Archivi per tag: Ricollocamenti

Tornano sbarchi e ONG e ora arrivano le “navi dei bambini”. Attenti al lacrimevole blitz sullo ius soli

Di Mauro Bottarelli , il - 134 commenti

La tregua e, a quanto pare anche i soldi, è finita. Stamattina è arrivata nel porto di Palermo la nave Aquarius di “Sos Méditerranée”, con a bordo 606 migranti salvati in sette operazioni di soccorso in meno di 36 ore. E’ stata immediatamente e paraculescamente ribattezzata la “nave dei bambini”: sul natante dell’ONG, infatti, erano presenti 241 minori, 178 dei quali non accompagnati, oltre a undici donne incinte, di cui due al nono mese di gravidanza.... Continua a leggere

Se la coda di paglia sui migranti non ti fa capire che la minaccia di Vienna è in realtà un assist

Di Mauro Bottarelli , il - 76 commenti

A volte mi chiedo se la gente ci è o ci fa. Oggi è uno di quei giorni. Perché sono abbastanza navigato da sapere che tutto ha una sua finalità strumentale in politica ma, al netto della partigianeria, mi hanno insegnato che almeno le forme vanno salvaguardate, altrimenti ci vuole poco a precipitare nel baratro del ridicolo come Will Coyote dopo uno dei suoi proverbiali inseguimenti di Beep Beep. Ora, guardate la prima pagina de “Il Giornale” di oggi e ditemi se non siamo di... Continua a leggere

L’indignazione del “chissà dove andremo a finire” genera mostri. Il governo Gentiloni ne è la riprova

Di Mauro Bottarelli , il - 36 commenti

Immagino che tutti voi abbiate visto quel capolavoro assoluto del cinema che è “Amici miei”, quindi se vi cito lo scherzo del vasino del Necchi non cascherete dalla nuvole. E come chiosò quell’atto di goliardia, il Perozzi? Chiedendosi retoricamente, cosa sia il genio e rispondendosi così: “E’ fantasia, intuizione, decisione e velocità di esecuzione”. In quel caso, fu riempire di cacca da adulto un vasino per bambini, gettando nel panico i genitori per... Continua a leggere

Che idea i visti a tempo! Vienna chiude tutto e la Francia, in stato di emergenza, ci si pulisce il culo

Di Mauro Bottarelli , il - 112 commenti

Non c’è limite al peggio. Sembrava impossibile ma, parlando di questione migranti, siamo passati dallo schiaffo preventivo stile Tallinn all’auto-schiaffone, tanto per non perdere tempo. Ovvero, pestiamo la merda appena fatta da soli, così per abbreviare l’attesa della figuraccia di turno. Perché una cosa è essere sfanculati da cinque o sei ministri dell’Interno UE, un’altra è essere smentiti da Angelino Alfano: a quel punto, anche il residuo di dignità... Continua a leggere

Al terzo schiaffone sui migranti in otto giorni, ora l’Italia punta sui sindaci libici. Dopo, resta Lourdes

Di Mauro Bottarelli , il - 71 commenti

Ormai pare un’abitudine: sul caso migranti, l’Italia comincia a prendere schiaffoni prima ancora di essersi seduta al tavolo negoziale. E ormai siamo al terzo in otto giorni, la faccia comincia a fare male. In principio, lunedì l’altro, fu la minaccia di chiudere i porti, dopo l’arrivo di 12mila migranti in due giorni che riportò il governo e mezza maggioranza con i piedi per terra. L’Europa si spaventò così tanto che bastò l’ipotesi austriaca di... Continua a leggere

Migranti, ecco i numeri dell’invasione. E la colla austriaca è metafora delle nostre bocche chiuse

Di Mauro Bottarelli , il - 64 commenti

Dunque, la colla delle buste per il voto postale in Austria non tiene: il ballottaggio delle presidenziali è rinviato al 4 dicembre. La coalizione di governo e i Verdi si sono quindi presi due mesi e mezzo in più di tempo per cercare di far vincere Alexander Van der Bellen ed evitare che nel Paese alpino si gettino le basi del Quarto Reich grazie a un presidente espressione dell’FPO. Ce la faranno? Quasi certamente sì, perché con l’arrivo dell’autunno e il rafforzamento... Continua a leggere

A Calais va in scena la protesta contro l’invasione Ma a far paura ora saranno le mille Burcei d’Italia

Di Mauro Bottarelli , il - 84 commenti

Quella che vedete nella foto di copertina è la colonna di camion che da stamattina sta paralizzando la principale arteria che da Calais porta verso i punti di imbarco per la Gran Bretagna. L’hanno già denminata “Operazione lumaca” e il porto della cittadina francese è completamente bloccato: motivo della protesta, le continue violenze che i camionisti subiscono da parte degli occupanti del campo profughi denominato “la giungla”, dove risiedono circa 7mila... Continua a leggere

Criminalizzare il dissenso e la rabbia, bollandoli di razzismo. Salvo, poi, piangere le vittime di Nizza

Di Mauro Bottarelli , il - 98 commenti

Di come sia ridotta la Francia vi avevo dato uno spaccato solo ieri e vi giuro che stanotte mi si è gelato il sangue, quando ho sentito le prime notizie provenienti da Nizza: forse porto male? O, forse, dico le cose come stanno? O forse una terza ipotesi. Perché giusto pochi giorni fa, a mettere il carico da novanta ci aveva pensato nientemeno che il capo dei servizi segreti, Patrick Calvar, il quale ha placidamente dichiarato che “l’estremismo sta crescendo ovunque, siamo... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi