Archivi per tag: guerra

L’Unione Europea vuole diventare un bullo mondiale ancora più grande

di Bill Wirtz Nel corso del tempo l’Unione Europea non si è sviluppata in una cooperazione economica tra le nazioni. L’UE è un governo grande ed invadente che acquisisce costantemente nuovi poteri. E come tutti i superstati, la sua tendenza a difendere la libertà dal controllo è una farsa. Gli “Stati Uniti d’Europa” Quando l’euroscetticismo è diventato parte integrante del panorama politico dell’Unione Europea, i timori della creazione degli... Continua a leggere

Non è un problema di cattivi accordi commerciali, ma di denaro fasullo (Parte #1)

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di David Stockman Quella tra Stati Uniti ed Europa sembra davvero una sfida in stile Mezzogiorno di Fuoco, a livello commerciale ovviamente. In materia di politica commerciale, infatti, Trump ha un considerevole spazio di manovra unilaterale grazie ai poteri presidenziali conferiti dalla sezione 232 della legge del 1962 e dalla sezione 301 della legge del 1974. La prima autorizza misure protezionistiche, compresi i dazi, per salvaguardare la “sicurezza nazionale” e la seconda... Continua a leggere

Il Deep State e la Grande Bugia: la deposizione di Douma

di David Stockman La narrativa alternativa sul presunto attacco chimico di Assad sta guadagnando terreno man mano che le prove si fanno sempre più evidenti. Sembra sempre più probabile che alcune persone siano rimaste soffocate, o siano state sopraffatte dall’inalazione di fumo e dall’ipossia (privazione di ossigeno), quando edifici, tunnel e bunker sotterranei sono crollati in nuvole di polvere durante la battaglia a Douma il 14 aprile scorso. Poi ciò che restava... Continua a leggere

“America First”: il credo che è morto

di David Stockman Quando la Guerra Fredda terminò ufficialmente nel 1991, Washington avrebbe potuto ritornare allo status quo ante-1914. Cioè, una politica di sicurezza nazionale basata sullo slogan “America First”, perché non c’era rimasta nessuna minaccia militare significativa sul pianeta. La Russia post-sovietica era un paniere economico che non riusciva nemmeno a soddisfare il suo stipendio militare e si stava sciogliendo mentre carri armati ed artiglieria... Continua a leggere

Le lunghe spire del Deep State stanno avvolgendo Trump, Parte #3

di David Stockman Trump sembra aver fatto un Respiro Profondo per quanto riguarda la sua volontà di bombardare la Siria, ma il Deep State lo ha per i capelli arancioni. Quindi dubitiamo che il ritardo durerà ancora a lungo. Questo perché il nostro genio degli affari si sta facendo infinocchiare ancora una volta. Gli stanno dicendo che spazzare via fino a una dozzina di campi d’aviazione siriani, installazioni militari e una fabbrica che sembra un sito di armi chimiche, equivale a... Continua a leggere

Le lunghe spire del Deep State stanno avvolgendo Trump, Parte #2

di David Stockman Ciò che sta accadendo nel Mediterraneo orientale e sui cieli e sulla terra in Siria è assolutamente pazzesco; è anche spaventoso, pericoloso e del tutto inutile. Dopotutto, l’imminente scontro militare russo/americano inizierebbe sullo scheletro di una nazione artificiale messa insieme nel 1916 da Inghilterra e Francia. Alla fine, quella che non è mai stata una nazione, è stata ridotta a macerie, miseria e frammenti settari. Quindi non c’è niente da... Continua a leggere

Le lunghe spire del Deep State stanno avvolgendo Trump, Parte #1

di David Stockman Forse ci siamo persi qualcosa: come ad esempio la possibilità che i canyon di Wall Street si trovino effettivamente su un altro pianeta anni luce dalla Terra! Altrimenti come si può spiegare la calma in un mercato azionario seduto su una gigantesca bolla e di fronte al potenziale scoppio della Terza Guerra Mondiale? Gente, il Deep State ha preso in ostaggio Trump. Qualunque sfida pre-elettorale lanciata al Warfare State è stata completamente liquidata. Forse Wall Street... Continua a leggere

Ecco che arriva lo shock dei rendimenti che farà impazzire i debitori della Beltway

di David Stockman Possiamo dire questo per quanto riguarda le proverbiali “creature della palude” di cui Trump parla spesso: la loro spavalderia non conosce limiti. A quanto pare i due attivisti governativi che gestiscono il Senato degli Stati Uniti — Mitch McConnell e Chuck Schumer — hanno raggiunto un accordo per spingere il budget federale già inzuppato di inchiostro rosso di altri $400 miliardi per i prossimi due anni e di $3,500 miliardi nel prossimo decennio. Di... Continua a leggere

Il tramonto del denaro fiat

Di Francesco Simoncelli , il - 8 commenti

di Francesco Simoncelli Quando un qualsiasi articolista usa la parola “tramonto” nel pezzo che si prepara a stendere, intende molto probabilmente la fine di un’era. Con essa giungono al termine tutte quelle pratiche che vi erano annesse e che eravamo soliti seguire. Ci si appresta a cambiare registro. Ci si appresta a voltare progressivamente pagina, trasformando le vecchie abitudini in reliquia del passato, buona solamente da ammirare in qualche film nostalgico che apparirà... Continua a leggere

Il Deep State ha la precedenza

Di Francesco Simoncelli , il - 19 commenti

di Bill Bonner POITOU, FRANCIA – Donald Trump, presidente di tutti gli americani, ha detto di recente che il suo Paese avrebbe speso più sangue e denaro cercando di forzare gli afghani a fare quello che vuole che facciano, qualunque cosa sia. E così… una coltre oscura ha coperto la terra. Da Sioux City a Savannah… un’ombra s’è frapposta tra la Terra e il sole. Sono stati segnalati eventi strani. È nato un vitello con due teste a Des Moines. Sono fioriti alberi di... Continua a leggere

Quattro catalizzatori per il prezzo dell’oro

Di Francesco Simoncelli , il - 8 commenti

di James Rickards La Federal Reserve vorrebbe continuare a “normalizzare” i tassi d’interesse, ma i dati economici più recenti non giustificano questa azione. Il 29 settembre sono state rilasciate le cifre annuali dell’inflazione di base della SCP e i dati rispecchiavano esattamente le mie aspettative. L’inflazione annuale ad agosto era solo dell’1.3%, un calo dello 0.6% rispetto alle letture di gennaio a 1.9%; otto mesi consecutivi di letture piatte o... Continua a leggere

Crisi e legittimità: il bivio

di Gary North Remnant Review Quelli di noi che sono noti come storici della cospirazione sostengono che il Council on Foreign Relations, la Commissione Trilaterale e varie altre società d’élite di alto livello, rappresentano il cuore della leadership a livello nazionale negli Stati Uniti. In altre parole, pensiamo che il sistema sia truccato. Allo stesso tempo siamo ben consapevoli del fatto che il popolo è convinto che non ci siano problemi significativi dal punto di vista politico,... Continua a leggere

La democrazia vuol dire guerra con altri mezzi

di Dan Sanchez La democrazia vuol dire guerra con altri mezzi. A livello superficiale viene condotta con schede elettorali al posto delle pallottole. Alla fine, tali schede diventano proiettili. Le elezioni caricano fucili veri e li puntano a persone reali. Se si disobbedisce ai comandi pronunciati dai funzionari eletti, uomini muscolosi con la testa rasata e con occhiali da sole Ray-Ban vi porteranno via. Se opponete resistenza, scatteranno le manette. Le elezioni rappresentano una scalata al... Continua a leggere

Cos’ha fatto di recente lo stato per voi?

di Jeffrey Tucker Quanto è sostenibile il modello di politica del XX secolo nell’era digitale? Non molto. I fallimenti dello status quo stanno diventando troppo evidenti ed i costi troppo alti. Inutile dire che siamo in prossimità di un cambiamento. Cominciamo con le due iniziative più grandi del nostro tempo: l’Obamacare e le guerre in Medio Oriente che hanno avuto inizio con la guerra in Iraq. I fallimenti di entrambi hanno molto in comune: hanno avuto inizio sotto i migliori... Continua a leggere

La strategia della guerra finanziaria dell’America

di Alasdair Macleod Il rinnovato desiderio dell’America d’intensificare le tensioni militari incarna la strategia statunitense di una guerra finanziaria infinita, questa volta diretta verso la Corea del Nord, la Siria e forse l’Iran. Questo è il parere dei consulenti strategici della Cina. Analizzando dal punto di vista della Cina la geopolitica e l’economia dietro la strategia di guerra dell’America, possiamo concludere che sta entrando nella sua fase finale. La... Continua a leggere

La verità sul “bilancio magro” e sul buco fiscale da $4,000 miliardi di Trump

di David Stockman Ho fatto delle scommesse sul Grande Sfasciatore e mi ritrovo ancora una volta ad aver ragione, soprattutto sul cosiddetto “bilancio magro” rilasciato ultimamente dalla Casa Bianca. Dopo tutto, se si voleva scaricare un camion carico di sabbia negli ingranaggi fiscali di Washington, il piano per spostare $54 miliardi dalla superficie della palude (EPA, HUD, ecc.) sul suo fondo (Pentagono), è il miglior modo per farlo. E nel processo si potrebbe buttare a mare il direttore... Continua a leggere

Perché la guerra è un’illusione così attraente?

di Jeffrey A. Tucker Gli Stati Uniti sembrano sull’orlo di dichiarare l’ennesima guerra in base all’indignazione su ciò che sta accadendo in Siria, e presumibilmente per il bene dei diritti umani, con un senso del tutto ingiustificato di certezza che la guerra produrrà un risultato migliore rispetto alla diplomazia, al commercio e alla cautela. Il 6 aprile di 100 anni fa gli Stati Uniti entravano nella Grande Guerra, la guerra per porre fine a tutte le guerre, una guerra... Continua a leggere

Putin: un nazionalista con le armi nucleari

di Gary North Vladimir Putin è odiato dalla sinistra occidentale. Un esempio rappresentativo è stato l’ultimo discorso di Obama come presidente USA alle Nazioni Unite, l’incarnazione istituzionale dell’internazionalismo. Ironia della sorte, il suo nome evoca il potere ma in realtà non ce l’ha mai avuto, così come non l’ha mai avuto l’ONU. È odiato da queste persone per una buona ragione: è il nazionalista più potente sulla terra. Governa un paese con... Continua a leggere

Europa, Stati Uniti ed Israele non possono risolvere la situazione in Siria

«Oggi, così come accadeva durate il feudalesimo quando i signori dichiaravano guerra oppure si arroccavano nei loro castelli lasciando a marcire i popolani, i “cattivi” da cui lo stato dovrebbe proteggerci non rappresentano una vera minaccia per quanto riguarda la vita, le proprietà e la libertà delle persone nei vari paesi; e quando la minaccia è reale, è quasi sempre il prodotto della provocazione degli stessi stati che dovrebbero proteggere i propri cittadini. Che le... Continua a leggere

Donald J. Trump: il bombarolo in capo dell’impero

di David Stockman L’“attacco” missilistico di Trump sulla base aerea di al-Shairat in Siria è sicuramente l’atto più sconsiderato, imprudente e stupido che io possa ricordare negli ultimi 50 anni almeno. E ho messo “attacco” tra virgolette perché è ormai evidente che ognuno di quei $1.4 milioni di Tomahawk, non sono serviti a niente. 36 dei 59 missili sono finiti altrove rispetto alla base aerea di al-Shairat, tra cui un villaggio nelle vicinanze dove a quanto pare sono... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi