Archivi per tag: Radicalizzazione

Telenovela completa, ucciso il killer delle ramblas. Ora, cercasi autori con fantasia per nuove cazzate

Di Mauro Bottarelli , il - 49 commenti

Solo la mente poetica e anarchica di Fabrizio De André avrebbe potuto scrivere un finale simile. Younes Abouyaaqoub, il ragazzo alla guida del van che ha fatto strage sulla ramblas di Barcellona e unico ancora in fuga del commando jihadista, è stato ucciso oggi pomeriggio dalla polizia catalana, mentre scappava in un poetico vigneto di Subirats, a 50 chilometri dalla capitale catalana. Indosso aveva una falsa cintura esplosiva e prima di essere abbattuto, invocava Allah. Ah, nel frattempo le... Continua a leggere

A Barcellona manca solo un idraulico moldavo, poi il cast è al completo. Ma il segnale è arrivato

Di Mauro Bottarelli , il - 196 commenti

C’è una sola cosa che mi sento di dirvi senza timore di smentita: anche dopo la peggior notte di bisboccia, il mattino dopo ho sempre fornito versioni dell’accaduto più lineari e credibili di quelle degli inquirenti spagnoli. Sempre. Magari sbiascicando ma mai inondando di cazzate il mio interlocutore come il fiume in piena di non-sense che arriva a getto continuo dalla Catalogna. Riassumo, per quanto sia riuscito a capirci qualcosa, per sommi capi. Attorno alle 5 del pomeriggio... Continua a leggere

Parigi ci ha fornito la dose di terrore terapeutico ma l’assuefazione cresce. E la resa è ormai vicina

Di Mauro Bottarelli , il - 71 commenti

Capisci che stanno vincendo la battaglia quando ti rendi conto di essere stanco. Stanco di dover ogni volta prendere sul serio un qualcosa che, oramai, non ha più nemmeno la decenza di ammantarsi di un minimo di gravità emergenziale. Sembra un copione: l’attentato con sempre meno vittime ma sempre più penetrante a livello di location, il senso di assedio, le reazioni della politica, lo Stato che si riunisce e promette sicurezza. Sembra di rivedere un film: cambia qualche faccia e... Continua a leggere

Grazie al Will Coyote di Orly, in Francia è di nuovo allarme terrorismo. E la propaganda ringrazia

Di Mauro Bottarelli , il - 31 commenti

Avevo già fatto notare venerdì la straordinaria coincidenza tra l’annuncio del ministro della Giustizia francese di sospendere in anticipo lo stato di emergenza e la comparsa di un pacco bomba alla sede dell’FMI di Parigi e di uno sparatore paranoico in un liceo del sud del Paese: et voilà, il buon Francois Hollande si è trovato costretto a confermare che lo stato di emergenza proseguirà fino al 15 luglio, stante la minaccia terroristica. Sabato, poi, l’allerta è salita... Continua a leggere

Un’Europa bipolare e ipocrita va in ordine sparso verso Bratislava. Ma Francia e Germania tramano

Di Mauro Bottarelli , il - 139 commenti

“L’obiettivo a lungo termine della generazione Jihad è distruggere l’Europa attraverso una guerra civile e poi costruire una società islamica dalle sue ceneri. E quando parlo di generazione Jihad intendo un sempre crescente numero di islamici con pessime prospettive di lavoro che si uniscono per continuare a commettere atti di terrore in tutta Europa”. Così parlò, interpellato da Die Welt, il professor Gilles Kepel, specialista di islam e mondo islamico... Continua a leggere

L’icona anti-Trump fa soldi con gli immigrati? E per Obama, i pericoli sono veterani e Ku Klux Klan

Di Mauro Bottarelli , il - 31 commenti

Quello che vedete nella foto, ritratto insieme alla moglie, è Khzir Khan, il padre del capitano Humayun Khan, musulmano ma militare Usa ucciso nel 2004 in Iraq. Dal palco della Convention democratica di Philadelphia, il signor Khan ha fatto commuovere ed emozionare tutte le Giovanne Botteri del mondo quando, brandendo in mano una copia della Costituzione, ha attaccato le politiche di Donald Trump sull’immigrazione, bollandole appunto come “incostituzionali”, soprattutto... Continua a leggere

Austria, lo Stato ammette (in segreto) il rischio caos. Patriot Act per il Belgio e Merkel nei guai

Di Mauro Bottarelli , il - 108 commenti

Come era prevedibile, Ankara alza la voce: se l’Unione europea non eliminerà entro ottobre i visti per i cittadini turchi, Ankara farà saltare l’accordo sui migranti stretto con Bruxelles pochi mesi fa. E non pensiate che il fatto che i turchi ci diano tempo fino all’inizio dell’autunno ci metta al riparo, visto che con la brutta stagione gli sbarchi diminuiscono molto. Il confine turco è quello che sta facendo da argine al passaggio di profughi via terra dalla Siria... Continua a leggere

Tra radicalizzati a tempo di record e politica imbelle, la Svezia ci ricorda cosa ci aspetta

Di Mauro Bottarelli , il - 140 commenti

Dev’essere nata una Scuola Radioelettra per estremisti islamici e non ce ne siamo accorti. Perché appare un po’ strano che sia l’attentatore di Nizza che l’afghano che ieri sera ha ferito a colpi d’ascia i passeggeri di un treno in Baviera, si siano radicalizzati in due settimane: forse si tratta di lavaggio del cervello, più che di radicalizzazione. Ma chi può dircelo, come al solito i due martiri sono stati uccisi. E i morti non parlano. Ovviamente... Continua a leggere

Due testimoni (stranieri) negano che il killer della Cox abbia detto Britain First. Ma la propaganda..

Di Mauro Bottarelli , il - 3 commenti

Ormai ci siamo, domani è il grande giorno del referendum sul Brexit. L’incertezza rimane alta, lo testimonia il fatto che nelle ultime 24 ore siano scesi in campo i grossi calibri in favore della permanenza nell’Ue, da George Soros alla Football Association fino a David Beckham, uno spettro di volti noti che copre ogni tipo di criticità e pubblico. Ieri, poi, Mario Draghi, parlando al Parlamento Ue, è tornato a rassicurare sul fatto che “la Bce è pronta a far fronte a... Continua a leggere

Volete sapere come vivremo tra 10 anni avanti di questo passo? Ecco le cartoline dallo Svezistan

Di Mauro Bottarelli , il - 174 commenti

Visto che la situazione non è abbastanza fuori controllo, mettiamoci pure il carico da novanta. La scorsa settimana nella città svedese di Eskilstuna, lo staff di un centro di accoglienza per migranti è finito nell’occhio del ciclone perché, come raccontato dal quotidiano Eskilstunakuriren, tentava di islamizzare i nuovi arrivati, incoraggiandoli a essere maggiormente fondamentalisti nell’interpretazione del proprio culto. Tra le altre cose, ai rifugiati veniva chiesto di... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi