Archivi per tag: presidente della repubblica

dal mesozoico al paleolitico…

Di JLS , il - 16 commenti

Il sistema truffa, denominato demokrazia parlamentare, è del tutto evidente che rappresenta ormai solo la brigata degli statalesi che oggi hanno votato un nuovo dinosauro del colle. Dal mesozoico primario del precedente pontefice al paleolitico secondario dell’attuale sua eminenza Sancti Mattarellum, sibi imposuit nomen Sergium XII. Un vero salto di era geologica dal 1925 al 1941, una speranza per l’intero paese e soprattutto per le nuove generazioni. A 73 anni la gente normale... Continua a leggere

Il natale dei burosauri…..

Di JLS , il - 20 commenti

per la festa della natività uno zombie del mesozoico primario proclama ai suoi burosauri di palazzo che non servono nuove glaciazioni ma nuove foreste e nuovi pascoli dove zufolare, per lasciarsi dietro altro deserto e al contempo promettere al popolo beota orizzonti nuovi e prati verdi per tutti. Per la festa della natività anche i sepolcri imbiancati parlano e fanno gli scongiuri perchè tutto continui come prima, augurandosi a vicenda tutte le riforme possibili, mentre per l’ultimo... Continua a leggere

Incarico a Letta, Pd spalle al muro. E il Pdl prova ad alzare la posta

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Notapolitica e L’Opinione L’hanno pregato di accettare la rielezione al Quirinale per sbloccare l’impasse da loro provocato, e ora Napolitano inchioda i partiti – Pd in primis – alle loro responsabilità. Niente governi tecnici, né “del presidente” (con sole figure istituzionali a risparmiargli l’imbarazzo di dover collaborare con il “nemico”), né formule ambigue, tipo “a bassa intensità politica”. Con... Continua a leggere

Da Napolitano schiaffi ai partiti e lezione di politica valida per tutti

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Notapolitica Con una durezza senza precedenti, e un velo di irritazione, il presidente Napolitano si è rivolto alle forze politiche che lo hanno appena rieletto nel suo discorso di insediamento alle Camere. Vere e proprie sberle verbali sono volate nell’aula di Montecitorio all’indirizzo dei partiti, colpevoli di inconcludenza, irresponsabilità, immaturità politica e democratica. Ne ha avute per tutti, grillini compresi. Ma è al Pd che ha attribuito la responsabilità... Continua a leggere

Napolitano 2.0 male minore, ma ora il presidenzialismo

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Notapolitica La rielezione di Napolitano rappresenta senz’altro un sollievo, essendo scampati a ipotesi peggiori come Marini, il vendicativo Prodi o addirittura il “grillino” Rodotà. Ma anche indiscutibilmente un fallimento della classe politica, costretta a richiamare in servizio un signore di quasi 88 anni. E superato solo uno dei blocchi di questa fase politica, resta l’impasse sulla formazione del nuovo governo e, naturalmente, la gravissima crisi... Continua a leggere

Renzi da rottamatore a riesumatore di salme

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Notapolitica Nella partita per il Colle è venuto fuori un Renzi che sospettavamo, ma che fino ad ora non avevamo conosciuto: è entrato in gioco con due occhi ben aperti sulle sue ambizioni e con una massiccia dose di tatticismo da vecchia politica. Bersani ha usato l’elezione del capo dello Stato per cercare di entrare a Palazzo Chigi, il sindaco di Firenze l’ha usata per far fuori Bersani. Contribuendo in modo decisivo a bruciare la candidatura di Marini ha forse ha... Continua a leggere

Dopo aver seminato vento, il Pd raccoglie la sua tempesta

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Notapolitica e L’Opinione Si raccoglie quello che si semina: se è vento, allora sarà tempesta. Se fino ad un minuto prima si è seminato antiberlusconismo, se l’unico pensiero che scalda il cuore è “smacchiare il giaguaro”, è poi difficile spiegare ai propri elettori, e ai propri eletti, che bisogna far scegliere il nome del nuovo presidente della Repubblica agli “impresentabili”, come premessa di chissà quale altro accordo per far nascere un... Continua a leggere

E’ ora che gli italiani scelgano da soli il loro presidente

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Notapolitica e L’Opinione Mentre Milena Gabanelli si chiama fuori (dopo una riflessione così prolungata da far trasparire scarso senso del ridicolo), e Rodotà dunque, alla fine, dovrebbe essere il nome scelto dal M5S per sfidare il Pd, e mentre Prodi sembra ormai uscito dalla partita, con il deludente ottavo posto ottenuto alle “Quirinarie”, sembra Giuliano Amato il fortunato (o sfortunato) destinato ad entrare Papa nel Conclave presidenziale (con D’Alema... Continua a leggere

M5S – Niente Gabanelli (fiuuu), nè Gino Strada che apre alla candidatura RODOTA’. Scacco al Pd. Forse qualcosa si muove

Di Joe Black , il - 6 commenti

    Il Rifiuto della Gabanelli (candidare tra l’altro una giornalista x il M5S era un non-sense) e quello di Gino Strada per lasciare Rodotà mette sotto scacco il Pd O vota con Berlusconi per l’INCIUCISSIMO (DALEMA, AMATO) e si suicida politicamente (Renzi è già fuori con il Rullo) O VOTA COL M5S E a questo punto si aprirebbe una fase davvero nuova. Come avevo detto Grillo ha ripreso in mano la situazione e ha compiuto una virata decisa Ora la proposta finalmente... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi