Archivi per tag: propaganda

Il Deep State e la Grande Bugia: la deposizione di Douma

di David Stockman La narrativa alternativa sul presunto attacco chimico di Assad sta guadagnando terreno man mano che le prove si fanno sempre più evidenti. Sembra sempre più probabile che alcune persone siano rimaste soffocate, o siano state sopraffatte dall’inalazione di fumo e dall’ipossia (privazione di ossigeno), quando edifici, tunnel e bunker sotterranei sono crollati in nuvole di polvere durante la battaglia a Douma il 14 aprile scorso. Poi ciò che restava... Continua a leggere

Lo show politico di Trump sui dazi

di Gary North Trump sa come negoziare. La posta in gioco è minuscola se perde. Questo perché tutte le chiacchiere riguardo una guerra commerciale sono solo retorica. Non c’è possibilità di una guerra commerciale. Quei giorni sono finiti sin dal 1945. Sembra che stia negoziando con il presidente Xi. Questa è un’illusione. Sta negoziando con i democratici e con tutti i repubblicani al Congresso che odiano il suo coraggio. Sta facendo call al loro bluff. Dimostrerà ai suoi... Continua a leggere

Le lunghe spire del Deep State stanno avvolgendo Trump, Parte #3

di David Stockman Trump sembra aver fatto un Respiro Profondo per quanto riguarda la sua volontà di bombardare la Siria, ma il Deep State lo ha per i capelli arancioni. Quindi dubitiamo che il ritardo durerà ancora a lungo. Questo perché il nostro genio degli affari si sta facendo infinocchiare ancora una volta. Gli stanno dicendo che spazzare via fino a una dozzina di campi d’aviazione siriani, installazioni militari e una fabbrica che sembra un sito di armi chimiche, equivale a... Continua a leggere

Le lunghe spire del Deep State stanno avvolgendo Trump, Parte #2

di David Stockman Ciò che sta accadendo nel Mediterraneo orientale e sui cieli e sulla terra in Siria è assolutamente pazzesco; è anche spaventoso, pericoloso e del tutto inutile. Dopotutto, l’imminente scontro militare russo/americano inizierebbe sullo scheletro di una nazione artificiale messa insieme nel 1916 da Inghilterra e Francia. Alla fine, quella che non è mai stata una nazione, è stata ridotta a macerie, miseria e frammenti settari. Quindi non c’è niente da... Continua a leggere

Le lunghe spire del Deep State stanno avvolgendo Trump, Parte #1

di David Stockman Forse ci siamo persi qualcosa: come ad esempio la possibilità che i canyon di Wall Street si trovino effettivamente su un altro pianeta anni luce dalla Terra! Altrimenti come si può spiegare la calma in un mercato azionario seduto su una gigantesca bolla e di fronte al potenziale scoppio della Terza Guerra Mondiale? Gente, il Deep State ha preso in ostaggio Trump. Qualunque sfida pre-elettorale lanciata al Warfare State è stata completamente liquidata. Forse Wall Street... Continua a leggere

Un funzionario della FED accusa bitcoin di essere “scoperto”

di Jeffrey Tucker Randal K. Quarles, un membro dell’amministrazione Trump designato al Consiglio di Amministrazione della Federal Reserve e vicepresidente per la vigilanza bancaria, ha tenuto un lungo discorso (“Thoughts on Prudent Innovation in the Payment System”) in cui ha additato direttamente bitcoin come un pericolo per il sistema finanziario e monetario. Quindi ci risiamo, un funzionario che parla a nome della banca centrale della nazione che gestisce la valuta di riserva... Continua a leggere

Le nascite sono ai minimi ed ecco una ragione fondamentale

Di Francesco Simoncelli , il - 138 commenti

di Jeffrey Tucker Per 100 anni il governo degli Stati Uniti ha seguito il tasso delle nascite. È ormai a livelli minimi. Ci sono molte ragioni, ma si tratta fondamentalmente di un cambiamento nel modo in cui la società considera il valore economico dei bambini. Per illustrare il punto, riflettiamo sulla continua popolarità di Anne of Green Gables, il libro del 1908 della scrittrice canadese Lucy M. Montgomery. Sì, è affascinante. Non capisco perché la versione proposta da Netflix (Anne... Continua a leggere

Libero mercato, capitalismo e monopoli statali

Di Francesco Simoncelli , il - 6 commenti

di Richard Ebeling Il mondo è minacciato da una rinnovata ondata di anti-capitalismo e sentimenti anti-imprenditoriali. Molti di coloro che hanno applaudito la fine del comunismo sovietico nei primi anni ’90, presumevano che il libero mercato e l’impresa competitiva avrebbero vinto la battaglia nel mondo delle idee. Negli ultimi venticinque anni è diventato chiaro che sono riemersi gli stessi argomenti fuorvianti contro il libero mercato, come un vampiro ideologico in attesa di... Continua a leggere

Minare bitcoin è costoso, proprio come l’estrazione dell’oro

Di Francesco Simoncelli , il - 28 commenti

di Jeffrey Tucker La critica classica al gold standard è che era troppo costoso. Perché si sprecano risorse per attrezzarsi, scavare nelle montagne alla ricerca disperata di risorse limitate e poi stiparle nel Dipartimento del Tesoro? È semplicemente sciocco. Sappiamo come fare i soldi: li stampiamo. È molto più economico stampare che estrarre qualcosa dal terreno. Uno standard cartaceo ci farà risparmiare un’enorme quantità di risorse che potranno essere dirottate per altri... Continua a leggere

I luddisti finiscono sempre tra le fila dei perdenti della storia

Di Francesco Simoncelli , il - 39 commenti

di Francesco Simoncelli Vi siete mai domandati che fine hanno fatto coloro che accendevano i lampioni la sera? Ed i cocchieri? Che fine ha fatto la filiera che costruiva carrozze? La maggior parte delle volte che ascoltate coloro preoccupati per il futuro dei disoccupati, chiedetevi che fine abbiano fatto tutte queste figure professionali del passato. Nessuna carestia ha ridotto alla fame la società occidentale. Nessuna ondata di disoccupazione ha pervaso l’ambiente economico delle... Continua a leggere

Perché gli economisti non possono prevedere una recessione

Di Francesco Simoncelli , il - 8 commenti

di Alasdair Macleod Lo scopo di questo articolo è quello di attirare la più ampia attenzione sull’incapacità cronica dell’establishment economico di prevedere le recessioni. La prossima volta che sentirete un economista fare una previsione sui media mainstream, dovreste subito concludere che ha torto. Perché? Un economista del FMI, Prakash Loungani, ha compiuto alcune interessanti ricerche nel 2000 circa l’accuratezza delle previsioni degli economisti. Utilizzando dati... Continua a leggere

Non vedo, non sento, non parlo…

di Alasdair Macleod I discorsi dell’anno scorso di Janet Yellen e Mario Draghi sono stati notevoli per l’omissione di qualsiasi commento sui temi più scottanti… …la FED e la BCE a che punto del ciclo del credito (indotto da loro stesse) pensano che siano l’America e l’Eurozona, e quindi che cosa intendono fare con i tassi d’interesse? E perché ancora è opportuno che la BCE inietti i fondi monetari nelle banche dell’area dell’euro fino a... Continua a leggere

Fallacie mercantiliste: i dazi proteggono il lavoro e aiutano tutti gli americani

Di Francesco Simoncelli , il - 42 commenti

di Gary North L’economista Walter Williams sottolinea quanto segue: Nel suo discorso del 2012 il presidente Barack Obama diceva che “oltre 1,000 americani stanno lavorando oggi perché abbiamo fermato un incremento della produzione delle gomme cinesi”. Secondo uno studio condotto dal Peterson Institute for International Economics (http://tinyurl.com/jdtbktu), tali restrizioni commerciali hanno costretto gli americani a pagare $1.1 miliardi in prezzi più alti per i... Continua a leggere

La storia la scrivono i vincitori ma state tranquilli: posto libero accanto a Mladic ne resta parecchio

Di Mauro Bottarelli , il - 108 commenti

Ieri attendevamo una risposta da Strasburgo, è arrivata invece dall’Aja. Sempre di tribunali si tratta ma fra la decadenza di Silvio Berlusconi e quella dell’Occidente, la differenza esiste. Perché la sentenza che ha condannato all’ergastolo Ratko Mladic per crimini di guerra non è un atto di giustizia, né tantomeno un pilastro attorno al quale riscrivere la storia del mattatoio balcanico: è una vergognosa coperta di Linus che servirà da precedente per, paradossalmente,... Continua a leggere

Trump è stata la false flag per screditare le teorie alternative una volta per tutte? Qualche sospetto

Di Mauro Bottarelli , il - 94 commenti

C’è davvero il rischio di una guerra? Dobbiamo avere paura della guerra? Una domanda apparentemente banale ma che, con il passare dei giorni, assume una valenza ontologica rispetto agli sviluppi dei nostri tempi. Davvero Trump ha paura di Putin e allora abbozza i suoi giudizi sul Russiagate, come ha fatto notare l’ex capo della CIA, sottolineando come gli Stati Uniti per questo siano in pericolo? Davvero la resa dei conti fra Hezbollah e Arabia Saudita è alle porte, con Israele... Continua a leggere

Torna ISIS, torna Rita Katz, torna la paura: occorre deprimere ancora un po’ la democrazia negli USA

Di Mauro Bottarelli , il - 64 commenti

I dati di fatto sono quattro. Primo, torna ad essere colpita Manhattan, dopo l’11 settembre. Secondo, gli analisti già parlano di un salto di qualità, definendo l’attacco di ieri su “modello europeo”, ovvero un pazzo o radicalizzato che si lancia sulla folla con un mezzo di trasporto in un giorno di festa e non più un uomo che si mette a sparare con armi pesanti, di fatto una risposta diretta all’appello dell’ISIS a colpire i civili, utilizzando armi non... Continua a leggere

Ci risiamo… un’altra volta

Di Francesco Simoncelli , il - 3 commenti

di Francesco Simoncelli L’esperienza nel proprio campo d’indagine è un asso nella manica per chi cerca di divulgare un determinato messaggio. L’esperienza non solo insegna a comunicare in modo appropriato le idee, ma permette a colui che le diffonde di raccoglierne di nuove e selezionare quelle che più si adattano alla comunicazione del messaggio. Per quanto riguarda la scienza economica, il miglior luogo dove costruire la propria esperienza è lì dove si svolge la sua... Continua a leggere

Il franchising del terrore offre di tutto, dall’Isis alla “pura malvagità”. Abbiate paura e niente domande

Di Mauro Bottarelli , il - 123 commenti

Hanno corso i titoli delle aziende produttrici di armi oggi a Wall Street. I 58 morti e 515 feriti dello shhot-out di Las Vegas hanno messo le ali ai primi beneficiari del Secondo Emendamento e di una delle principali battaglie incastonate nella campagna elettorale di Donald Trump, la libertà di possedere armi da fuoco. E rialzi del genere, nell’era Obama, avevano un senso: a ogni strage, il presidente prometteva un giro di vite. Quindi, le gente si fiondava a comprare pistole e fucili... Continua a leggere

Jamie Dimon teme che il suo lavoro sia diventato obsoleto

Di Francesco Simoncelli , il - 12 commenti

di Jeffrey Tucker Nulla dell’invettiva anti-Bitcoin di Jamie Dimon (“Bitcoin is a fraud”) ha senso. La tempistica era strana. Dopotutto, bitcoin si è mostrato al mondo fin dall’ottobre 2009. Non c’erano notizie che avrebbero potuto spingere l’amministratore delegato di JP Morgan ad affermare quanto segue: Questa moneta non funzionerà. Non si può avere un business in cui si può inventare una valuta dal nulla e pensare che le persone che la acquistano siano... Continua a leggere

La presunzione fatale di Mario Draghi

Di Francesco Simoncelli , il - 5 commenti

di Thorsten Polleit Il 23 agosto 2017 il presidente della Banca Centrale Europea (BCE) ha tenuto un discorso intitolato “Connecting research and policy making” a Lindau, Germania.[1] Ciò di cui Draghi ha parlato in questa occasione — e soprattutto quello di cui non ha parlato — è stato abbastanza rilevante. Mancava l’analisi delle cause dell’ultima crisi economica e finanziaria. Si aveva l’impressione che la crisi fosse arrivata inaspettata. Non si menziona il ruolo... Continua a leggere

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi