Archivi per tag: primarie

Se non archiviamo per sempre Prodi e Berlusconi, tanto vale arrendersi. E non lamentarsi più, però

Di Mauro Bottarelli , il - 184 commenti

Che l’Italia sia nella merda, non sono certo io a dovervelo dire. Basta alzarsi al mattino e vivere una giornata tipo per rendersene conto: burocrazia, mercato del lavoro, costo della vita, salari, servizi, tassazione, sicurezza. Ogni voce, una criticità presente. Ci sono poi i dati macro, debito alle stelle, sistema bancario zavorrato da sofferenze, prestiti allegri agli amici degli amici, rubinetto praticamente chiuso per famiglie e imprese, nonostante la messe di denaro della BCE e... Continua a leggere

Fondi pensione in stile Gekko e millennials senza speranza: se l’America non è quella delle primarie

Di Mauro Bottarelli , il - 1 commento

Tutto come da pronostici. La tornata di primarie nel Nord-Est degli Usa non ha regalato sorprese, con Donald Trump che si è aggiudicato cinque Stati su cinque e praticamente tutti i delegati repubblicani, mentre Hillary Clinton ha vinto in quattro dei cinque Stati, fra cui i due principali, Pennsylvania e Maryland, lasciando a Bernie Sanders la consolazione del Rhode Island. Ma proprio ieri, il senatore del Vermont ha definito chiusa la gara con la ex first-lady, pur confermando di voler... Continua a leggere

Trump e Clinton viaggiano verso l’incoronazione. Ma l’economia Usa manda segnali da fine Impero

Di Mauro Bottarelli , il - 38 commenti

Quelle tenutesi martedì a New York non sono state solo primarie ma bensì la ratifica formale della nomination per la Casa Bianca per i due figli prediletti della città-Stato, Hillary Clinton e Donald Trump. La vittoria per entrambi è stata schiacciante, Trump ha avuto ben il 60% delle preferenze, la Clinton il 57,6%. D’altronde, entrambi giocavano in casa: a New York, Hillary Clinton aveva già vinto due volte il Senato, conosce ogni angolo dello Stato e ha potuto contare... Continua a leggere

Le relazioni social che vogliono Hillary presidente. E qualche numero (credibile) sui foreign fighters

Di Mauro Bottarelli , il - 13 commenti

La corsa verso la Casa Bianca prosegue nel segno di Donald Trump e Hillary Clinton, non fosse per la scomoda presenza per l’ex segretario di Stato del senatore del Vermont, Bernie Sanders, che ha trionfato in Idaho e Utah con percentuali bulgare. Il miliardario newyorchese e l’ex segretario di Stato hanno vinto con larghissimo vantaggio le primarie in Arizona, lo Stato più importante in cui si è votato: il primo ha chiuso avanti di oltre venti punti su Ted Cruz e di quasi... Continua a leggere

Dal “Carson di Troia” ai delegati venduti, tutti i trucchi per boicottare Trump. Che ora minaccia

Di Mauro Bottarelli , il - 5 commenti

Fuori un altro. Dopo la cocente sconfitta casalinga in Florida, Marco Rubio ha sospeso la campagna elettorale e ridotto a tre il numero di contendenti per la nomination repubblicana: Donald Trump, John Kasich vincitore in Ohio e Ted Cruz. Ma proprio la sconfitta in Ohio ha sbarrato la strada al tycoon newyorchese in vista della convention di Cleveland a luglio, questo nonostante i 99 delegati conquistati in Florida, Stato in cui vige la regola del winner-takes-all. C’è ancora, quindi,... Continua a leggere

Truppe cammellate di Soros in piazza. A difesa di quell’impero dei Clinton chiamato “crony America”

Di Mauro Bottarelli , il - 11 commenti

La campagna elettorale per le presidenziali Usa è davvero entrata nel vivo e, infatti, cominciano le provocazioni e i giochi nascosti. Domani è una giornata fondamentale, poiché si terranno primarie in Florida (Stato chiave), Ohio, Missouri, Illinois e North Carolina: se Trump dovesse uscirne vincitore, nulla potrebbe più bloccare la sua nomination a candidato repubblicano alla Casa Bianca. Nulla di legale, intendo. L’ultimo sondaggio NBC/Marist reso noto ieri vede Trump in vantaggio... Continua a leggere

Il miracolo di Obama: trasformare un miliardario nel working class hero dei bianchi delusi

Di Mauro Bottarelli , il - 5 commenti

Altro giro, altra vittoria. Donald Trump ha trionfato anche in Michigan, Mississippi e Hawaii ma a fare sensazione nel turno di primarie di martedì è stato Bernie Sanders che ha battuto a sorpresa Hillary Clinton nella roccaforte dell’industria automobilistica. Il pupillo mainstream Marco Rubio è praticamente fuori gioco e la corsa tra repubblicani è ormai una gara a due fra Trump e Ted Cruz, anche se è difficile immaginare un grande recupero del senatore texano, visto che i sondaggi... Continua a leggere

Per il Washington Post solo una catastrofe può bloccare la nomination di Trump. Accadrà?

Di Mauro Bottarelli , il - 30 commenti

E adesso, chi lo ferma più Donald Trump? Anzi, cosa si inventeranno per fermarlo? La vittoria in Nevada, largamente attesa, conferma infatti come gli schieramenti e gli schemi tradizionali siano saltati nel bacino elettorale repubblicano. Il tycoon ha vinto infatti a est (New Hampshire) a sud (South Carolina) e ora nel far west, pescando e miscelando i consensi degli evangelici, degli agricoltori, dei professionisti, degli inservienti dei casinò. Dei bianchi e ora anche dei latinos. Per ora,... Continua a leggere

Gli Usa tornano ai seggi per le primarie ma a spaventare è il volto piagato dell’economia

Di Mauro Bottarelli , il - 4 commenti

L’America che a novembre sarà chiamata a scegliere il nuovo inquilino della Casa Bianca oggi torna ai seggi con i caucus democratici in Nevada e le primarie repubblicane in South Carolina, mentre martedì prossimo si invertiranno le sedi di voto. La lotta comincia a entrare nel vivo, tanto più che mancano solo 10 giorni al Super-Tuesday del 1 marzo, quando saranno gli elettori di ben 14 Stati a scegliere il loro candidato, tra cui Texas, Massachusetts, Georgia e Virginia con il loro... Continua a leggere

Presidenziali Usa, il tema vincente potrebbe essere l’occupazione e non il terrorismo

Di Mauro Bottarelli , il - 1 commento

Ancora un giorno ed entreremo ufficialmente nel 2016, l’anno – tra l’altro – delle elezioni presidenziali statunitensi. Ad oggi la situazione è ancora in divenire, soprattutto in campo Repubblicano: se infatti Hillary Clinton è la candidata ufficiale dei Democratici ormai da mesi, nel Grand Old Party la lotta comincia a impazzare in vista delle primarie. Ad oggi, però, piaccia o meno, la situazione nel partito che fu di Ronald Reagan è questa, ovvero Donald Trump... Continua a leggere

Renzi l’uomo giusto nel partito giusto

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su Formiche.net e Notapolitica All’indomani delle primarie del centrosinistra da cui uscì sconfitto, anche se con un risultato lusinghiero, si moltiplicarono gli inviti e gli appelli rivolti a Matteo Renzi perché abbandonasse il Pd, i cui vertici avevano ancora una volta mostrato di considerarlo alla stregua di un corpo estraneo e di essere incapaci di accogliere il rinnovamento (Qui la prima puntata: Il liberismo “buono” è solo quello che non c’è, su... Continua a leggere

E adesso? Consigli non richiesti al "giovane" Renzi

Di Federico Punzi , il - Replica

In queste ore tutti a dare consigli a Renzi, cosa deve o non deve fare. Premesso che mi sembra se la sia cavata benissimo da sé, mi unisco al giochino con due parole, anzi quattro. Partiamo da una mini-analisi del voto, cosa gli è mancato. Non ha sfondato tra gli elettori tradizionalmente del Pd, di sinistra: molti di questi lo hanno seguito sul concetto di “rottamazione” interna, insomma per un rinnovamento generazionale, ma solo su questo. E’ sui contenuti che non ha... Continua a leggere

Respinte oltre il 90% delle richieste per partecipare alle Primarie. Bersani e la Casta del PD blindano l’esito e temono il voto

Di Gpg Imperatrice , il - 15 commenti

    Leggiamo da Repubblica Mentre Luigi Berlinguer, presidente del Collegio dei Garanti per le primarie, garantisce la “massima regolarità” per la competizione di domani, sono state accolte solo pochissime  richieste, rispetto alle decine e decine di migliaia inviate da coloro che non hanno votato al primo turno e intendono partecipare al ballottaggio. Lo dimostrano i dati arrivati dai vari coordinamenti provinciali del Pd. Caso eclatante è Firenze, dove sono state... Continua a leggere

Etichette: , , ,

Sinistra irriformabile: perso il "treno" Renzi

Di Federico Punzi , il - Replica

Perso l’ennesimo treno verso democrazia e modernità Con ogni probabilità sarà Bersani a vincere le primarie del centrosinistra, nonostante sia stato letteralmente asfaltato nel duello tv su Raiuno. Perché l’elettorato tradizionale della sinistra è molto conservatore e diffida delle ricette dal retrogusto liberale di Renzi e persino del suo modo “moderno” di comunicare (solo perché brillante si merita l’accusa di “cripto-berlusconismo”); e... Continua a leggere

Chi ha paura della sconfitta

Di Federico Punzi , il - Replica

La «paura della sconfitta», scrive oggi Massimo Franco sul Corriere, spinge Renzi al «tutto per tutto». E’ vero al contrario: di Bersani e non di Renzi. Il «tutto per tutto», la «forzatura» di quest’ultimo sarebbe cercare fino all’ultimo di convincere i cittadini ad andare a votare, per qualunque dei candidati rimasti in gara; il «tutto per tutto» di Bersani e dei suoi uomini consiste nel piegare le regole a competizione in corso per cercare di impedirglielo. Chi... Continua a leggere

Renzi ha osato poco, Monti-bis più lontano se il premier non si sveglia

Di Federico Punzi , il - Replica

Anche su L’Opinione Pur con qualche macchia e interrogativo di troppo sullo scrutinio, la vittoria di Pierluigi Bersani è piuttosto netta. Si sapeva che Renzi per insidiare il primo posto del segretario avrebbe avuto bisogno di un’affluenza altissima, più vicina ai 4 milioni che ai 3, perché avrebbe indicato una massiccia partecipazione al voto di un elettorato diverso da quello tradizionale del Pd e della sinistra. Il boom in cui sperava il sindaco di Firenze non c’è... Continua a leggere

Qualche riflessione sulle Primarie del Centro Sinistra: Queste primarie sono un successo o un flop? Renzi puo’ farcela? Il “Giallo” dei risultati non finali.

Di Gpg Imperatrice , il - 15 commenti

    1) IL GIALLO DEI RISULTATI DELLE PRIMARIE A distanza di 18 ore dalla chiusura dei seggi per le primarie, non c’e’ traccia dei risultati definitivi. Il conteggio s’e’ bloccato alla mezzanotte di ieri. Perche’? Nel comitato organizzatore si anticipa un risultato finale con Bersani avanti di 9 punti e mezzo, mentre dai conteggi fatti dei Renziani la distanza e’ di 4 punti e mezzo. Differenze non trascurabili. I Renziani chiedono di pubblicare i... Continua a leggere

DIRETTA SPECIALE (LIVE by GPG): Exit Poll e Risultati per le Elezioni in Catalogna e per le Primarie del Centro-Sinistra in Italia

Di Gpg Imperatrice , il - 16 commenti

(per seguire gli aggiornamenti fate REFRESH o AGGIORNA)   Ore 23.24 – RISULTATI DELLE PRIMARIE ANCORA LONTANI DALL’ESSERE DEFINITIVI (SIAMO IN ITALIA!) In ogni caso sappiamo com’e’ andata piu’ o meno e qui riassumiamo: – Ballottaggio BERSANI-RENZI, col primo sul 45% ed il secondo sul 35%. – Circa 4 milioni di Votanti, con affluenze massiccie nelle regioni rosse – Bersani va bene nei grossi centri e nel Centro-Sud (Puglia esclusa) dove sfonda... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi