Archivi per tag: pensioni

Dopo la Libia, un’altra debacle sulle sanzioni USA alla Russia? Ma l’importante è incularci coi vitalizi

Di Mauro Bottarelli , il - 158 commenti

Ringalluzzita dalla richiesta di Al-Sarraj di navi italiane in acque libiche per contrastare il traffico di uomini, l’Italia rischia ancora una volta di arrivare drammaticamente in ritardo su una materia di priorità massima di politica estera. Ma si sa, qui conta la forma (in vista delle elezioni) e non la sostanza, quindi avanti con il teatrino. Al-Sarraj, di fatto, ci ha trattato come i parenti poveri, quelli che stanno un po’ sul cazzo e che cucinano male, il giorno di Natale: ... Continua a leggere

Stato e paternalismo

Di JLS , il - 13 commenti

La connotazione più spregevolmente commovente dello stato è il paternalismo. Un padre naturale dà la vita per i suoi figli, mentre lo stato non può. In quanto finzione linguistica lo stato sopperisce con l’edulcorazione permanente della realtà. Come ? ma con le paternali, diamine !!! Di paternali, lo stato ne ha di tutti i tipi, per ogni stagione e circostanza. Paternali quotidiane sulla gazzetta ufficiale. Provate a scorre l’indice generale di questa formidabile pubblicazione... Continua a leggere

Gli Usa in ripresa, tra giovani disoccupati e pensioni in stile greco

Di Mauro Bottarelli , il - 25 commenti

Ora che la bolla cinese è risolta, grazie ai buybacks obbligatori e alle minacce d’arresto per gli short sellers (se penso che gente del genere sta comprando le nostre aziende e pacchetti azionari di banche strategiche, mi viene quasi nostalgia di Giulio Tremonti), tocca concentrarsi sull’America, la grande dinamo della ripresa globale. Forse. Questo grafico, ci mostra come le richieste iniziali di sussidio di disoccupazione siano cresciute di 30mila unità nelle ultime due... Continua a leggere

Altro che Grecia, il vero teatro dell’assurdo (keynesiano) è il Giappone

Di Mauro Bottarelli , il - 17 commenti

Perso com’ero a magnificare la folgorante ripresa statunitense e a inseguire i singoli rutti da ego ipertrofico di Tsipras e comprimari nella farsa greca che mi sono scordato per un sacco di tempo del mio idolo assoluto, Shinzo Abe e la sua Abenomics. Vediamo di porre rimedio in quest’ultimo articolo della settimana. Con il NIkkei 225 ai massimi da 19 anni, sicuramente l’apprezzamento della popolazione verso premier e governo sarà alle stelle? Direi di no, come ci mostra... Continua a leggere

Crisi del debito. In Polonia confiscate le pensioni

Di Ticino Live , il - 6 commenti

Per ripianare il debito sovrano, troppo alto, il governo della Polonia ha varato quella che ha opportunamente chiamato “Revisione delle pensioni”. Opportunamente perché la denominazione vuole essere politicamente corretta e non dire quello che è in realtà: ossia il trasferimento allo Stato – cioè la confisca – di metà delle pensioni private. Il governo polacco sta facendo fronte a un debito nazionale troppo alto e dunque non è in grado di emetterne di nuovo. Per questo... Continua a leggere

“Non avremo piú soldi per pagare le pensioni”. Vero?

Di fedetrade , il - 21 commenti

Nuovo affondo di Beppe Grillo che dice: “presto finiremo i soldi per pagare le pensioni”. Ennesima trovata populista, oppure vi è un fondo di verità in ciò che dice? Per capire la veridicità delle affermazioni non ci rimane altro che prendere i dati ufficiali Istat e provare ad interpretarli. Gli ultimi disponibili sono relativi al 2010, anno rispetto al quale alcune condizioni economiche sono mutate. Nel 2011 l’Ocse aveva emesso un “alert” nei confronti del nostro Paese, poiché... Continua a leggere

Etichette: , ,

Il pifferaio magico e il grande bluff

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Notapolitica e L’Opinione Raramente in una campagna elettorale le accuse reciproche sono così azzeccate come quelle che si sono scambiati il premier uscente Monti e il suo predecessore Berlusconi. Di solito gli avversari ricorrono gli uni contro gli altri ad ogni tipo di esagerazioni e forzature, se non a vere e proprie mistificazioni. Stavolta, invece, c’è molto di vero. Se Berlusconi ricorda un «pifferaio magico» per le promesse non mantenute, eppure disinvoltamente... Continua a leggere

In piazza l’ideologia non il disagio

Di Federico Punzi , il - Replica

Le buone ragioni di chi – famiglie e imprese – è massacrato di tasse da uno Stato che non vuole dimagrire, da un governo che interpreta l’austerità come dieta da infliggere ai cittadini (mentre il risanamento dev’essere centrato su riduzioni della spesa e non su aumenti delle tasse, ripete Draghi), non si difendono confondendole con gli slogan dei manifestanti di ieri, scesi in piazza per preservare un modello sociale insostenibile e rivendicarne uno ancor più... Continua a leggere

Il Grafico del Giorno: la Spesa (pubblica e privata) per Pensioni nel 2011

Di Gpg Imperatrice , il - 58 commenti

Quando un grafico vale piu’ di mille parole….. (fonte OECD e CERM) Da questo grafico si deduce che: a) L’Italia e’ di gran lunga la nazione che spende piu’ di tutte per le pensioni e lo fa con soldi pubblici (circa 24 milioni di trattamenti, di cui 7 milioni a pensone con meno di 65 anni) b) In Italia la “Previdenza Integrativa e Privata” ha dimensioni ridicole   Detto questo, e’ verissimo che: 1) Le svariate riforme (Dini, Tremonti,... Continua a leggere

Etichette: ,

I più intoccabili degli intoccabili

Di Federico Punzi , il - Replica

E’ stata la rassegnazione più che l’indignazione la reazione della grande stampa – anche dei giornalisti da anni impegnati nella battaglia contro la “casta”, intesa come ceto politico – alla sentenza con cui i giudici della Corte costituzionale hanno “salvato” gli stipendi d’oro dei magistrati, loro colleghi, e degli alti burocrati dello stato dal “contributo di solidarietà” introdotto nel 2010 dal governo Berlusconi (il 5% per la... Continua a leggere

Dove cascano gli asini/2

Di Federico Punzi , il - Replica

E gli asini sono cascati veramente: gravemente insufficiente. E’ il voto della Ragioneria generale dello Stato alla copertura finanziaria prevista dall’articolo 5 della controriforma delle pensioni “Damiano e altri”. Altro che i 5 miliardi in 5 anni che qualche irresponsabile ha messo nero su bianco. Si tratta di 17 miliardi, o addirittura di 30 nei prossimi 10 anni. Al di là della cifra esatta una cosa è certa: gli oneri «sarebbero di rilevante entità», tali da... Continua a leggere

Dove cascano gli asini

Di Federico Punzi , il - Replica

Surreale, ma allo stesso tempo rivelatore. Gli stessi partiti che si “litigano” Monti – chi vorrebbe il bis (Casini), chi addirittura lo vorrebbe candidato premier (Berlusconi), e chi comunque lo ritiene una «risorsa», e la sua “agenda” un «punto di non ritorno» (Bersani) – cercano di affossare la sua unica vera riforma, quella delle pensioni. E’ ormai spudoratamente evidente che dietro il tentativo di salvare i cosiddetti “esodati” il... Continua a leggere

Tagli poco ambiziosi, ma ora vanno difesi dai pescecani della spesa

Di Federico Punzi , il - Replica

Non si tratta del taglio della spesa pubblica che servirebbe, tale (non ci stancheremo di ripeterlo) da trasformare i risparmi in meno tasse su cittadini e imprese per far ripartire l’economia; e non è certo questo il passo con cui la Germania è riuscita a tagliare le sue spese di 5-6 punti di Pil in pochi anni. Nell’ultimo decennio la nostra spesa pubblica è cresciuta di quasi 200 miliardi; la spesa primaria, come certificato dalla Corte dei Conti, di circa il 5% in media... Continua a leggere

Cominciano a calarsi le brache anche sui tagli?

Di Federico Punzi , il - Replica

Mentre la Bce taglia di un altro 0,25% i tassi (al minimo storico di 0,75%) – insomma, Draghi sta facendo il suo dovere, lui sì – a poche ore dal Cdm che dovrebbe varare il secondo decreto di tagli alla spesa, quello più corposo, emergono le prime nefandezze che fanno temere l’ennesimo flop montiano. I sindacati piagnoni intanto i loro interessi se li sono fatti: si sarebbero salvati dai tagli, infatti, i permessi sindacali degli statali e i finanziamenti ai Caf e ai... Continua a leggere

Monti rischia il flop anche sui tagli alla spesa

Di Federico Punzi , il - Replica

Se, dopo aver battuto i pugni sul tavolo davanti alla Merkel al Consiglio Ue, arrivando a minacciare il veto sugli altri capitoli del vertice pur di ottenere un paragrafetto sullo scudo anti-spread, non si dimostrasse in grado di portare a casa un taglio significativo della spesa, Monti perderebbe molta della credibilità così ultimativamente messa sul piatto a Bruxelles. Ma come, si chiederebbero i nostri partner più severi, l’Italia viene a chiederci di cucirle praticamente addosso... Continua a leggere

La vera equità? Ricalcolare le pensioni d’oro

Di Federico Punzi , il - Replica

Com’è noto le pensioni d’oro costituiscono uno scandalo tutto italiano, che ha contribuito non poco al dissesto delle nostre finanze e all’esplosione del debito pubblico. Si tratta di assegni molto cospicui: 90 mila, 150 mila, 200 mila euro lordi l’anno e oltre (senza considerare chi cumula fino a tre trattamenti). Ne usufruiscono, spesso a partire da un’età non molto avanzata (ben prima dei 60 anni, a volte persino prima dei 50), soprattutto gli appartenenti... Continua a leggere

I passi falsi di Monti, ora anche in Europa

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su L’Opinione I passi falsi di Monti sono iniziati con le timide liberalizzazioni fino alla resa a sindacati e Pd sull’articolo 18. Un vero e proprio punto di svolta, da cui mercati e osservatori esteri, che avevano dato ampio credito al professore, hanno cominciato prima a dubitare dell’efficacia del suo sforzo riformista, poi ad esserne apertamente delusi. Ma se fino ad oggi i passi falsi avevano riguardato le riforme interne, è preoccupante che adesso se ne vedano... Continua a leggere

Esodati, il vero scandalo è l’assalto alla diligenza

Di Federico Punzi , il - Replica

Sulla vicenda “esodati” un parere controcorrente. Si può spezzare una lancia in difesa della Fornero? Ha fatto confusione e ormai è intimidita, ma il vero problema è che non può dire la verità: non è uno scandalo mandare in pensione anticipata migliaia di cinquantenni in deroga alla riforma che vale per milioni di italiani? Non è una truffa che la previdenza funzioni come ammortizzatore sociale? E non sono aiuti di Stato, le aziende che usufruiscono del cosiddetto... Continua a leggere

PENSIONI: 7 milioni di trattamenti a persone sotto i 65 anni e 75 miliardi di Euro spesi

Di Gpg Imperatrice , il - 13 commenti

L’ISTAT oggi ha comunicato che nel 2010 la spesa complessiva per prestazioni pensionistiche, pari a 258.477 milioni di euro, è aumentata dell’1,9% rispetto all’anno precedente, erogando 23,7 milioni di trattamenti a 16,7 milioni di persone. Qui alleghiamo i numeri essenziali, che danno un’idea del perche’ l’Italia e’ allo sfascio. Per capirsi in Italia si erogano quasi 7 milioni di pensioni a persone con meno di 65 anni, spendendo 75 miliardi: il 5% del PIL nazionale... Continua a leggere

Etichette: , ,

La giornata: crolla la produzione industriale e Monti sa solo aumentare le tasse

Di Federico Punzi , il - Replica

Ennesimo venerdì nero. Piazza affari perde un altro 3,43% e la tensione sulla Spagna è altissima: cds ai massimi (500 punti) e rendimenti al 6%. Il nostro spread è tornato nella scia di quello spagnolo e segue a 385 punti. L’economia mondiale volge al peggio, a indicarlo è il Pil cinese, che nel I trimestre 2012 è cresciuto “solo” dell’8,1% rispetto allo stesso periodo del 2011. Magari crescessimo noi a quel ritmo, peccato che per la Cina è un vistoso... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi