Archivi per tag: olanda

Mentre noi guardiamo il film che il potere proietta, immigrati e precarietà preparano il nuovo mondo

Di Mauro Bottarelli , il - 65 commenti

La notizia in Italia non è praticamente arrivata: qualche breve accenno e niente più. In Francia e negli USA, invece, ha suscitato grande scalpore. Lunedì la polizia francese ha sventato un attentato per uccidere il presidente, Emmanuel Macron, nel corso della parata sugli Champs Elysées – location preferita da quei tradizionalisti dei francesi per le loro false flag, in effetti molto pittoresche – per il 14 luglio, quando sarà in compagnia nientemeno che di Donald Trump. A... Continua a leggere

Preoccupati dallo sbilanciamento di poteri turco? Date un’occhiata a chi sta comandando negli USA

Di Mauro Bottarelli , il - 140 commenti

Immagino che tutti sappiate come è andato a finire il referendum costituzionale in Turchia: il “Sì” alla svolta presidenzialista voluta fortemente dal presidente Erdogan ha avuto la meglio con il 51% a fronte di un’affluenza altissima, quasi l’86% degli aventi diritto. Molto polarizzata la distribuzione del voto: a valanga in favore del presidente l’Anatolia profonda e musulmana, in favore del “No” le grandi città come Ankara, Istanbul e Smirne.... Continua a leggere

Lo vedi ‘sto pacco bomba? E’ greco! Il potere se la ride, tanto in Olanda hanno vinto Verdi e filo-turchi

Di Mauro Bottarelli , il - 28 commenti

Mercoledì pomeriggio, mentre l’Europa fingeva di trattenere il fiato per le elezioni in Olanda, il ministro della Giustizia francese, Jean-Jacques Urvoas, spiazzava tutti, dichiarando a “Le Figaro” che il suo Paese era pronto a sospendere lo stato di emergenza entrato in vigore dopo gli attentati di Parigi del novembre 2015: “Abbiamo creato le condizioni che rendono possibile uscire dallo stato di emergenza, questo senza indebolirci o farci rimanere spiazzati nei... Continua a leggere

Ankara: “L’accordo sui migranti è finito”. E mentre Rutte gode in vista del voto, il PD punta al suicidio

Di Mauro Bottarelli , il - 70 commenti

Già nel mio articolo di domenica avevo evidenziato come Germania e Olanda stessero usando strumentalmente la crisi diplomatica con la Turchia per ragioni di politica interna, strettamente legate agli appuntamenti elettorali in programma. Non ci voleva molto a capirlo, visto che fino alla scorsa settimana a nessuno in Europa fregava assolutamente nulla del referendum costituzionali turco che permetterà, in caso di vittoria, ad Erdogan di restare al potere fino al 2029 con deleghe pressoché... Continua a leggere

Con i rinforzi Usa, in Siria tornano i kamikaze anti-sciiti. E attenzione ai giochini Ue sull’affaire turco

Di Mauro Bottarelli , il - 33 commenti

Un weekend di incredibili coincidenze che quello che stiamo vivendo. Ieri il sangue è piombato sul pellegrinaggio sciita ai mausolei del cimitero di Bab al-Saghir, nel centro di Damasco, colpendo con due esplosioni i bus carichi di pellegrini scciti iracheni. Stando alla tv di Stato di Baghdad, che citava il ministero degli Esteri, almeno 44 iracheni sono tra le vittime, 120 i feriti. Stando a fonti vicine all’opposizione siriana, un attentatore suicida si è scagliato contro un bus... Continua a leggere

Paesi Bassi. Inizia la stesura del rapporto per uscire dalla Zona euro

Di Ticino Live , il - 8 commenti

dal portale www.blognews24ore.com I Paesi Bassi starebbero pensando di abbandonare la Zona euro. Un gruppo di deputati olandesi ha chiesto la preparazione di un rapporto sul futuro della moneta unica, prima di un dibattito in Parlamento sull’opportunità di uscire dalla Zona euro. I lavori sono stati avviati a seguito di preoccupazioni riguardanti la politica dei tassi bassi attuata dalla Banca centrale europea e il suo impatto sui risparmiatori olandesi. Il rapporto dovrà anche immaginare... Continua a leggere

Le paranoie avanzano: il Quarto Reich ha sede nel Varesotto, mentre Wilders è un agente israeliano

Di Mauro Bottarelli , il - 19 commenti

Una piccola e breve premessa: è almeno da quindici anni che convivo con la nomea di complottista, la cosa non mi ha mai creato problemi. Anche perché, come diceva sempre mio nonno, il tempo è galantuomo. Talmente galantuomo da vedere Hillary Clinton sconfitta alle presidenziali da Donald Trump anche per le balle sesquipedali che ha raccontato quando era Segretario di Stato. Dire che l’Isis non era propriamente il frutto di spontaneismo jihadista anti-Assad è coinciso per mesi e mesi... Continua a leggere

La legge di Don Camillo che l’establishment non capisce. E anche in Svezia è suonata la sveglia

Di Mauro Bottarelli , il - 52 commenti

Ormai è una guerra quotidiana, la stampa cosiddetta autorevole comincia a sentire puzza di bruciato e ha messo il turbo alla propaganda anti-populista. Giovanna Botteri, dopo l’iniziale shock testimoniato anche dall’acconciatura, si è lanciata in bocciature preventive di qualsiasi nome venga accostato all’amministrazione Trump: è dai tempi del processo di Norimberga che non si assisteva a uno spettacolo simile. A sostenerla nel suo sforzo a difesa della democrazia,... Continua a leggere

L’inizio della fine: fuga di capitali per 180 miliardi. Le aziende italiane scappano da bail-in e debito

Di Mauro Bottarelli , il - 55 commenti

Pare che ci sia un vaghissimo problema di fuga di capitali nel nostro Paese e i magheggi da stregone monetario di Mario Draghi potrebbero aggravarlo, ora che all’ampliamento del QE si uniranno le nuove aste di rifinanziamento. A sottolinearlo è uno studio pubblicato da “Sober Look”, il quale parte da un assunto molto semplice e innegabile: nell’eurozona i bilanci netti stanno continuando ad ampliarsi proprio per i continui flussi di capitale che dalla periferia si... Continua a leggere

Altro che Austria, qui è tutta Europa che alza muri e chiude confini. E la Germania si spinge oltre

Di Mauro Bottarelli , il - 58 commenti

Dunque, facciamo il punto sulla questione migranti. Dopo l’incontro tra il ministro dell’Interno, Angelino Alfano e il suo omologo austriaco, Wolfgang Sobotka, il dramma del muro al Brennero pare essersi formalmente ridimensionato. Il titolare del Viminale, infatti, ha prima promesso un rafforzamento dei controlli verso il confine con l’Austria (forse allora a Vienna non avevano tutti i torti) ma poi ha spavaldamente detto che “l’Italia non si fa spaventare da un... Continua a leggere

Olanda ed Austria, erezioni anti-UE

Di Johnny88 , il - 12 commenti

Anche le formiche nel loro piccolo si incazzano. La piccola e virtuosa Olanda e l’altrettanto piccola e virtuosa Austria infatti sono pronte a votare in massa partiti dichiaratamente ostili al Leviatano di Bruxelles. In Olanda alle elezioni anticipate che si terranno in autunno, elezioni conseguenti il tracollo del governo Rutte, la sinistra radicale prende la testa. Secondo PEIL.nl se si votasse domani la sinistra radicale risulterebbe essere il primo partito e otterrebbe 28 seggi al... Continua a leggere

Etichette: , ,

La giornata: lunedì nerissimo e tasse da allarme rosso

Di Federico Punzi , il - Replica

Lunedì nerissimo per le Borse europee. Milano perde quasi il 4%, è sotto la soglia dei 14.000 punti, lo spread è salito fino a 410 punti. A preoccupare i mercati i risultati del primo turno delle presidenziali francesci (più Hollande che Le Pen, a mio avviso), la crisi politica in Olanda dopo il fallimento delle trattative sulle misure di austerity per ridurre l’elevato deficit, e come se non bastasse il dato negativo del manifatturiero in Germania. Nel frattempo prosegue con tutti... Continua a leggere

Olanda : una strana allenza nel segno degli animali

Di lafayette70 , il - 5 commenti

Un’ insolita mésalliance tra la destra anti-islamica di Geert Wilders e il Partito degli Animali (l’unica formazione politica di questo tipo presente in un parlamento nazionale europeo) si è instaurata in Olanda. Il piccolo paese dei mulini a vento si conferma così uno tra i più interessanti laboratori politici degli ultimi anni.  La materia del contendere, anzi meglio sarebbe dire, del connubio, è un disegno di legge che verrà presto discusso alle Camere contenente la proposta di... Continua a leggere

Olanda: un altro governo col fiatone

Di lafayette70 , il - Replica

Guai grossi per il governo di minoranza alla guida dell’Olanda da appena pochi mesi.  Come principale risultato emerso dal rinnovo delle amministrazioni provinciali, infatti, spicca la mancanza di una maggioranza nel primo ramo del parlamento, il Senato. Questo perchè, a differenza della Camera dei Deputati, lo stesso viene eletto indirettamente dai delegati delle province.  I numeri, per ora, sembrano difettare al premier Mark Rutte ed alla sua coalizione composta dai liberali del VVD,... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi