Archivi per tag: magistratura

Dopo 48 ore, primo arrestato e Musumeci è già in bilico. Dai, adesso riditemi che vale la pena votare

Di Mauro Bottarelli , il - 173 commenti

Hai voglia adesso a parlare di giustizia ad orologeria. In punta di autonomia dalla politica, infatti, la magistratura ha atteso che il voto siciliano si compisse, prima di arrestare e spedire ai domiciliari il neo-eletto deputato siciliano dell’UDC, Cateno De Luca, per evasione fiscale. Ovviamente, l’inchiesta che vede coinvolto l’esponente centrista, eletto con la coalizione di centrodestra che ha incoronato Nello Musumeci, era in corso da tempo e, con ogni probabilità,... Continua a leggere

E’ partita l’offensiva per blindare PD e governo. Regola numero uno, non accettare provocazioni

Di Mauro Bottarelli , il - 195 commenti

Et voilà, oggi 15 settembre la XVII legislatura compie il giro di boa: 417 deputati e 191 senatori di prima nomina hanno maturato l’assegno di pensione aggiuntiva da circa 1.000 euro, che potranno incassare, se non rieletti, a 65 anni. E mentre il ddl Richetti giace al Senato, magicamente accadono cose. Dopo l’addio allo ius soli, proprio a Palazzo Madama, causa mancanza di numeri per far passare il provvedimento, in casa PD esplode il caso. Il ministro Delrio sgancia la bomba: atto... Continua a leggere

Se eiaculare su una donna in bus o masturbarsi al parchetto non è reato, Rimini diviene conseguenza

Di Mauro Bottarelli , il - 160 commenti

Penso che, per un uomo, sia uno degli incubi assoluti: dover assistere, impotente, allo stupro della tua donna. Sia essa moglie, fidanzata, sorella o amica. E’ un qualcosa di annichilente, devastante: puoi reggere alle botte, al furto, financo alla tortura. Ma quello è qualcosa che, temo, chi l’ha subito non potrà mai dimenticare. Mai. Non è un caso che un visionario dell’estremo e un terrorista dei generi come Stanley Kubrick inserì questo crimine perverso come... Continua a leggere

Schegge itaGliche….

Di JLS , il - 3 commenti

le corti dei Faraoni d’Egitto erano meno ridicole !!! I magistrati !! li aveti visti ieri tutti imbalsamati e addobati come per carnevale ? il loro carnevale che si ripete tutti gli anni, prima di quello ben più normale e divertente, quello carioca di Rio de Janeiro !!! ieri facevano l’inaugurazione dell’anno giudiziario !! che minchiata è questa ? una casa, un’attività, un opera, si inaugurano una sola volta e basta. Invece ogni anno hanno bisogno di inaugurare... Continua a leggere

Giustizia italiana una maionese impazzita

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su L’Opinione E’ tutto da rifare. Accogliendo la richiesta della Procura generale di Perugia, la Corte di Cassazione ha annullato la sentenza di assoluzione di Amanda Knox e Raffaele Sollecito che aveva messo la parola fine al processo di appello per l’omicidio di Meredith Kercher. Il nuovo processo d’appello, però, si svolgerà a Firenze. Dovremo attendere per conoscere le motivazioni della sentenza, ma nel frattempo bisogna chiarire che non si tratta di un... Continua a leggere

Perché Napolitano deve scaricare subito Bersani

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Notapolitica Altro che Renzi, che resta in riva al fiume rischiando di distrarsi troppo. Oggi le due anime del principale partito di sinistra, il Pd, sono rappresentate la prima, quella maggioritaria, dal segretario Bersani, che dietro di sé (almeno per ora, almeno formalmente) ha la quasi unanimità del gruppo dirigente; e l’altra, decisamente minoritaria, da una personalità esterna, il presidente della Repubblica Napolitano, forte del suo ruolo e del sostegno “in... Continua a leggere

Omertà di casta anche tra i giornalisti?

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Notapolitica I cosiddetti retroscena – un genere letterario, più che giornalistico, tipico della stampa italiana in cui si mischiano maliziosamente fatti e opinioni – ricevono smentite più o meno credibili quasi tutti i giorni. E’ capitato spesso anche che il Quirinale smentisse la Repubblica, ma il caso di oggi è particolarmente esemplare e merita una riflessione. Giorgio Napolitano, infatti, ha perso la pazienza e firmato personalmente una brutale smentita... Continua a leggere

Napolitano offre al Pd la linea anti-Bersani

Di Federico Punzi , il - Replica

E’ il vero leader dell’opposizione interna e persegue il “piano B” che il Pd non osa proporre Anche su Notapolitica A qualcuno dalle parti del Pd, in certe redazioni e in certe procure, sarà andata di traverso la cena. Le più ampie «valutazioni» preannunciate dal presidente Napolitano al termine del suo incontro con il segretario e i capigruppo del Pdl sono andate al di là di quanto ci si potesse attendere, per la severità dei moniti non solo nei confronti del... Continua a leggere

Una Repubblica fondata sull’ipocrisia

Di Federico Punzi , il - Replica

«Quando la praticano gli americani [ma aggiungerei gli inglesi, i francesi, i tedeschi…], si chiama lobby; quando la fanno gli altri [ma direi, noi italiani] diventa corruzione». Questa la significativa battuta che Jagdish Bhagwati, del Council on Foreign Relations, ha rilasciato a La Stampa sul caso Finmeccanica, spiegata così: «Supponiamo che un Paese importante mandi una delegazione in India guidata dal capo del governo, e prometta alle autorità di nuova Delhi di aiutarle in... Continua a leggere

La Commissione grandi fiaschi/2

Di Federico Punzi , il - Replica

«Contrary to the majority of the news coverage this decision is getting and the gnashing of teeth in the scientific community, the trial was not about science, not about seismology, not about the ability or inability of scientists to predict earthquakes». Qualcuno, anche nel mondo scientifico oltreoceano, comincia ad arrivarci. La reazione incredula e sdegnata del mondo scientifico internazionale si deve al sensazionalismo con cui i media hanno riportato la notizia della sentenza... Continua a leggere

Etichette: ,

La Commissione grandi fiaschi

Di Federico Punzi , il - Replica

Premesso che trovo il reato contestato ai componenti della Commissione grandi rischi, l’omicidio colposo, e quindi la pena, assurdi, e che la magistratura italiana – come dimostrano anche le reazioni all’estero – è totalmente screditata ed è l’unica casta che agisce nell’irresponsabilità, va detto con molta chiarezza però che non erano sotto processo gli scienziati, ma i membri, certo tecnici, di un’autorità pubblica, i quali non sono stati... Continua a leggere

Etichette: ,

Il Parlamento si consegna mani e piedi alla magistratura

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su L’Opinione L’Italia è davvero un paese che non riesce a imparare dai propri errori. Il ddl anticorruzione approvato dal Senato, e il decreto legislativo sull’incandidabilità dei condannati che sarà adottato a breve dal governo, come promesso dal ministro della Giustizia Severino, rischiano di aprire un’ulteriore falla, dopo la prima aperta con l’abolizione dell’immunità parlamentare nel 1993, sull’onda di Tangentopoli, nel delicato... Continua a leggere

I più intoccabili degli intoccabili

Di Federico Punzi , il - Replica

E’ stata la rassegnazione più che l’indignazione la reazione della grande stampa – anche dei giornalisti da anni impegnati nella battaglia contro la “casta”, intesa come ceto politico – alla sentenza con cui i giudici della Corte costituzionale hanno “salvato” gli stipendi d’oro dei magistrati, loro colleghi, e degli alti burocrati dello stato dal “contributo di solidarietà” introdotto nel 2010 dal governo Berlusconi (il 5% per la... Continua a leggere

Il caso Sallusti, il prezzo della libertà di stampa e l’anomalia italiana

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su L’Opinione La diffamazione è una brutta bestia. Ma lo è anche il carcere. Come la mettiamo? Il tema è di quelli centrali per le società aperte e democratiche, per uno stato di diritto. La bilancia delle reazioni al “caso Sallusti” pende per la libertà di stampa. Ma sull’altro piatto non c’è un valore trascurabile in un ordinamento che vorremmo poter definire liberale: l’integrità della reputazione, della propria onorabilità, è sacra quanto... Continua a leggere

Un’inchiesta per restituire credibilità alla giustizia italiana

Di Federico Punzi , il - Replica

Se le parole di Sollecito oggi possono apparire verosimili e non farneticazioni, è perché il teorema accusatorio, la natura puramente indiziaria del processo e le modalità della raccolta delle prove, giudicate dai periti super partes «approssimative», non conformi agli standard, hanno destato pesanti perplessità. Considerando i sospetti che fin dall’inizio gravano sulla correttezza dell’operato della pubblica accusa, e la vasta eco internazionale della vicenda, le nostre... Continua a leggere

Non chiamateli terroristi: i nuovi "compagni che sbagliano"

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su L’Opinione Se qualcuno vi dicesse che il rapimento e l’uccisione di Aldo Moro, l’assassinio di D’Antona e di Biagi, per citare crimini più recenti, non furono atti di terrorismo, ma solo “sovversivi”, probabilmente gli dareste del pazzo delirante. Eppure, è ciò che in pratica hanno sancito la Corte di Cassazione e la Corte d’assise d’appello di Milano nelle sentenze di condanna che riconoscono gli imputati, appartenenti alle «nuove Brigate... Continua a leggere

La peste delle intercettazioni e le colpe del Colle

Di Federico Punzi , il - Replica

A questo punto tanto vale pubblicarle, tutte, maledette e subito. Anzi, le stampi direttamente la procura di Palermo le intercettazioni che riguardano il Capo dello stato. Di abuso in abuso, siamo giunti al culmine di questo vero e proprio bubbone che infetta le istituzioni e la politica. E accanto a pezzi di magistratura che agiscono come “servizi deviati”, cioè deviando e sconfinando dai limiti che la Costituzione assegna al proprio ufficio per giocare un ruolo politico, si... Continua a leggere

Un’altra vittima di un sistema impazzito

Di Federico Punzi , il - Replica

Piange lacrime di coccodrillo oggi chi ha contribuito ad affossare il tema delle intercettazioni Depositato alla Consulta il ricorso del capo dello Stato per conflitto di attribuzioni sollevato contro la Procura di Palermo, in merito all’uso delle intercettazioni di conversazioni telefoniche del presidente Napolitano nell’ambito dell’inchiesta sulla presunta trattativa Stato-mafia, e celebrati i funerali di un leale servitore dello Stato, il consigliere del Quirinale Loris... Continua a leggere

Urrà per Rossella ma non per l’Italia

Di Federico Punzi , il - Replica

Urrà per Rossella Urru. La sua liberazione è una bellissima notizia, ma c’è poco da festeggiare. Il suo riscatto non rappresenta certo il riscatto dell’Italia. Soprattutto non dovrebbero lasciarsi andare ad eccessive manifestazioni di giubilo le nostre autorità, che hanno gestito malissimo questa vicenda come altre simili: nove mesi senza toccar palla e alla fine una liberazione, come sembra, dietro pagamento di un riscatto tramite intermediari di altri paesi. E guai a... Continua a leggere

Una Repubblica fondata sulle intercettazioni e sul cinismo

Di Federico Punzi , il - Replica

La legge sembra dare ragione al presidente e torto ai magistrati di Palermo. (…) Tuttavia, uno scivoloso margine di ambiguità rende non del tutto privo di insidie, per il presidente, il ricorso alla Consulta. Le intercettazioni che lo riguardano sono casuali e non penalmente rilevanti, quindi il dissidio è procedurale: i pm avrebbero dovuto chiederne immediatamente la distruzione al gup, come sostiene il Quirinale, oppure la loro irrilevanza dev’essere comunque valutata dalle... Continua a leggere

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi