Archivi per tag: politically correct

“Smetti di fare l’inglese, fai l’italiano”. E abbiamo anche il coraggio di rompere il cazzo ai tedeschi?

Di Mauro Bottarelli , il - 100 commenti

“Voglio andare fino in fondo”, tuonò il ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli, commentando la vicenda dei concorsi truccati che ha terremotato le università di mezza Italia, con epicentro Firenze e portato a 7 arresti e 59 docenti indagati. Almeno stavolta andrà in fondo a qualcosa, quantomeno nelle intenzioni, visto che con le scuole superiori non ce l’ha fatta. Sta tutto in questo paradosso l’Italia che da due giorni fa l’indignata e cade dalle... Continua a leggere

Chissenefrega del silenzio della Boldrini su Rimini, la cosa più grave è la sfiducia totale della Polonia

Di Mauro Bottarelli , il - 147 commenti

Il grado di masochismo della gente è davvero alto, sarà che la degenerazione dei costumi ha amplificato tutto e portato ogni percezione all’estremo. Da due giorni, lo sport nazionale è quello di chiedere una dichiarazione, una presa di posizione, un post o un tweet a Laura Boldrini rispetto a quanto accaduto a Rimini la notte tra venerdì e sabato. Come si dice in gergo da bar, se la è cercata: non puoi rompere i coglioni con le meraviglie dell’integrazione e... Continua a leggere

Non esiste il diritto di essere italiano, esistono ordini a cui obbedire. E tempi rapidi per farlo

Di Mauro Bottarelli , il - 149 commenti

Mi basterebbe una semplice domanda per far crollare l’intero impianto ideologico della legge sullo ius soli: se questo provvedimento è tanto urgente perché legato a una questione di sacrosanti diritti negati, perché per giustificarlo si utilizza la chiave demografica e pensionistica? E’ un diritto delle persone o una necessità di cassa dell’INPS? Le due cose, come vedete, non collimano. Ma si sa, la retorica del “già oggi ci stanno pagando le pensioni” è... Continua a leggere

Il palazzo occupato al centro di Roma e l’ipocrisia di Vienna ci dicono che siamo ai rantoli di coda

Di Mauro Bottarelli , il - 77 commenti

Mentre lavoro tengo acceso il televisore a basso volume sulle reti all-news, tanto per tenere sott’occhio il bandone della notizia dell’ultim’ora. O, se vedo qualcosa che mi interessa, per seguire i dialoghi nelle varie trasmissioni. Ieri pomeriggio, girando per un attimo su La7, mi sono soffermato su un servizio che stava andando in onda a “Tagadà”, la trasmissione di approfondimento pomeridiano. Si raccontava di un palazzo in piazza Indipendenza a Roma occupato... Continua a leggere

Se il relativismo imperante applaude Vendola padre, perché fare la guerra alla post-verità?

Di Mauro Bottarelli , il - 38 commenti

Il turbinio di polemiche innescato dalla proposta di Beppe Grillo riguardo i media ufficiali, mi ha fatto riflettere. Non tanto sulla questione delle giurie popolari, classica boutade cui ci si è attaccati per non affrontare la realtà di una stampa prona al potere nell’80% dei casi ma sulla vicenda della post-verità, le mitologiche fake news che vengono additate come unica ragion d’essere dei blog, i quali sparerebbero bufale di ogni genere pur di ottenere click. E, di... Continua a leggere

Non condannate “Left”, è il naturale epilogo di una sinistra che molla Peppone per abbracciare Soros

Di Mauro Bottarelli , il - 64 commenti

Chi siano gli “elmetti bianchi” e quale sia stato il loro compito nella guerra in Siria è noto ma la stampa, operando da grancassa della coalizione anti-Assad, li ha sempre dipinti come degli angeli che mettevano la loro vita al servizio di quella degli altri, salvando tutti, persino i miliziani fedeli a Damasco, se ne avessero avuto bisogno. Bene, qualche breve nota biografica. La Syria Civil Defense (SCD) – i cui membri sono chiamati comunemente “elmetti... Continua a leggere

Può uno spot natalizio essere un’istigazione al nazismo? Per i deliri del politically correct, sì

Di Mauro Bottarelli , il - 81 commenti

In 43 anni di vita e 18 che faccio questo mestiere, pensavo davvero di averle viste e sentite tutte. Confrontarsi quotidianamente con il politicamente corretto e le sue follie ti trasforma in una sorta di Roy Batty che si trova costretto a confessare di aver visto cose che gli altri umani nemmeno si immaginano: opporsi al mainstream, alla verità ufficiale, è come rivivere ogni giorno dentro Blade runner. Oggi, però, temo – e un po’ lo spero – di aver toccato il fondo. La... Continua a leggere

A forza di negare l’evidenza, i ghetti compaiono ovunque. E ora la narrativa buonista perde colpi

Di Mauro Bottarelli , il - 41 commenti

Chi conosce Milano sa che piazzale Loreto è una delle aree nevralgiche della città, lo spartiacque tra il centro storico e la periferia, nel caso in questione viale Padova, l’arteria più multietnica dell’intera metropoli e una delle più problematiche in fatto di criminalità e convivenza tra etnie. Bene, sabato sera alle 19, in quella piazza congestionata di traffico e di cittadini intenti nello shopping in corso Buenos Aires, un cittadino dominicano è stato ucciso per strada... Continua a leggere

Mentre persino il Papa mette qualche paletto sull’immigrazione, il Garante si tramuta in Orwell

Di Mauro Bottarelli , il - 73 commenti

Un amico e collega mi ha fatto scoprire questa perla assoluta, quindi voglio condividerla con voi perché rappresenta l’esempio plastico di cosa ci attende. Per chi non ha voglia di spendere qualche minuto, faccio un rapido sunto: i telegiornali e i programmi di intrattenimento dovranno evitare parole cariche di intolleranza, odio e razzismo quando parlano degli immigrati. A chiederlo è il Garante per le Comunicazioni, l’AgCom, in un “atto di indirizzo” di cui è curatore... Continua a leggere

Sky licenzia il fascista Di Canio. In compenso, educa l’Italia con l’edificante esempio di Gomorra

Di Mauro Bottarelli , il - 272 commenti

Vi chiedo scusa anticipatamente per questo post, perché sono conscio che viviamo in un mondo che sta andando letteralmente a rotoli e quindi occorre darsi delle priorità nel trattare le tematiche. Ma è più forte di me, la vicenda che ha visto protagonista Paolo Di Canio è talmente paradossale e ipocrita che merita di essere discussa, rivelandosi di fatto come la metafora perfetta di questo Paese. Come anche le pietre sanno, l’ex calciatore di Lazio e West Ham ha simpatie di estrema... Continua a leggere

Il killer di Monaco? Razzista e adoratore di Hitler. E una bomboletta spray fa illudere l’intellighèntzia

Di Mauro Bottarelli , il - 55 commenti

Gli è andata male stavolta ma i segnali di una riscossa del fronte politically correct ci sono tutti. E travalicano pesantemente il ridicolo. Per un paio d’ore, a ridosso delle 16.30, si sono registrate erezioni intellettuali in quasi tutte le redazioni italiane, orgasmi ideologici che non attendevano altro che esplodere sotto forma di j’accuse ed editoriali carichi di indignazione anti-fascista: l’emittente tedesca Bayerischer Rundfunk, infatti, annunciava una forte... Continua a leggere

Politica e giudici stanno regalando la Germania agli immigrati. E le donne sono le prime vittime

Di Mauro Bottarelli , il - 43 commenti

Non esiste un’emergenza stupri in Germania legata all’afflusso senza precedenti di immigrati. Almeno così dicevano le autorità fino a quando la realtà del Capodanno di Colonia le ha sbugiardate, con coté di insabbiamento da parte della stampa su ordine della polizia: non una bella figura, diciamolo. Ora, però, la questione ha assunto toni decisamente più seri, visto che l’ultimo report del Gatestone Institute ci dice che giovedì scorso il Bundestag ha votato... Continua a leggere

Due testimoni (stranieri) negano che il killer della Cox abbia detto Britain First. Ma la propaganda..

Di Mauro Bottarelli , il - 3 commenti

Ormai ci siamo, domani è il grande giorno del referendum sul Brexit. L’incertezza rimane alta, lo testimonia il fatto che nelle ultime 24 ore siano scesi in campo i grossi calibri in favore della permanenza nell’Ue, da George Soros alla Football Association fino a David Beckham, uno spettro di volti noti che copre ogni tipo di criticità e pubblico. Ieri, poi, Mario Draghi, parlando al Parlamento Ue, è tornato a rassicurare sul fatto che “la Bce è pronta a far fronte a... Continua a leggere

Il terremoto austriaco e il voltafaccia della Merkel parlano dello stesso timore: l’incubo svedese

Di Mauro Bottarelli , il - 66 commenti

Ein Erdbeben. Un vero e proprio terremoto per la politica austriaca al primo turno delle elezioni presidenziali tenutesi ieri. Stando alle proiezioni, il candidato del Partito della Libertà (FPO), Norbert Hofer, è in testa con il 36,7% dei voti, stando alle prime proiezioni. Il verde Alexander van der Bellen è secondo con il 19,7%, la candidata indipendente, Irmgard Griss, è al terzo posto al 18,8%, mentre il socialista Rudolf Hundstorfer sarebbe all’11,2%, così come quello... Continua a leggere

L’ultima crociata contro le armi ci dice molto dell’America di Obama. E dei rischi che corriamo

Di Mauro Bottarelli , il - 26 commenti

Immagino che nessuno di voi sia all’oscuro del fatto che domenica sera Barack Obama abbia tenuto un accorato discorso tv alla nazione dopo la strage di San Bernardino. Se lo foste, eccovi il passaggio in cui il presidente chiede, per l’ennesima volta, un intervento del Congresso sulle armi da fuoco: “Bisogna rendere più difficile per la gente comprare fucili d’assalto come quelli usati nell’assalto di San Bernardino, a partire dall’approvazione di una legge... Continua a leggere

Assad? Gheddafi? No, un ministro del governo Cameron

Di Johnny88 , il - 5 commenti

 Una regola non scritta della politica europea dice che se un governo di destra vuol recuperare consensi e mandare nel caos la sinistra deve puntare il dito sull’immigrazione, tematica che da circa due decenni è  il tallone d’Achille e una piaga purulenta per i partiti progressisti dell’Europa Occidentale. Sul tema dell’immigrazione infatti, come è noto, i partiti di sinistra del nostro continente sono abbastanza deboli e completamente scollegati dalla società,... Continua a leggere

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi