Archivi per tag: parlamento

Catalogna: out. Rosatellum: out. Ora pensiamo alle cose serie: chi vince il derby domenica sera?

Di Mauro Bottarelli , il - 102 commenti

Quando ci sono momenti come quello che stiamo vivendo, gravidi di pochi appuntamenti ma capaci di catalizzare l’attenzione di media e opinione pubblica, utilizzo il mio termometro sociale personale, ovvero il bar. Se vuoi capire che aria tira, nel mondo anglosassone dicono di chiedere ai taxisti. Io ascolto i discorsi al bancone del bar. E stamattina, vi assicuro, del Rosatellum-bis non fregava un cazzo nemmeno allo spremiagrumi. Il “Corriere della Sera” era gettonato solo... Continua a leggere

Attenti a come chiamate il cameriere per il conto, braccio giù. Siamo all’antifascismo di Jane Fonda

Di Mauro Bottarelli , il - 90 commenti

La vita è fatta di priorità, c’è poco da discutere. La vastità dello scibile umano, infatti, quando l’emergenza incombe deve farsi da parte e lasciare strada libera a ciò che davvero appare indifferibile al bene comune: tocca fare delle scelte. E la politica è anche l’arte di compiere delle scelte, prendersi delle responsabilità su delega del popolo. Una cosa importante, insomma, non questione di lana caprina. Oggi, insieme alle scuole, riapre anche il Parlamento, si... Continua a leggere

Alla fine, andremo in acque libiche a portare il Prep ai migranti per le scottature. Invoco pietà

Di Mauro Bottarelli , il - 94 commenti

Al netto del caldo bastardo che stiamo subendo, non vi sentite un po’ più larghi? Non state un po’ più comodi? Ma, soprattutto, non vi sentite un po’ più sicuri? Come no, cazzo? Lo dice il Viminale! Segno meno, per la prima volta nel 2017, per gli sbarchi di migranti in Italia: 95.215 ad oggi contro i 97.892 del 2016 (-2,7%). Evviva! Marco “Terminator” Minniti ha fatto ‘o miracolo , come direbbero a Napoli! Al netto delle battute, prepariamoci al peggio,... Continua a leggere

Con il suo tweet, Corsaro ha garantito la “santità” a Fiano. Detto questo, non eravate tutti Charlie?

Di Mauro Bottarelli , il - 57 commenti

Siccome io sono davvero un sincero democratico e, soprattutto, uno che non nasconde la realtà, questo è il tweet con cui la presidente della Camera, Laura Boldrini, accusa l’universo mondo di aver equivocato e stravolto il suo pensiero riguardo l’annosa questione dei simboli architettonici fascisti che turberebbero i partigiani e che, quindi, andrebbero abbattuti. Mai detto di voler abbattere monumenti #fascismo Ennesima bufala di giornali specializzati in #fakenews... Continua a leggere

Italiani, andiamo in guerra. Tra Libia nel caos dell’assurdo e giochini sauditi in Libano

Non so se è chiaro ma siamo in guerra. Contro chi? Apparentemente, l’Isis. La certezza è che ormai il Rubicone è stato varcato e se in Francia hanno avuto almeno la decenza di interpellare il Parlamento per inserire lo stato di emergenza (e quindi i poteri speciali all’esecutivo) in Costituzione, qui apprendiamo le cose a mezzo stampa dal Corriere della Sera. Il quale ci ha fatto sapere che il presidente del Consiglio ha firmato un decreto che definisce i contorni... Continua a leggere

Stato, statalismo, statalesi : la messa è finita. Amen.

Di JLS , il - 23 commenti

Avete ancora un po’ di tempo per farvene una ragione, statalesi di ieri e di oggi, parassiti di ogni ordine e grado, distribuiti a macchia di leopardo in tutta la penisola, come metastasi storico-geografica. Al clero della religione moderna – lo statalismo, concentrato nei palazzi di roma e al suo pontefice massimo, proveniente dal mesozoico primario di diluviana memoria, sia chiara una notizia : GAME OVER. Tradotto nel vostro lurido gergo politichese, fatto di parole finte e... Continua a leggere

Fate Cagare

Di Marco Tizzi , il - 51 commenti

Chi frequenta questo sito sa che non sono mai stato (e mai sarò) tenero con il Movimento 5 Stelle. Ma quando hanno ragione, hanno ragione. Quando c’è da mandare tutti a fare in culo, allora è giusto mandare tutti a fare in culo. Ritengo il Parlamento un teatrino dove si svolge uno spettacolo, ma questo teatrino deve avere delle regole tra gli attori, altrimenti è giusta la violenza. E non solo verbale. Regole al di là dei regolamenti, regole di rispetto dei ruoli. Tra queste regole... Continua a leggere

Da Napolitano schiaffi ai partiti e lezione di politica valida per tutti

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Notapolitica Con una durezza senza precedenti, e un velo di irritazione, il presidente Napolitano si è rivolto alle forze politiche che lo hanno appena rieletto nel suo discorso di insediamento alle Camere. Vere e proprie sberle verbali sono volate nell’aula di Montecitorio all’indirizzo dei partiti, colpevoli di inconcludenza, irresponsabilità, immaturità politica e democratica. Ne ha avute per tutti, grillini compresi. Ma è al Pd che ha attribuito la responsabilità... Continua a leggere

E’ ora che gli italiani scelgano da soli il loro presidente

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Notapolitica e L’Opinione Mentre Milena Gabanelli si chiama fuori (dopo una riflessione così prolungata da far trasparire scarso senso del ridicolo), e Rodotà dunque, alla fine, dovrebbe essere il nome scelto dal M5S per sfidare il Pd, e mentre Prodi sembra ormai uscito dalla partita, con il deludente ottavo posto ottenuto alle “Quirinarie”, sembra Giuliano Amato il fortunato (o sfortunato) destinato ad entrare Papa nel Conclave presidenziale (con D’Alema... Continua a leggere

Game over per Bersani

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Notapolitica Se le telefonate di un famoso spot allungavano la vita, le consultazioni hanno allungato la vita politica di Bersani, che ha cercato di vivere il più a lungo possibile il suo sogno di diventare presidente del Consiglio, pur rifiutando l’unica prospettiva politica che gli avrebbe potuto ragalare una chance. E’ riuscito a trascinare il suo testardo tentativo, costellato di passaggi davvero patetici – come le “consultazioni” con Saviano e il... Continua a leggere

Prosegue il braccio di ferro Napolitano-Bersani

Di Federico Punzi , il - Replica

Dunque, il presidente Napolitano ha deciso di attribuire a Bersani una sorta di “incarico esplorativo”. Non è il presidente del Consiglio incaricato di formare un governo. E’ il capo della coalizione con la maggioranza assoluta dei seggi alla Camera e relativa al Senato incaricato di verificare «l’esistenza di un sostegno parlamentare certo». Napolitano è stato chiaro e rigoroso: al termine delle sue consultazioni, Bersani dovrà riferire l’esito della... Continua a leggere

La distrazione di massa dai veri costi della politica

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su L’Opinione e Notapolitica Ben vengano i tagli alle retribuzioni dei presidenti delle Camere e dei parlamentari, naturalmente, e con essi il taglio agli sprechi, sperando che questa volta non si tratti solo di parole ma si passi ai fatti. Non possono che destare preoccupazione, tuttavia, i segni di una certa deriva “impiegatizia” del lavoro dei parlamentari che ci sembra di cogliere nelle parole dei neo presidenti Boldrini e Grasso, che in alcune loro uscite mostrano... Continua a leggere

“Smacchiato” il piano di Bersani

Di Federico Punzi , il - Replica

Le ripetute fumate nere per l’elezione dei presidenti di Camera e Senato hanno “smacchiato” il piano di Bersani. Come previsto, i grillini si sono rivelati non integrabili: non sono disposti ad alcun accordo sui presidenti delle Camere, figuriamoci per una maggioranza di governo. Se ne restano seduti in aula a votare i propri candidati in un esercizio di autismo politico. La carta di riserva che il Pd avrebbe in mente di giocare sarebbe quella di un accordo con Scelta Civica... Continua a leggere

Una ignobile marchetta al mondo arabo

Di Federico Punzi , il - Replica

Un’altra brutta, ignobile pagina di politica estera (dopo l’incredibile vicenda dei due marò, da ben 288 giorni prigionieri e sotto processo in India, con il nostro governo incapace di muovere un dito!) è quella che ci regalano il presidente Napolitano, il premier Monti, e il ministro degli esteri Terzi schierando l’Italia a favore della risoluzione che riconosce alla Palestina, o meglio all’Anp, lo status di «stato non membro osservatore permanente»... Continua a leggere

Con le preferenze l’inganno raddoppia: c’è ma non si vede

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su L’Opinione Sembra un successo politico per il Pdl l’adozione della sua proposta di riforma elettorale come testo base in Commissione Affari costituzionali al Senato, per di più con la risurrezione, per l’occasione, della vecchia alleanza, CdL (con Casini e Fini) più Lega, e l’apparente isolamento di Pd e Idv. E’ invece l’ennesimo atto di autolesionismo di un partito prossimo al suicidio per la sua stupidità politica, prim’ancora che per... Continua a leggere

Un’altra vittima di un sistema impazzito

Di Federico Punzi , il - Replica

Piange lacrime di coccodrillo oggi chi ha contribuito ad affossare il tema delle intercettazioni Depositato alla Consulta il ricorso del capo dello Stato per conflitto di attribuzioni sollevato contro la Procura di Palermo, in merito all’uso delle intercettazioni di conversazioni telefoniche del presidente Napolitano nell’ambito dell’inchiesta sulla presunta trattativa Stato-mafia, e celebrati i funerali di un leale servitore dello Stato, il consigliere del Quirinale Loris... Continua a leggere

Una Repubblica fondata sulle intercettazioni e sul cinismo

Di Federico Punzi , il - Replica

La legge sembra dare ragione al presidente e torto ai magistrati di Palermo. (…) Tuttavia, uno scivoloso margine di ambiguità rende non del tutto privo di insidie, per il presidente, il ricorso alla Consulta. Le intercettazioni che lo riguardano sono casuali e non penalmente rilevanti, quindi il dissidio è procedurale: i pm avrebbero dovuto chiederne immediatamente la distruzione al gup, come sostiene il Quirinale, oppure la loro irrilevanza dev’essere comunque valutata dalle... Continua a leggere

Intercettazioni, si sveglia Napolitano

Di Federico Punzi , il - Replica

Che la Procura di Palermo abbia finalmente trovato l’osso duro su cui spaccarsi i denti? Può darsi. L’iniziativa del presidente Napolitano, che ha deciso di sollevare presso la Corte costituzionale un conflitto tra poteri dello Stato riguardo alcune intercettazioni telefoniche che lo riguardano appare del tutto giustificata: «Le intercettazioni di conversazioni cui partecipa il presidente della Repubblica, ancorché indirette od occasionali, sono da considerarsi assolutamente... Continua a leggere

Svanito l’effetto-Monti, di nuovo rischio paralisi

Di Federico Punzi , il - Replica

Dalle comunicazioni del premier Monti alla Camera è emerso chiaramente che pur con tutti i mal di pancia i partiti sono ancora disposti a digerire di tutto. Il governo ha avuto finora, ma ha e avrà ancora, sulle politiche anti-crisi, la massima libertà di manovra. Peccato che si dimostri incapace di usarla. A ben vedere, infatti, a dispetto di facili luoghi comuni, piuttosto che scontrarsi con le lungaggini parlamentari e le resistenze di partiti e lobby, i provvedimenti e le riforme... Continua a leggere

La giornata: Monti prova a mettere in riga i partiti ma Wsj e Ft mettono in riga lui

Di Federico Punzi , il - Replica

Mentre non si placano le tensioni sui mercati, con il rendimento del Btp a 10 anni ben al di sopra del 6%, ieri sera incontrando ABC e stamattina alla Camera Monti ha cercato di mettere in riga i partiti, ma nel frattempo Wall Street Journal e Financial Times all’unisono mettevano in riga lui. Tre cose sono emerse chiaramente dal dibattito in aula. 1) Con tutti i mal di pancia del caso i partiti sono ancora disposti a digerire di tutto. Sulle politiche anti-crisi il governo ha avuto,... Continua a leggere

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi