Archivi per tag: Pentagono

Torna ISIS, torna Rita Katz, torna la paura: occorre deprimere ancora un po’ la democrazia negli USA

Di Mauro Bottarelli , il - 64 commenti

I dati di fatto sono quattro. Primo, torna ad essere colpita Manhattan, dopo l’11 settembre. Secondo, gli analisti già parlano di un salto di qualità, definendo l’attacco di ieri su “modello europeo”, ovvero un pazzo o radicalizzato che si lancia sulla folla con un mezzo di trasporto in un giorno di festa e non più un uomo che si mette a sparare con armi pesanti, di fatto una risposta diretta all’appello dell’ISIS a colpire i civili, utilizzando armi non... Continua a leggere

Siamo solo tanti “Numero 6” nel villaggio globale del controllo sociale. Vale la pena andare avanti?

Di Mauro Bottarelli , il - 142 commenti

Prima di tutto, scusatemi in anticipo per la lunghezza dell’articolo di oggi. Immagino che pochi di voi abbiano visto la serie tv “Il prigioniero”, io stesso l’ho scoperto da poco, grazie alla lettura di un articolo del “Boston Globe”. Andata in onda sulla tv britannica 50 anni fa, 17 episodi in tutto, racconta la storia di un agente segreto – il cui nome è semplicemente un numero di matricola, “Numero 6”- che abbandona il suo lavoro ma... Continua a leggere

Nuove sanzioni UE alla Russia. Mentre gli USA trafficano nei Balcani per armare i ribelli in Siria

Di Mauro Bottarelli , il - 56 commenti

Non ho più voglia, né parole per commentare, quindi eccovi la notizia nuda e cruda: l’UE ha prolungato di altri sei mesi le sanzioni contro la Russia, estendendole ora fino al 15 marzo 2018. Punto, se uno è Tafazzi nell’anima, difficilmente si può aiutarlo. Eppure, nelle ultime 36 ore sono accadute cose che avrebbero spinto a un minimo di ravvedimento anche l’imbecille più totale: l’UE, no. Da dove cominciare? Diciamo che non si è assistito esattamente a un... Continua a leggere

Sbarchi? Spariti. Morbillo? Sparito. Crisi in Qatar? Sparita. Si vive di emergenza politica, non di realtà

Di Mauro Bottarelli , il - 217 commenti

A volte, ciò che ci manca è davvero è un minimo di prospettiva. Prendete la questione terrorismo, tanto in voga in questi giorni e sempre in prima pagina sui quotidiani. Mentre ieri pomeriggio tutti gli occhi erano indirizzati verso un vigneto nella provincia profonda di Barcellona, da Mosca facevano sapere che l’intera provincia di Aleppo era stata liberata completamente dall’Isis. Libera. L’aeronautica militare russa ha compiuto 316 raid negli ultimi cinque giorni, in... Continua a leggere

Otto giorni prima di Barcellona, la NATO chiese più fondi per le operazioni militari urbane. Perché?

Di Mauro Bottarelli , il - 57 commenti

E’ inutile che io vi ragguagli ancora sui dettagli relativi ai fatti di Barcellona e all’inchiesta in corso: non esiste tg che non rilanci ogni singola, nuova ipotesi investigativa come se fosse lo scoop dell’anno. Oggi la novità è che abbiamo la certezza che l’autista del van sia ancora vivo e in fuga ma, soprattutto, questa: ovvero, un membro del commando sarebbe nelle mani degli inquirenti. Di più, a differenza di un militante duro e puro in lotta con... Continua a leggere

Sui migranti non c’è emergenza, in compenso gli USA secretano le atomiche in Italia. Va tutto bene

Di Mauro Bottarelli , il - 60 commenti

Divisa tra il dolore delle celebrazioni della strage di via D’Amelio e le contorsioni politiche per l’addio al governo del ministro Enrico Costa, uno di cui – prima di ieri – nessuno aveva sentito parlare prima, ieri l’Italia non ha tributato il giusto interesse al question time di cui è stato protagonista il ministro Marco Minniti alla Camera sul tema dei migranti. Vediamo di porre rimedio. Cosa ha detto il responsabile del Viminale? “Né il ministero, né... Continua a leggere

Il ministro Pinotti ci porta in Siria al fianco degli USA. Ma noi festeggiamo la “vittoria” su Frontex

Di Mauro Bottarelli , il - 39 commenti

Forse ha ragione Laura Boldrini. Ma io sarei ancora più drastico: non abbattiamo solo i palazzi che “creano disagio” ai partigiani per il loro simbolismo fascista, abbattiamo tutto. Ma sì, una bella distruzione creativa schumpeteriana a livello sociale, un big bang, un reset per fare rinascere questo Paese puro nel suo politicamente corretto, finalmente scevro dalle tossine del passato, dalla memoria, dalla sovranità, dal senso di appartenenza. Non se ne può più di questo... Continua a leggere

Poco tempo e in Siria saremo alla guerra totale. Il Mediterraneo trasporterà missili, non più migranti

Di Mauro Bottarelli , il - 54 commenti

Questo articolo è la naturale prosecuzione di quello pubblicato qualche ora fa. O meglio, è la naturale prosecuzione dell’ultima frase di quel pezzo: siamo alle prove generali di sgombero del Mediterraneo per questioni più serie degli sbarchi di migranti? Questo pomeriggio, infatti, al vertice preparatorio di Berlino in vista del G20, è andato in onda il più classico dei giochi delle parti. Il nostro premier, Paolo Gentiloni, ha ribadito la necessità di aiuti concreti per... Continua a leggere

Con voto bipartisan, il Senato USA dichiara guerra alla Russia. E ora Trump è indagato. Coincidenza?

Di Mauro Bottarelli , il - 91 commenti

Sono bastate poche ore, affinché i dubbi che ho espresso nell’articolo di ieri sera le prime, solide conferme. Mentre le condizioni del coordinatore repubblicano, Steve Scalise, si sono aggravate, passando da stabili a critiche dopo un lungo intervento chirurgico, ecco che il Deep State è partito al contrattacco: Donald Trump è indagato per ostruzione alla giustizia. La notizia è arrivata poco dopo le sei del pomeriggio di Washington (mezzanotte passata in Italia) e, nemmeno a dirlo,... Continua a leggere

Ma “grazie agli agenti, la democrazia è possibile” era un chiaro messaggio di Trump al Deep State?

Di Mauro Bottarelli , il - 23 commenti

Sono sincero, non ho voglia di stare dietro ai dettagli di cronaca che si accavalleranno con il passare delle ore rispetto a quanto accaduto in Virginia. Non per pigrizia, per carità ma perché, a mio modo di vedere, si tratta del più classico “accident waiting to happen”: era questione di giorni, si sapeva che qualcosa avrebbe spezzato il clima politico americano in maniera dirompente. Per quanto emerso fino ad ora, abbiamo un 66enne dell’Illinois, sostenitore attivo di... Continua a leggere

Mentre l’Iran è sotto attacco, il Deep State lavora alacremente per “procurar battaglia”. Ovunque

Di Mauro Bottarelli , il - 146 commenti

Mentre scrivo, Teheran è sotto attacco. Un gruppo di terroristi, pare quattro, ha assaltato la sede del Parlamento iraniano, sparando con fucili mitragliatori, il mausoleo di Khomeini e la fermata della metropolitana ad esso adiacente, queste ultime due azioni compiute da un kamikaze, pare una donna, fattasi esplodere fra i turisti. Una guardia armata del Parlamento risulta morta e si parla di sei feriti e ostaggi, tra cui alcuni deputati ma la situazione, ovviamente, appare nebulosa e in... Continua a leggere

Contrordine, tornano i blocchi. Ma mentre Soros detta l’agenda a Bruxelles, Putin scalda i muscoli

Di Mauro Bottarelli , il - 59 commenti

Il Grande Vecchio ha parlato. Intervenendo al Brussels Economic Forum a Bruxelles, George Soros ha voluto tratteggiare l’agenda globale di questi giorni di tensione e, cosa che dovrebbe farci pensare in vista dell’autunno caldo, ha voluto dedicare un capitoletto a parte all’Italia: “La crisi bancaria e migratoria in Italia sono oggi la minaccia più pericolosa per l’Unione europea”. Detto da chi quegli sbarchi, di fatto, li favorisce e finanzia, non è male.... Continua a leggere

La NATO sa che la coalizione ammazza i bambini? E adesso Trump nomina la Russia come minaccia

Di Mauro Bottarelli , il - 79 commenti

Ci siamo, la tarantella è partita. La NATO fa ufficialmente parte della coalizione anti-Isis e adesso si può giocare a carte quasi scoperte. Ma, per farlo, paradossalmente occorre rimescolare ancora un po’ il mazzo. Prima di prendere la parola al Vertice atlantico tenutosi a Bruxelles oggi pomeriggio, Donald Trump ha sparato uno dei suoi proverbiali tweet, chiedendo al Dipartimento di giustizia USA di aprire un’indagine riguardo la fuga di notizia relative all’attentato di... Continua a leggere

Ormai manca solo il casus belli tra USA e Russia. Se non sarà la Siria, saranno i Balcani. Cioé, noi

Di Mauro Bottarelli , il - 91 commenti

Il trappolone è scattato e, ora, gli avvenimenti corrono via veloci, debitamente coperti da un tonfo borsistico figlio legittimo dello strano attacco hacker della scorsa settimana: in queste ore, negli USA è in atto un golpe. O, quantomeno, i suoi prodromi. La regia è nota, quel Deep State che vede le sue tre componenti principali convergere verso una soluzione drastica al problema: la finanza cerca di utilizzare il capro espiatorio Trump e i casini che ha combinato per smascherare quello... Continua a leggere

Agiscono da dilettanti perché sono disperati. Ma per questo, stavolta potrebbero mordere davvero

Di Mauro Bottarelli , il - 85 commenti

La scorsa notte, la Cina ha sospeso il trading sul suo mercato obbligazionario per almeno un bond sovrano a causa di “fluttuazioni anormali” negli ultimi due giorni di trading, visto che il MOF con scadenza 2012 ha subito dei “pump&dump” di quasi dieci punti, come ci mostra il grafico, il tutto in contemporanea con un rally del bond a 5 anni, lo stesso che settimana scorsa aveva registrato un’inversione sulla curva dei tassi rispetto al decennale. Tutto bene... Continua a leggere

Ora i Rothschild hanno i codici nucleari francesi e il ricatto hacker dissimula tutto. E’ un mondo sano

Di Mauro Bottarelli , il - 46 commenti

Stamattina, con un cerimonia ufficiale all’Eliseo, Emmanuel Macron è divenuto il nuovo presidente della Francia. Francois Hollande, suo predecessore, prima di scivolare nell’oblio della storia e nell’anonimato politico, gli ha consegnato i codici nucleari: dunque, la maggioranza del mondo saluta e festeggia il fatto che da oggi la Banca Rothschild abbia in mano le chiavi della deterrenza atomica francese. E, state certi, che siamo bel al di là del simbolismo. Per almeno tre... Continua a leggere

Per sedare la rabbia, serve l’oppio. E gli USA sanno dove prenderlo: Pyongyang è avvisata

Di Mauro Bottarelli , il - 31 commenti

Come sapete adoro le coincidenze. E, ancora di più, amo chi le sfrutta per dimostrare che qualsiasi versione dei fatti che differisca da quella ufficiale, sia tacciabile di complottismo per decreto, senza possibilità di appello. Oggi è giornata di festa, perché le coincidenze abbondano nelle ultime ore. Partiamo da una notizia del 9 maggio, di cui vi ho già dato brevemente conto ma che voglio riportare nella versione ufficiale dell’ANSA: “Donald Trump è pronto a mandare in... Continua a leggere

Trump spedisce armi ai curdi e la lira turca crolla. Poi, silura il capo dell’FBI. E adesso, il Venezuela?

Di Mauro Bottarelli , il - 27 commenti

Nel mio articolo di ieri mattina ipotizzavo una giustificazione economica all’ennesimo riavvicinamento tra Erdogan e Putin, questa volta attraverso il via libera a “zone cuscinetto” in Siria e a un rafforzamento della cooperazione tra Russia, Iran e Turchia nella lotta non solo all’Isis ma anche ad Al-Nusra. In parole povere, il do ut des sarebbe stato il seguente: copertura finanziaria (e magari da qualche primavera colorata in ritardo, stante il malcontento della... Continua a leggere

Come utilizzare lo spauracchio atomico coreano per muovere le pedine contro l’Iran (e la Russia)

Di Mauro Bottarelli , il - 37 commenti

Eviterò, visto che non è mia usanza sparare sulla Croce Rossa, di dilungarmi in ironia sull’Armada statunitense che ha sbagliato strada e puntava fiera verso l’Australia, invece che verso la Nord Corea. Non so cosa sia successo in realtà e, francamente, non mi interessa. Per una ragione semplice: a mio avviso, più passano i giorni e più il ping pong tra Washington e Pyongyang appare un gioco delle parti, con la Cina ben felice di fare da paciere, visto che mentre finge di... Continua a leggere

Preoccupati dallo sbilanciamento di poteri turco? Date un’occhiata a chi sta comandando negli USA

Di Mauro Bottarelli , il - 140 commenti

Immagino che tutti sappiate come è andato a finire il referendum costituzionale in Turchia: il “Sì” alla svolta presidenzialista voluta fortemente dal presidente Erdogan ha avuto la meglio con il 51% a fronte di un’affluenza altissima, quasi l’86% degli aventi diritto. Molto polarizzata la distribuzione del voto: a valanga in favore del presidente l’Anatolia profonda e musulmana, in favore del “No” le grandi città come Ankara, Istanbul e Smirne.... Continua a leggere

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi