valuta fluttua, tutte le altre stanno fluttuando, e l’euro è passato ad essere trattato da 140 alla fine del 2013 fino a 105 a gennaio 2015, così la gente ha detto: “Oh, sta raggiungendo la parità.” E io invece ho detto: “No, non raggiungerà... Continua a leggere

L’accordo Ue-Turchia vacilla e la Grecia comincia a tremare. E, sottotraccia, c’è la Grande Albania

Di Mauro Bottarelli , il - 46 commenti

“I migranti sulla costa della Libia si preparano ad una corsa contro il tempo”, ha dichiarato all’Associated France Press, Abdel Hamid al-Souei, della Mezzaluna rossa libica, a detta del quale “in vista della fine dell’estate, i trafficanti di uomini mettono in mare sempre più barche e le prossime settimane saranno fra le più calde dell’anno”. Insomma, i 13mila arrivati in soli quattro giorni a ridosso dello scorso fine settimane sono solo... Continua a leggere

Sull’immigrazione si sta tirando una corda fatta ormai di pochi fili. Cronache di un fine settimana

Di Mauro Bottarelli , il - 207 commenti

La foto che vedete qui sopra e che ho scelto come immagine di copertina dell’articolo proviene dalla cittadina di Parchim nel Meclemburgo-Pomerania, proprio il Lander che andrà al voto domenica e che vede Alternative fur Deutschland al 21%, terzo partito a soli due punti percentuali dalla CDU. Si tratta della porta di una moschea in costruzione che è stata murata con mattoni nel cosro del weekend e sopra la copertura sono stati posti due messaggi: il primo recita “Voi vi chiamate... Continua a leggere

La rivincita degli elettori/zoticoni: perché i giorni dell’élite finanziaria sono contati

di David Stockman Gli oracoli dell’establishment si sono sbracciati per proclamare che il Brexit è già stato cancellato. A quanto pare, come nel caso del primo voto negativo per il TARP, due giorni di turbolenze nel mercato azionario e monetario hanno segnalato agli elettori/zoticoni dove hanno sbagliato. La tesi è che le masse al di fuori di Londra si sono date la zappa sui piedi, dal punto di vista economico, sulla base di alcune paure ataviche degli immigrati e della... Continua a leggere

I dettagli dietro il salvataggio da €5 miliardi di Monte Paschi

da Zerohedge Dopo la chiusura di venerdì, l’Autorità Bancaria Europea ha fatto quello che fa ogni anno: ha pubblicato i risultati di quello che definisce uno “stress test”, ovvero, un semplice esercizio annuale per rafforzare la fiducia. L’edizione 2016 non ha minimamente “testato” le due minacce più gravi in ​​Europa, vale a dire, i tassi d’interesse negativi e il “Brexit”. Inoltre non ha testato alcuna banca greca o portoghese,... Continua a leggere

Austria, lo Stato ammette (in segreto) il rischio caos. Patriot Act per il Belgio e Merkel nei guai

Di Mauro Bottarelli , il - 108 commenti

Come era prevedibile, Ankara alza la voce: se l’Unione europea non eliminerà entro ottobre i visti per i cittadini turchi, Ankara farà saltare l’accordo sui migranti stretto con Bruxelles pochi mesi fa. E non pensiate che il fatto che i turchi ci diano tempo fino all’inizio dell’autunno ci metta al riparo, visto che con la brutta stagione gli sbarchi diminuiscono molto. Il confine turco è quello che sta facendo da argine al passaggio di profughi via terra dalla Siria... Continua a leggere

Altro che il Brexit, la Germania ha un ben altro problema. Ed Erdogan potrebbe aggravarlo molto

Di Mauro Bottarelli , il - 123 commenti

Mentre i media autorevoli dedicano tutta la loro attenzione all’attacco da operetta dell’alcolizzato lussemburghese contro Nigel Farage, forse occorrerebbe prestare maggiore attenzione all’atteggiamento di Angela Merkel verso la vicenda Brexit. Tutti infatti hanno sottolineato una sua particolare durezza, tralasciando il fatto che soltanto la Cancelliera e il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, hanno invece sposato la tesi di Londra della necessità di tempo (e di... Continua a leggere

Perché Italia, Grecia e Malta hanno chiuso il loro spazio aereo ai velivoli che partono dalla Libia?

Di Mauro Bottarelli , il - 44 commenti

Come la Grecia nel 2015. Stando a una nota della Guardia costiera negli ultimi due giorni sono state soccorse oltre 5600 persone, con l’impiego di mezzi della Marina militare, della Guardia costiera e di alcune unità navali delle Ong e solo poco fa si è saputo di un nuovo naufragio nel canale di Sicilia, dove si teme per un alto numero di dispersi. Solo nella giornata di ieri sono stati salvati tremila migranti, in un totale di 23 diverse operazioni che hanno interessato i porti di... Continua a leggere

L’economia Usa ormai si è arresa ma è l’Europa a regalare gioie. Tra Grecia e capolavoro CETA

Di Mauro Bottarelli , il - 22 commenti

Devo dire che la pantomima elettorale austriaca mi ha dato delle grandi soddisfazioni ma, in attesa delle nostre amministrative e soprattutto del Brexit, è giunta l’ora di tornare a monitorare il livello della straordinaria ripresa globale in atto e garantita dalle scelte oculate della Banche centrali. Partiamo da tre numeri, freschi freschi di poche ore fa: 2200, 1850 e 350. No, non sono livello di supporto di indici azionari, bensì il numero di licenziamenti annunciati... Continua a leggere

Prosegue senza sosta il festival degli unicorni, sia in Usa che in Europa. Mentre la già fallita Russia..

Di Mauro Bottarelli , il - 33 commenti

Dunque, a che punto siamo con la famosa ripresa economica? Occorre domandarselo seriamente, perché quando anche i media cosiddetti autorevoli prendono atto dei “deludenti dati Usa”, allora le scelte sono due: o si va contrarian o ci si mette il cuore in pace, prendendo atto che la faccenda sta diventando seria. Questo grafico ci mostra su quali solidissimi dati sottostanti si basi il rally di mercato, mentre quest’altro è ancora più inquietante: stando alla Fed, per il... Continua a leggere

Nonostante Alfano minimizzi, Al-Sisi ci manda i migranti per il caso Regeni. E la Turchia minaccia

Di Mauro Bottarelli , il - 23 commenti

Non fatevi abbindolare dalle notizie che sentirete ai tg o leggerete domani sui giornali: sul fronte immigrazione, oggi è stato sancito il potenziale isolamento dell’Italia. Le cronache, infatti, ci parlano della sospensione dei lavori della barriera anti-migranti dalla parte austriaca al Passo del Brennero, casualmente in contemporanea con la visita all’area di servizio Rosenberger del ministro dell’Interno, Angelino Alfano, per incontrare il suo omologo austriaco, Wolfgang... Continua a leggere

Il “piano di aiuto alla Grecia” è servito a salvare… le banche europee!

Di Ticino Live , il - 3 commenti

dal portale www.blognews24ore.com Il 95 % dei 220 miliardi di euro che i creditori internazionali hanno versato al governo greco è servito a ricapitalizzare le banche europee. Lo afferma un rapporto della European School of Management and Technology di Berlino : “Dall’inizio della crisi finanziaria, dei 220 miliardi di euro versati alla Grecia sottoforma di prestiti, 209 miliardi sono serviti a ricapitalizzare le banche europee. Solo il 5 % è effettivamente finito nelle casse del... Continua a leggere

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi