Archivi per tag: ONU

Le lunghe spire del Deep State stanno avvolgendo Trump, Parte #1

di David Stockman Forse ci siamo persi qualcosa: come ad esempio la possibilità che i canyon di Wall Street si trovino effettivamente su un altro pianeta anni luce dalla Terra! Altrimenti come si può spiegare la calma in un mercato azionario seduto su una gigantesca bolla e di fronte al potenziale scoppio della Terza Guerra Mondiale? Gente, il Deep State ha preso in ostaggio Trump. Qualunque sfida pre-elettorale lanciata al Warfare State è stata completamente liquidata. Forse Wall Street... Continua a leggere

La futilità del movimento anti-riscaldamento globale

Di Francesco Simoncelli , il - 18 commenti

di Gary North Donald Trump ha fatto deragliare il movimento anti-riscaldamento globale. Fin dall’inizio il movimento era futile. La ragione dovrebbe essere chiara: non esiste un’organizzazione internazionale che possa imporre qualsiasi tipo di sanzioni significative a coloro che violano i codici specifici per quanto riguarda le emissioni di anidride carbonica. Se non ci sono agenzie che possono imporre sanzioni, non esiste alcuna legge. Questo perché la legge senza sanzioni è... Continua a leggere

Su Israele, l’ONU garantisce al Deep State l’ultimo alibi di unilateralismo. E l’Est Europa l’ha capito

Di Mauro Bottarelli , il - 74 commenti

Non so voi ma io noto un po’ troppo entusiasmo degno di miglior causa dietro il voto al Consiglio di sicurezza dell’ONU relativo alla volontà statunitense di riconoscere Gerusalemme come capitale d’Israele. Certo, il dato numerico del voto può fare impressione, 128 a 9 sembra una di quelle partite di pallacanestro fra ragazzini dotati e schiappe senza redenzione ma al di là del valore simbolico, Washington ha paradossalmente tutto da guadagnare da quanto accaduto. Primo,... Continua a leggere

La storia la scrivono i vincitori ma state tranquilli: posto libero accanto a Mladic ne resta parecchio

Di Mauro Bottarelli , il - 108 commenti

Ieri attendevamo una risposta da Strasburgo, è arrivata invece dall’Aja. Sempre di tribunali si tratta ma fra la decadenza di Silvio Berlusconi e quella dell’Occidente, la differenza esiste. Perché la sentenza che ha condannato all’ergastolo Ratko Mladic per crimini di guerra non è un atto di giustizia, né tantomeno un pilastro attorno al quale riscrivere la storia del mattatoio balcanico: è una vergognosa coperta di Linus che servirà da precedente per, paradossalmente,... Continua a leggere

Ma se i fusilli di CasaPound sono voto di scambio, offrire lo ius soli pur di coalizzarsi al voto, cos’è?

Di Mauro Bottarelli , il - 139 commenti

Non è mia abitudine occuparmi di formiche, tantomeno di quelle con la tosse che si atteggiano a giganti. Trovo che una totale indifferenza sia la migliore risposta verso la nullità. Qui, però, siamo di fronte a qualcosa di pericoloso: il su citato gigante, infatti, è talmente ferito e agonizzante da chiedere alle sue pulci di fare il lavoro sporco per lui, girando armate di propaganda per la savana alla disperata ricerca di alleati. E consensi. Tocca, quindi, sporcarsi le mani. Con... Continua a leggere

Nuova campagna siriana per ONU e Amnesty ma la pace Qatar-Iran dice che qualcosa è cambiato

Di Mauro Bottarelli , il - 32 commenti

Della Siria, si sa, non frega più un cazzo a nessuno. Sparita dai tg, sparita dalle intemerate di sedicenti giornalisti e intellettuali. Se la gioca a livello di interesse generale con lo Yemen, quindi siamo alle soglie del feticismo estremo. D’altronde, quando la tua narrativa perde colpi di fronte all’avanzare della realtà, ci sono due alternative: alzare la posta della scommessa o abbandonare il tavolo da gioco. La mordacchia mediatica è la versione moderna e vigliacca della... Continua a leggere

Presto le ONG saranno colpevoli anche per Ustica. Ma che strano silenzio dell’UE sul caso Libia-Italia

Di Mauro Bottarelli , il - 108 commenti

Ormai siamo alla pantomima. Ma tragica, non tragicomica. Di colpo abbiamo scoperto che le ONG che operano da anni nel Mediterraneo non sono quegli specchiati esempi di virtù che giornali come “Repubblica” ci hanno spacciato fino a ieri. Certo, il gioco delle parti deve continuare e vi spiegherò dopo perché, almeno a mio avviso, quindi è normale che oggi la lettura nobile che ci offre il quotidiano di Carlo De Benedetti sia questa, Saviano: "Io sto con Medici senza... Continua a leggere

In Venezuela 13 morti in un giorno, USA indignati. Gli stessi che hanno ammazzato 29 civili in Siria

Di Mauro Bottarelli , il - 47 commenti

Non so se avete mai visto “Nel nome del padre”, il film capolavoro di Jim Sheridan dedicato alla storia vera dei “Quattro di Guilford”, cittadini arrestati, incolpati e condannati per un attentato dell’IRA in territorio britannico sulla base di false prove, poi scoperte dall’avvocato difensore di uno di loro. Bene, la foto di copertina che ho scelto raffigura proprio Emma Thompson nel momento in cui presenta alla Corte la prova di quella manipolazione: un... Continua a leggere

Un piano di sostituzione in corso? Lo dice l’ONU. Ma una sana “educazione boldriniana” ci salverà

Di Mauro Bottarelli , il - 212 commenti

Nel mio articolo di ieri raccontavo, tra l’altro, del report che verrà presentato oggi in Germania riguardo l’attendibilità dei resoconti che la stampa teutonica ha offerto ai suoi lettori riguardo la questione migranti. Per chi non volesse leggerlo, ecco un rapido sunto. La ricerca è a cura della Otto Brenner Foundation (è già disponibile sul sito), basata sull’analisi di migliaia di articoli di giornale pubblicati tra il febbraio 2015 e il marzo 2016 e condotta dai... Continua a leggere

Ma se Assad è un macellaio, come mai 500mila profughi (veri) siriani sono già ritornati a casa?

Di Mauro Bottarelli , il - 120 commenti

Non so se avete notato ma, sui media mainstream, la copertura cronachistica della liberazione di Mosul dall’Isis ha goduto di un’enfasi vagamente maggiore di quella riservata ad Aleppo, proprio una differenza quasi impercettibile. Nel primo caso c’era quasi da dolersi, lutti al braccio nei talk-show e scenari apocalittici come quelli prefigurati dell’editoriale da codice penale di Rula Jebreal a “Piazza pulita”, evocante stupri di massa da parte dei militari... Continua a leggere

Putin: un nazionalista con le armi nucleari

di Gary North Vladimir Putin è odiato dalla sinistra occidentale. Un esempio rappresentativo è stato l’ultimo discorso di Obama come presidente USA alle Nazioni Unite, l’incarnazione istituzionale dell’internazionalismo. Ironia della sorte, il suo nome evoca il potere ma in realtà non ce l’ha mai avuto, così come non l’ha mai avuto l’ONU. È odiato da queste persone per una buona ragione: è il nazionalista più potente sulla terra. Governa un paese con... Continua a leggere

Tutti contro Trump, perché fa ciò che già fece Obama. E in Canada arriva l’attentato su misura

Di Mauro Bottarelli , il - 66 commenti

Dunque, Donald Trump sta facendo indignare il mondo per la sua decisone di un blocco temporaneo, 90 giorni, degli immigrati provenienti da sette Paesi indicati come esportatori di terroristi. In molti aeroporti americani sono andate in scena proteste di cittadini, i quali chiedono porte aperte per i rifugiati e bollano come anti-americano l’atto compiuto dal presidente Usa. Lo sdegno ha mosso tutti: dall’Onu all’Ue, passando per i governi di mezzo mondo, tutti uniti nel... Continua a leggere

Ci risiamo: l’Onu torna ad accusare direttamente Assad per le armi chimiche. A quando le scie?

Di Mauro Bottarelli , il - 16 commenti

Certe cose arrivano puntuali e ineluttabili, come la morte e le tasse. Obama, da buon avvelenatore di pozzi qual è, non poteva andarsene senza sferrare l’ultimo colpo al suo acerrimo nemico Vladimir Putin, dopo l’umiliazione della liberazione di Aleppo e il flop delle accuse di spionaggio. Ed ecco che, poco fa, la Reuters ha stupito il mondo comunicando che “un’inchiesta congiunta per le Nazioni Unite e per la Organisation for the Prohibition of Chemical Weapons (OPCW)... Continua a leggere

Aleppo è liberata ma a media e politici occidentali sembra che sia morto il gatto. Nostalgia dell’Isis?

Di Mauro Bottarelli , il - 63 commenti

Per i media di regime e per la gran parte dei politici, i jihadisti sono diventati come la Nutella: che mondo è senza di loro? Viene da chiederselo, perché nel tardo pomeriggio di ieri, quando da Mosca veniva annunciata la liberazione totale di Aleppo dal cancro dell’Isis, non si è assistito a scene di giubilo. Anzi. Sembrava quasi che russi, siriani e iraniani avessero liberato la città da una compagnia di teatro che per quattro anni aveva fatto divertire grandi e piccini: nella... Continua a leggere

Come lo stato può uccidere il denaro contante

Di Francesco Simoncelli , il - 65 commenti

di James Rickards Le élite globali stanno utilizzando i tassi d’interesse negativi per mimare gli effetti dell’inflazione — far sparire il vostro denaro. Un modo per evitare i tassi d’interesse negativi è quello di possedere denaro contante. Al fine di evitare questa opzione, le élite hanno lanciato una guerra al contante. La guerra al contante ha due spinte principali. La prima è quella di rendere difficile l’accesso al denaro contante. Le banche statunitensi,... Continua a leggere

Trump potrebbe resettare l’intero GOP

di David Stockman Wow. Il Super Tuesday è stato un terremoto, e non solo perché Donald Trump ha tutte le attenzioni. La cosa migliore è stata la batosta e l’umiliazione che gli elettori in tutta l’America hanno rifilato al piccolo Napoleone dalla Florida, Marco Rubio. Così facendo, gli elettori hanno iniziato il processo di liberazione della nazione dal Partito della Guerra e dalla combriccola di neocon interventisti. C’ hanno influenzato per quasi tre decenni e le... Continua a leggere

La ricetta di Soros per l’Europa: più immigrazione. Ma nell’ombra cresce l’area grigia del radicalismo

Di Mauro Bottarelli , il - 57 commenti

“In Libia ci sono un milione di potenziali migranti. Aiutando il Paese a ricostruire il tessuto economico, agricolo ed industriale, queste persone non avranno più ragione di muoversi”. Lo ha detto il generale Paolo Serra, consigliere militare dell’inviato speciale Onu in Libia, Martin Kobler, in audizione al Comitato Schengen, evidenziando un aumento delle partenze nel 2016 e come l’estrazione petrolifera in Libia sia scesa da 1,8 milioni a 300mila barili al giorno,... Continua a leggere

Quando è troppo, è troppo! La Casa di Saud deve finire nella pattumiera della storia

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

Ricordo a tutti i lettori interessati che è in vendita la mia traduzione dell’ultimo libro di Gary North, L’economia cristiana in una lezione, acquistabile a questo indirizzo: http://bit.ly/1JUqFIt. Con questo manoscritto North, attraverso uno sforzo letterario pregevole, unisce ciò che è stato diviso per anni da un mondo accademico cieco e sordo alla centralità dell’individuo nell’analisi economica: etica ed economia. L’escamotage della chiave di... Continua a leggere

La Germania ci insegna che non esiste dovere all’accoglienza. E nemmeno diritto all’invasione

Di Mauro Bottarelli , il - 18 commenti

Oggi avrei voluto parlarvi di tutt’altro ma due notizie mi hanno convinto ad affrontare il tema spinoso dell’immigrazione e del presunto dovere dell’accoglienza, in maniera provocatoria, lo anticipo subito. Primo, i fiumi di melassa buonista sparsi alle esequie laiche di Umberto Eco a Milano, trasmesse pressoché a reti unificate. Secondo, una cosa ben più seria, ovvero l’intervista rilasciata dal presidente francese, Francois Hollande, alla radio France Inter e... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi