Archivi per tag: Stato di polizia

Assisteremo al rassicurante spettacolo distopico, figlio del caos di anime nere a cavalieri di ventura

Di Mauro Bottarelli , il - 62 commenti

Mentre scrivo a notte fonda, dopo un paio di giorni di assenza forzata, l’Hotel Intercontinel di Kabul è sotto attacco terroristico in grande stile: sono almeno 15 le vittime accertate e testimoni oculari parlano di persone gettate vive dalle finestre. Macabro rituale ma non nuovo: nei territori gestiti e controllati dal Califfato, questo era il destino che attendeva gli omoessuali. In quel caso, radunata la folla sotto il palazzo, venivano gettati dall’ultimo piano. Come monito e... Continua a leggere

Siamo solo tanti “Numero 6” nel villaggio globale del controllo sociale. Vale la pena andare avanti?

Di Mauro Bottarelli , il - 140 commenti

Prima di tutto, scusatemi in anticipo per la lunghezza dell’articolo di oggi. Immagino che pochi di voi abbiano visto la serie tv “Il prigioniero”, io stesso l’ho scoperto da poco, grazie alla lettura di un articolo del “Boston Globe”. Andata in onda sulla tv britannica 50 anni fa, 17 episodi in tutto, racconta la storia di un agente segreto – il cui nome è semplicemente un numero di matricola, “Numero 6”- che abbandona il suo lavoro ma... Continua a leggere

Amburgo è stata la “tempesta perfetta” del caos. Mentre qui va in scena l’antifascismo da arenile

Di Mauro Bottarelli , il - 39 commenti

I nodi vengono al pettine. E lo fanno velocemente. Nel mio articolo di ieri sottolineavo come Amburgo non potesse aver subito una tale devastazione da parte dei Black bloc, se non per una deliberata scelta di qualcuno di lasciare che questi ultimi scatenassero il caos. E non tanto per inviare un messaggio al grandi riuniti al G20 o per testare la reazione delle forze dell’ordine, quanto per mettere sotto pressione i cittadini: quanto sono in grado di accettare a livello di violenza e di... Continua a leggere

Dal Nürburgring a Londra, passando per Torino: prove tecniche di paura permanente. E di regime

Di Mauro Bottarelli , il - 58 commenti

C’è un filo rosso che unisce quanto accaduto a Londra l’altra notte con gli avvenimenti di Piazza San Carlo a Torino: la paura. Uno stato mentale, prima che un allarme concreto. Se infatti nella capitale britannica la paura aveva il volto reale di un furgone bianco sulla folla del London Bridge e di tre uomini vestiti di nero – “Sembravano drogati, colpivano a caso e dicevano che era per Allah”, racconta un superstite – che menavano fendenti con coltellacci... Continua a leggere

Dopo Babbo Natale e il cinese, salta pure la pista kirghisa per la strage di Istanbul. Ora, i rettiliani?

Di Mauro Bottarelli , il - 26 commenti

Premessa doverosa: questo articolo rischia di diventare vecchio e anacronistico da un momento all’altro. Le versioni “ufficiali” sulla strage di Istanbul di Capodanno, infatti, cambiano con la velocità con cui cambia fidanzati Belen Rodríguez o allenatori il Palermo di Zamparini. Prima era l’uomo vestito da Babbo Natale, decisamente l’abbigliamento perfetto per chi voglia compiere un attentato la notte di Capodanno nel blindatissimo quartiere europeo di Besiktas... Continua a leggere

Un 18enne solo e depresso ha tenuto in scacco la Germania. Credeteci ma occhio alle conseguenze

Di Mauro Bottarelli , il - 85 commenti

Dunque, non c’entra l’Isis, non c’entra l’estrema destra e non c’entra il tema dei profughi. A Monaco non ha agito un commando di tre persone ma un 18enne con doppio passaporto, tedesco e iraniano, di nome David Ali Sonboly, affetto da problemi psichici e con l’ossessione delle sparatorie di massa. Ha ucciso 9 persone e ne ha ferite 27, prima di togliersi esso stesso la vita a un chilometro dal centro commerciale in cui aveva seminato il panico. Non era un... Continua a leggere

RC Twitter

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi