Archivi per tag: regno unito

May: “Il 29 marzo 2019 alle 23 usciremo dall’UE”. Balle, l’unica a uscire (da Downing Street) sarà lei

Di Mauro Bottarelli , il - 98 commenti

Quando sei con le spalle al muro, hai due alternative: arrenderti e sperare di essere risparmiato o reagire, rischiando di essere fatto secco. La seconda alternativa è la più estrema e solitamente non è dettata dal coraggio ma dalla disperazione, dal non aver nulla più da perdere, dall’aver capito che la partita è ormai persa al 99,9%. Bene, penso che Theresa May abbia applicato quest’ultima logica alla sua decisione di giocarsi il tutto per tutto sul Brexit. Con mossa... Continua a leggere

E’ tutto solo un gioco come nel film con Michael Douglas? Oppure ci sveglieremo dentro l’incubo?

Di Mauro Bottarelli , il - 26 commenti

Non so se avete visto il film “The game” con Michael Douglas e Sean Penn. Niente di che, nonostante il blasone dei due protagonisti ma interessante per l’argomento. Douglas è il solito finanziere miliardario e cinico, mentre Penn il fratello sbandato e sempre nei guai. Il giorno del suo compleanno, Douglas riceve un invito presso un’azienda che si occupa di organizzazione eventi per clienti facoltosi, dove compila un dettagliato questionario personale per poter... Continua a leggere

Le molestie a Westminster, Russiagate in spolvero e la mafia del Berlusca. Tutto ora, tutto insieme…

Di Mauro Bottarelli , il - 36 commenti

Sicuramente mi sbaglio, ossessionato come sono dalla teoria del complotto. Però, c’è qualcosa di strano nel timing che ha visto emergere, contemporaneamente, tre fronti destabilizzanti per altrettanti scenari politici. Al netto della querelle catalana, ormai sprofondata nel farsesco, mi pare davvero strano quanto sta accadendo. Ricorderete che la settimana scorso scrissi di come alcune strane usciti dal fronte UE mi lasciassero prefigurare un accerchiamento di Theresa May finalizzato a... Continua a leggere

La marcia indietro sul Brexit ora non è più un tabù. Basta un po’ di fifa economica e il voto anticipato

Di Mauro Bottarelli , il - 61 commenti

Lo so, lo so. Con quello che sta succedendo in Catalogna (anzi, sta per succedere, visto che nel porto di Barcellona sono ancora attraccate due navi con a bordo circa 17mila agenti della Guardia Civil), uno non dovrebbe pensare ad altro ma focalizzarsi sul mainstream. Vi consolerà sapere che l’argomento non discosta molto, come avrete notato dal titolo: sempre di abbandono si tratta, in questo caso di uno Stato membro che dice addio all’UE. Più di una volta, trattando... Continua a leggere

Causa “attentati”, Londra e Parigi annunciano leggi speciali anti-estremismo. Di ogni genere

Di Mauro Bottarelli , il - 155 commenti

Et voilà: “In questo Paese Siamo stati troppo tolleranti con gli estremismi, gli estremismi di ogni tipo, compresa l’islamofobia. Questo governo vuole agire per estirpare gli estremismi e le ideologie che fomentano l’odio, tramite la società ed internet. Ci assicureremo anche che polizia e servizi segreti abbiano tutti i poteri di cui hanno bisogno”. Parole e musica di Theresa May, parlando al Paese dopo l’attentato alla moschea di Finsbury Park. Quindi, tutti... Continua a leggere

Su richiesta e in anteprima, l’attentato buonista. A Londra va in onda la false flag degna della D’Urso

Di Mauro Bottarelli , il - 72 commenti

Non so se avete avuto il piacere di assistere all’approfondimento di SkyTg24 dedicato all’attentato contro la moschea di Finsbury Park a Londra: un assoluto spasso. In studio, due sedicenti esperti di terrorismo appartenenti a centri studi con nomi roboanti quanto la megaditta di Fantozzi e altrettanto ridicoli nei contenuti e in collegamento il musulmano moderato di complemento, quasi un accessorio dell’Ikea, ormai indispensabile. Gravi le conclusioni cui si è giunti: siamo... Continua a leggere

E’ un pazzo isolato! No, è un suprematista bianco! Sicuramente ha oscurato il caos NATO nel Baltico

Di Mauro Bottarelli , il - 74 commenti

Non so voi ma la quantità di stronzate che ho dovuto sentire nelle ultime due ore superano per intensità un’intera stagione di “Piazza pulita”. Nel giorno in cui iniziano i negoziati sulla Brexit, con il governo inglese più debole che mai dopo l’esito delle urne e la tragedia di Grenfell Tower e a soli tre giorni dall’anniversario dell’uccisione della deputata laburista, Jo Cox (16 giugno), per mano di un nazionalista anti-UE (del cui destino, come... Continua a leggere

Scotland Yard esclude dolo per il rogo di Grenfell Tower: “Al momento”. Londra rischia di bruciare

Di Mauro Bottarelli , il - 50 commenti

E’ ormai da un paio di giorni che in Rete compaiono post relativi al tremendo incendio che ha devastato la Grenfell Tower, il mega-condomio popolare nella zona di Kensington divorato dalle fiamme mercoledì e che finora ha reclamato ufficialmente 30 morti e 70 dispersi (su un totale di 450 abitanti circa), tra cui una coppia di fidanzati italiani. Immagini come questa fanno capolino accompagnate da domande del genere: come mai questa torre è bruciata per una notte e un giorno e non è... Continua a leggere

Tutta colpa del Qatar, anche per la sconfitta della Juve. Il puzzle si sta completando. Velocemente

Di Mauro Bottarelli , il - 51 commenti

Deve davvero aver fatto bene all’ego di Maurizio Molinari, direttore neo-con de “La Stampa”, l’essere stato accolto alla riunione del Bildrberg Group. Era infatti uno dei quattro italiani invitati al simposio della consorteria globalista – insieme a Lilli Gruber, Beppe Severgnini e Fabiola Gianotti, direttrice del Cern di Ginevra – tenutosi lo scorso weekend al Westflieds Marriot di Chantilly, in Virginia. Come vedete dalla foto, diciamo che i super-potenti... Continua a leggere

Manchester sarà pro-Labour? Nei sondaggi, ora la May è avanti solo di 5 punti. E c’è l’incognita UKIP

Di Mauro Bottarelli , il - 6 commenti

L’ennesimo, inutile G7 è finito: compromesso stinto sul commercio, frasi fatte e l’assurda inclusione della Russia tra le “minacce” nel capitolo terrorismo, certificazione della possibilità di sigillare i confini per i vari Stati in tema di immigrazione (bye bye Italia) e scontro frontale sui cambiamenti climatici. Insomma, 12 milioni di soldi pubblici buttati nel cesso, bastava una bella conference call ma questo non avrebbe permesso alle first ladies di assaggiare... Continua a leggere

Notizie di “Igor il russo” o del killer delle piccole rom? E’ la legge dell’emergenza. Tipo Manchester

Di Mauro Bottarelli , il - 81 commenti

Scusate se vi interrompo, mentre venite ragguagliati dai media sulle ultime novità dell’attentato di Manchester: avete notizie di “Igor il russo”? E del presunto killer delle ragazzine rom di Centocelle? Zero? Immaginavo. Il misterioso criminale del Polesine è sparito ormai da settimane, non solo dal mirino degli inquirenti ma anche dalle prime pagine: hanno messo in pista cani molecolari, reparti speciali, elicotteri, droni, sensitivi. Di tutto. Ma lui è sparito. Per... Continua a leggere

Un attentato emotivo, mediatico e politico. Che spiana la strada a una nuova pax mediorientale

Di Mauro Bottarelli , il - 50 commenti

Azzardo ipotesi a caldo riguardo l’attentato di Manchester, dove -nel momento in cui sto scrivendo – hanno perso la vita 22 persone, mentre altre 59 sono rimaste ferite. Si parla di un kamikaze, come a Parigi nel 2015 ma un qualcuno che, se fosse confermata l’ipotesi, ha atteso il momento del deflusso dall’arena a fine concerto per farsi esplodere, in un’area esterna vicino alla biglietteria, quindi per ottenere il massimo effetto, senza correre il rischio di... Continua a leggere

Dopo Londra, meglio temere chi invoca gli Stati Uniti d’Europa e il modello Israele oppure l’Isis?

Di Mauro Bottarelli , il - 39 commenti

In risposta agli attentati di Londra, la polizia inglese ha dato vita ad alcuni raid a Birmingham, nel corso dei quali sarebbero state arrestate otto persone: operazioni mirate? No, chi conosce l’Inghilterra sa che rastrellare la “capitale” delle Midlands dopo un attentato di matrice islamica equivale a mettere sotto sopra Casal di Principe dopo una vendetta di camorra. Si va sul sicuro, con la rete a strascico. E non per forza con la volontà di perseguire il crimine... Continua a leggere

C’è poco da fare, a Londra come Parigi, il mercato adora gli attentati. Anzi, ne adora le conseguenze

Di Mauro Bottarelli , il - 106 commenti

Mentre scrivo, ho un’unica certezza rispetto a quanto accaduto a Londra: il mercato adora gli attentati terroristici. Anzi, con quasi certezza, posso dire che adora le conseguenze politico-sociali che spesso e volentieri portano con sè. Il computo dei morti, per ora, è di due persone: un poliziotto ucciso mentre tentava di fermare l’assalitore e una donna investita dal suv lanciatosi sulla folla lungo Westminster Bridge. Un medico dell’ospedale St. Thomas, raggiunto dalla... Continua a leggere

Imposte per le imprese al 10 % . La carta vincente di Theresa May

Di Ticino Live , il - Replica

Il primo ministro britannico Theresa May lavora a un piano per ridurre della metà le imposte a carico delle società e farle passare dal 20% al 10%, scrive il Sunday Times. In questo modo, malgrado il Brexit, le imprese sarebbero ancora interessate a stabilirsi o a rimanere nel Regno Unito, anche se i vertici dell’Unione europea mantengono le minacce di un Brexit Hard, cioè di una separazione che obbligherebbe il paese a un commercio con l’UE secondo le regole... Continua a leggere

A Calais va in scena la protesta contro l’invasione Ma a far paura ora saranno le mille Burcei d’Italia

Di Mauro Bottarelli , il - 84 commenti

Quella che vedete nella foto di copertina è la colonna di camion che da stamattina sta paralizzando la principale arteria che da Calais porta verso i punti di imbarco per la Gran Bretagna. L’hanno già denminata “Operazione lumaca” e il porto della cittadina francese è completamente bloccato: motivo della protesta, le continue violenze che i camionisti subiscono da parte degli occupanti del campo profughi denominato “la giungla”, dove risiedono circa 7mila... Continua a leggere

In Yemen, l’Occidente ha le mani sporche di sangue. Ma forse, questa volta, Ryad pagherà

Di Mauro Bottarelli , il - 16 commenti

Per chi sperava in un aumento sostenibile del prezzo del petrolio, le parole del ministro per l’Energia saudita, Al-Falih, sono suonate come l’ennesimo de profundis: “Ad oggi non ci sono state discussioni sostanziali rispetto ai livelli di produzione dell’Opec. Non credo sia necessario un significativo intervento sul mercato, la domanda sta recuperando molto bene in tutto il mondo”. E’ vero? No. Una prima conferma ci arriva da questo grafico. il quale ci... Continua a leggere

Le troppe Ventimiglia d’Europa ci dicono che ora la misura è colma. E sono le cifre a parlare chiaro

Di Mauro Bottarelli , il - 148 commenti

Non so se, come me, abbiate avuto la disgrazia di sentire la conferenza stampa dei cosiddetti “No borders” a Ventimiglia: se sì, siamo fratelli nella disperazione. Qui non basta nemmeno più citare Darwin o Lombroso, qui siamo al delirio autolesionista puro, siamo alla perversione mentale e civile. Ovviamente, dopo l’agente morto di infarto a margine degli scontri di sabato, centri sociali e amenità umane affini, hanno deciso di annullare la manifestazione prevista per oggi... Continua a leggere

E’ ufficiale, il referendum Brexit sarà un’Austria 2.0. Le schede del voto postale hanno l’aiutino

Di Mauro Bottarelli , il - 79 commenti

> Attenzione, attenzione: il referendum sul Brexit del prossimo 23 giugno sarà un’Austria 2.0 e anche in questo caso sarà il voto postale a mettere la parola fine sulle speranze di qualche milione di britannici che vorrebbe giocare a carte scoperte e poter scegliere il proprio destino senza che il manovratore di turno abbia già deciso l’esito. A lanciare l’allarme è stato il quotidiano conservatore ed euroscettico Daily Telegraph, il quale ha ricevuto lo sfogo di alcuni... Continua a leggere

Il doppiogiochismo sull’Isis di Arabia, Usa ed Europa potrebbe essere alla fine. E Putin…

Di Mauro Bottarelli , il - 6 commenti

Se volete capire quanto istituzioni come l’Onu siano inutili e da chiudere il prima possibile, il caso dello Yemen è esplicativo. Ad oggi, infatti, al netto di oltre 6mila morti di cui la metà civili, sapete quanto ha ricevuto il Paese in aiuti (già stanziati)? Il 2% di 1,88 miliardi di dollari. Complimenti. In compenso, altre cose funzionano a meraviglia laggiù, ad esempio l’arrivo di sangue fresco per aiutare la proxy war che l’Arabia Saudita sta combattendo contro i... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi