Archivi per tag: Libertà.

Sono stati i derivati privi di regolamentazione a causare la crisi finanziaria?

Di Francesco Simoncelli , il - 3 commenti

di Robert P. Murphy Nel 2008 pensavo ingenuamente che il “salvataggio” finanziario guidato dal Segretario del Tesoro, Henry Paulson, sarebbe stato come minimo controbilanciato dalla comprensione diffusa che la nostra crisi economica era stata opera del governo. Come mi sbagliavo. Ancora oggi la stampa mainstream ci informa che il “consenso” crede che la fede cieca nel libero mercato abbia favorito la bolla immobiliare. L’articolo di Jacob Weisberg su Slate, “The... Continua a leggere

Libero mercato e frode

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di Gary North Charles Hugh Smith inizia il suo saggio sulla frode nel modo corretto dal punto di vista retorico: dicendo la verità in un elenco di brevi osservazioni. La seguente affermazione viene vista come una scortesia dal galateo maisntream: lo status quo in America è una frode. Il sistema finanziario è una frode.Il sistema politico è una frode.La difesa nazionale è una frode.Il sistema sanitario è una frode.L’istruzione superiore è una frode.I mezzi di comunicazione... Continua a leggere

Uno è una folla

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di Francesco Simoncelli Nel mondo oggi ci sono molte persone che credono nella salvezza attraverso lo stato. La concezione di una soluzione alternativa a quella presentata loro nel corso della vita pare un’utopia. Quindi si adeguano e concentrano le loro attenzioni su una via che corre lungo binari prestabiliti. Ma, come accade con le fatalità, vuoi per destino vuoi per semplice casualità, i binari non fungono affatto da centro catalizzatore di un’esistenza monotona e senza... Continua a leggere

TSA, Brexit e l’implosione del mostro burocratico

di Francesco Simoncelli Sono dell’idea che l’esperienza personale sia un ottimo modo per trasmettere concetti generali alla maggior parte delle persone. Probabilmente perché è possibile condividere con altri eventi similari che hanno caratterizzato le nostre vite. In questo modo entrare in sintonia con i lettori è decisamente più facile. Non solo, ma il messaggio rimane impresso senza il bisogno di un fiume di parole o opera di convincimento. UN TRANQUILLO WEEKEND DI…... Continua a leggere

I mercati sono la nostra speranza migliore per una cooperazione pacifica

di Andrew Syrios In un articolo precedente ho smontato quella fallacia secondo cui il libertarismo sarebbe intrinsecamente “atomistico” e che, mentre la moralità può essere applicata universalmente, non potrebbe esserlo la cooperazione umana e l’empatia. Siamo circondati dai “numeri di Dunbar”, i quali limitano il numero delle relazioni sociali che una qualsiasi persona può avere a circa 150. Rimane una domanda: qual è quella disposizione sociale che meglio si... Continua a leggere

Perché le nostre libertà civili stanno aumentando

di Gary North Ci sono tre frasi che governano il pensiero degli economisti. Domanda e offerta L’offerta più alta vince Ad un certo prezzo Mi concentrerò sull’ultima: “Ad un certo prezzo.” Voglio occuparmi del suo corollario: “A che prezzo?” IL COSTO CHE COMPORTA REVOCARE I NOSTRI DIRITTI Tutti in questo paese dicono d’avere un diritto a questo o quello. È raro che la parola “diritto” venga usata in modo appropriato. C’è sempre... Continua a leggere

La saggezza di Adam Smith per i nostri tempi

di Richard Ebeling La costante crescita della spesa pubblica, della tassazione e della regolamentazione degli affari economici negli Stati Uniti e in molte altre parti del mondo, ha sollevato nuovamente la questione fondamentale del controllo politico e dell’intervento sul mercato. Il 5 giugno scorso è stato il 293° compleanno del famoso economista scozzese Adam Smith, e forse val la pena di ricordare le sue intuizioni sulla superiorità del libero mercato rispetto alla mano pesante... Continua a leggere

C’è qualcosa che valga la pena salvare?

di Francesco Simoncelli Sprecare tempo è una di quelle cose che gli individui odiano di più. Forse per una volta potrei essere assoluto e affermare che sprecare tempo sia LA cosa che gli individui odiano di più. Pensateci, esistono poche altre cose che possono essere più odiose o esserlo tanto quanto lo sprecare tempo. Questo perché il tempo è una delle risorse a nostra disposizione più scarse che abbiamo. Allocarlo al meglio significa aspettarsi situazioni che massimizzano i risultati... Continua a leggere

Il nemico più pericoloso per la libertà

«Io credo che, essendo la natura del denaro fiat simile a quella della legge fiat (ed essendo i due strettamente collegati e dipendenti l’uno dall’altro), lo sia anche la loro dinamica. Così come l’implosione del fascismo non ha comportato purtroppo quella del positivismo giuridico (né quella del denaro fiat), ma semmai un suo rafforzamento, così, fino a quando non crollerà il positivismo giuridico, il necessario collasso dell’attuale forma particolare di denaro... Continua a leggere

La lunga marcia del keynesismo verso la pattumiera della storia

di Gary North Leggiamo da Wikipedia: La “pattumiera della storia” è una metafora che si riferisce al luogo in cui finiscono persone, eventi, manufatti, ideologie, ecc., che perdono valore agli occhi della storia. Un uso importante fu quello del rivoluzionario russo Leon Trotsky in riferimento ai menscevichi: “Siete degli individui pietosi e isolati! Siete dei falliti. Il vostro ruolo è superfluo. D’ora in poi dirigetevi laddove più si conviene a gente come voi... Continua a leggere

Il giorno del giudizio e altre illusioni keynesiane

di Gary North Remnant Review Ho rubato e rielaborato il titolo di questo articolo del New Yorker: “The Doomsday Invention: Will artificial intelligence bring us utopia or destruction?” L’articolo comincia così: L’anno scorso un libro di saggistica è diventato un best-seller del Times: una profonda riflessione sull’intelligenza artificiale da parte del filosofo Nick Bostrom. Intitolato “Superintelligence: Paths, Dangers, Strategies,” in esso si... Continua a leggere

Il tempo delle mele marce

di Francesco Simoncelli Spesso i lettori di questo blog, dopo aver letto l’ennesimo post che li mette in guardia circa le conseguenze tetre concernenti il futuro dell’attuale sistema economico, avanzano una domanda che, mi rendo conto, è plausibile. Vogliono, con una certa brama, sapere quale sarà la data di morte di suddetto sistema. Quanto ancora potrà andare avanti. Uno potrebbe rispondere, fin quando gli attori di mercato saranno disposti a barattare le proprie libertà... Continua a leggere

Un consiglio al primo ministro/presidente

di Alasdair Macleod Il vostro paese si ritrova un’economia stagnante. Supponiamo che il vostro Primo Ministro (o Presidente, se è colui che detiene il potere esecutivo) chieda consiglio a due economisti. PM: Voi due economisti avete opinioni diverse su come dovrebbe essere la nostra politica economica. Qual è il vostro consiglio? PRIMO ECONOMISTA (Scuola Austriaca): Signor primo ministro, il motivo per cui abbiamo un’economia stagnante è perché la banca centrale ha perpetuato... Continua a leggere

Quando il contante verrà messo fuorilegge… solo i fuorilegge possiederanno il contante

di Bill Bonner BALTIMORE – L’economista di Harvard Larry Summers è una fonte affidabile di sproloqui e un portavoce del cosiddetto Stato Profondo. Per far capire ai lettori di cosa si tratta, possiamo riassumere il concetto dicendo che gli elettori non hanno voce in capitolo quando si tratta di decidere chi gestisce il paese. Invece al potere c’è un “governo ombra” composto da élite, clientelisti, lobbisti, burocrati, politici e zombie – alias lo Stato... Continua a leggere

Se le opinioni vengono uccise dal politicamente corretto

Di Davide Mura , il - 3 commenti

Un noto giornalista francese, Eric Zemmour, in un’intervista di qualche anno fa al Corriere della Sera, espresse il suo punto di vista non proprio edificante sull’Islam in Francia e le evidenti difficoltà di integrazione delle comunità islamiche della periferia cittadina (le banlieue) nel tessuto sociale francese. A seguito di quella intervista, scattarono le immancabili denunce al tribunale e un isolamento sempre più evidente del giornalista nel mondo... Continua a leggere

Etichette: ,

Quando il mondo è governato dalle dittature

Di Davide Mura , il - Replica

Molti di noi sono convinti di vivere in un paese libero. L’Italia è un paese libero, e così pure lo sono la Francia, la Germania e ogni altro paese d’Europa. Ma poniamoci una domanda: ma questi paesi cosiddetti liberi alla fine lo sono sul serio? Premessa. La libertà di un paese, e dunque dei suoi cittadini, presuppone la capacità di quel paese di non dipendere da nessuno, di avere autonomia energetica e di avere il totale controllo sulle proprie azioni politiche e sulla... Continua a leggere

Il Grande Popolo dei Bibibi

Di Marco Tizzi , il - 132 commenti

Il Grande popolo dei Bibibi vive a Barcellona, Bangkok, Bergamo, Brescia, Biella e Bitonto. Ha solo la patente B, beve solo birra e mangia un sacco di babà. Guarda solo film di Brigitte Bardot o al massimo qualche B Movie. Ascolta i Bee Gees e i Beatles. Ama il calcio, ma solo la Serie B. E ovviamente si infila nel naso un sacco di bamba. Vi starete chiedendo: questo blogger che sparisce per mesi e adesso ritorna farneticando ha forse imbottito le proprie membra di sostanze psicotrope tali da... Continua a leggere

C’è un tempo per ogni cosa….

Di JLS , il - 168 commenti

un libro sapienziale dell’Antico Testamento, per l’esattezza il Qoèlet, talvolta denominato Ecclesiaste, dice così : 2 C’è un tempo per nascere e un tempo per morire, un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante. 3 Un tempo per uccidere e un tempo per guarire, un tempo per demolire e un tempo per costruire. 4 Un tempo per piangere e un tempo per ridere, un tempo per gemere e un tempo per ballare. 5 Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli, un tempo per... Continua a leggere

Ricostruire la Libertà [Americana] nel XXI Secolo

Di Giampiero Giancipoli , il - Replica

di John W. Robbins Nota dell’editore: Quest’articolo è stato originalmente scritto nel 1996, e venne inizialmente pubblicato in “Freedom and Capitalism: Essays on Christian Politics and Economics” di John W. Robbins. Con il continuo declino dell’economia e la progressiva perdità di libertà, quest’ articolo è attuale più che mai. Cos’è successo all’America negli ultimi 50 anni? Per parafrasare un vecchio slogan elettorale: “Siamo più... Continua a leggere

L’Etica dell’Inflazione e la Libertà Monetaria

Di Marco Tizzi , il - 148 commenti

Giusto per mandare giù i mallopponi dei pasti festivi, stasera parliamo di una cazzatella qualsiasi: l’inflazione. Santa inflazione! Maledetta Inflazione! Se provate a cercare in rete e in libreria troverete milioni o miliardi di parole spese in merito. Non è divertente come argomento, lo ammetto. Parlare di sesso, droga e rock & roll è molto più divertente. Leggere le guide di Vice è molto più divertente. Ma se l’argomento vi interessa e avete voglia c’è in giro... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi