Archivi per tag: Harvey Weinstein

Caro Spielberg, a quando un bel film sulle bugie degli “eroici” giornali USA su Siria e Russiagate?

Di Mauro Bottarelli , il - 53 commenti

Nella Milano già moralmente e visivamente devastata dalla moda uomo (passatemi l’eufemismo, visto ciò che sfila), l’altra sera è andata in scena anche una Hollywood in sedicesimi con tanto di red carpet per l’anteprima di “The Post”, l’ultimo film di Steven Spielberg che racconta dei cosiddetti “Pentagon Papers”, i documenti che nel 1971 svelarono i retroscena della guerra del Vietnam e il ruolo cruciale dell’editrice, Kay Graham, nel... Continua a leggere

Tutti pazzi per la D’Urso americana, paladina di “diritti” e piagnistei: Dio ci conservi la Deneuve

Di Mauro Bottarelli , il - 56 commenti

Non so voi ma io mi sento più tranquillo. Nell’arco di poche ore, infatti, abbiamo preso atto che bastavano due pattinatori sul ghiaccio qualificatisi per i prossimi Giochi invernali in Corea del Sud per riportare a più miti consigli i governi di due Paesi che fino alla scorsa settimana si promettevano l’un l’altro testate nucleari, ancorché questo sondaggio di Statista ci dimostri quanto vi dicevo da tempo: ovvero, che l’opzione “Dottor Stranamore” per... Continua a leggere

Cara Boldrini, in quanto uomo non devo scusarmi di nulla. Lei, piuttosto, prenda atto dei suoi danni

Di Mauro Bottarelli , il - 176 commenti

Et voilà, come volevasi dimostrare. Mi scuserete se rubo qualche riga all’argomento che ho scelto per oggi ma la questione, almeno a mio avviso, è terribilmente importante. Meno di 24 ore dal mio articolo di ieri sul pericolo autolesionista insito nella cosiddetta contro-informazione ed ecco che la riprova si è palesata sotto forma di prima pagina di “La Repubblica” di oggi. Eccola qua: non solo la questione propaganda/fake news è l’apertura del giornale,... Continua a leggere

Più che Riina o Spada, mi fa paura un Paese che ha bisogno di mostri assoluti per sentirsi migliore

Di Mauro Bottarelli , il - 73 commenti

La morte di Totò Riina non è una notizia. Era morto da tempo, per quanto lo Stato necessitasse del suo santino del male per mantenere viva la narrativa di un vecchio malato che, comunque, da un carcere di massima sicurezza potesse rappresentare una minaccia per la sua stessa tenuta democratica. Non sono un conoscitore della criminalità organizzata e della sue dinamiche, in tanti anni che faccio questo lavoro non me ne sono mai occupato e, quindi, è inutile che scenda nei particolari di una... Continua a leggere

E’ tutto solo un gioco come nel film con Michael Douglas? Oppure ci sveglieremo dentro l’incubo?

Di Mauro Bottarelli , il - 26 commenti

Non so se avete visto il film “The game” con Michael Douglas e Sean Penn. Niente di che, nonostante il blasone dei due protagonisti ma interessante per l’argomento. Douglas è il solito finanziere miliardario e cinico, mentre Penn il fratello sbandato e sempre nei guai. Il giorno del suo compleanno, Douglas riceve un invito presso un’azienda che si occupa di organizzazione eventi per clienti facoltosi, dove compila un dettagliato questionario personale per poter... Continua a leggere

Prima tangenti, ora molestie che spuntano come funghi: siamo dentro un nuovo e morboso 1992?

Di Mauro Bottarelli , il - 112 commenti

Ora, la faccenda stava assumendo i tratti del ridicolo sin da subito. Harvey Weinstein, il giubilato produttore di Hollywood che si sarebbe scopato praticamente qualsiasi cosa respirasse nell’arco di un chilometro dal suo studio, ormai è un morto che cammina, bannato dal genere umano e destinato a un triste destino. Contro di lui, chiunque ha qualcosa da dire e in Italia abbiamo vissuto per giorni il patetico teatrino di Asia Argento (ieri ci ha pensato Miriana Trevisan, ex “Non... Continua a leggere

Invece che difendere Asia Argento, indignamoci per quel rito abbreviato allo stupratore di Rimini

Di Mauro Bottarelli , il - 68 commenti

Cosa io pensi del caso che riguarda Harvey Weinstein l’ho scritto a chiare lettere qualche giorno fa, quindi non mi dilungherò in dettagli da cronaca nera – o, peggio, da mattinale di questura – relativamente agli sviluppi in terra d’Oltreoceano. Vi basti dire che, a occhio e croce, alla lista di chi si è scopato o ha molestato mancano la cassiera di un drugstore del Nebraska, una casalinga del Maine e un’agente immobiliare del South Dakota. Anzi, una novità... Continua a leggere

Sesso e Hollywood, niente di meglio per distrarre (a orologeria) un popolo di beoti dalla dura realtà

Di Mauro Bottarelli , il - 95 commenti

Non starò ad entrare nei dettagli della vicenda, visto che tutti i media stanno trattandola con la dovizia di particolari che si riserverebbe all’omicidio Kennedy. Vi basti sapere che, udite udite, mezzo mondo è sconvolto perché, in quel paradiso della morigeratezza dei costumi che risponde al nome di Hollywood, esisterebbe un produttore potentissimo ed erotomane che negli ultimi 25 anni si è scopato anche i comodini, garantendo ai suddetti dei ruoli più o meno prestigiosi in... Continua a leggere

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.