Archivi per tag: usa

Bolla immobiliare, nuovo round

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di Francesco Simoncelli Questa è una storia che abbiamo già visto. La cosa sorprendete è che continua ad accadere senza che la maggior parte delle persone se ne accorga. Peggio, la maggior parte delle persone pensa che sia fisiologico. Non lo è. È per questo motivo che sono tornati a considerare le loro case come un bancomat. L’euforia pre-2008 nel settore immobiliare ha portato le famiglie americane ad accendere ipoteche in sequenze sulle case di proprietà e spendere i... Continua a leggere

Il tentativo incerto della FED di adottare una posizione monetaria ristretta

Di Francesco Simoncelli , il - Replica

di Thorsten Polleit Lo scorso marzo la Federal Reserve (FED) ha innalzato il tasso dei fondi federali di 25 punti base, portando la banda del tasso ufficiale tra 0.75-1.00%. Tale mossa era stata ampiamente prevista. Tuttavia il mercato sembrava sorpreso quando la FED ha ribadito che si sarebbe attenuta al suo piano di aumentare i tassi non più di tre volte quest’anno, perché l’inflazione è già decollata. A febbraio l’indice dei prezzi al consumo era arrivato al 2.7%... Continua a leggere

Che farà Trump per quanto riguarda il cartello delle banche centrali?

di Thorsten Polleit Gli Stati Uniti sono di gran lunga la più grande economia del mondo. I suoi mercati finanziari — che si tratti di azioni, obbligazioni o mercati dei derivati — sono i più grandi ed i più liquidi. Il biglietto verde è la più importante valuta nelle transazioni mondiali. Molte valute del mondo — l’euro, il renminbi cinese, la sterlina inglese ed il franco svizzero — sono stati costruiti prendendo come riferimento il dollaro americano. Il mondo è... Continua a leggere

And the winner is… Mosca medierà sul caso Qatar, Arabia e USA sono avvisati. E l’Iran ora alza il tiro

Di Mauro Bottarelli , il - 82 commenti

Cosa resterà dell’8 giugno 2017 ai posteri? Vediamo. La rottura tra PD e Cinque Stelle sulla legge elettorale, dopo un voto segreto tramutatosi in palese che ha mostrato a tutti l’azione di franchi tiratori su un emendamento riguardante l’assimilazione del Trentino- Alto Adige al resto del Paese per quanto riguardo i criteri di voto. Sono volate parole grosse, insulti, minacce e alti lai relativi a una legge che ormai è morta e una condivisione politica impossibile, stante... Continua a leggere

Mentre l’Iran è sotto attacco, il Deep State lavora alacremente per “procurar battaglia”. Ovunque

Di Mauro Bottarelli , il - 146 commenti

Mentre scrivo, Teheran è sotto attacco. Un gruppo di terroristi, pare quattro, ha assaltato la sede del Parlamento iraniano, sparando con fucili mitragliatori, il mausoleo di Khomeini e la fermata della metropolitana ad esso adiacente, queste ultime due azioni compiute da un kamikaze, pare una donna, fattasi esplodere fra i turisti. Una guardia armata del Parlamento risulta morta e si parla di sei feriti e ostaggi, tra cui alcuni deputati ma la situazione, ovviamente, appare nebulosa e in... Continua a leggere

La strategia della guerra finanziaria dell’America

di Alasdair Macleod Il rinnovato desiderio dell’America d’intensificare le tensioni militari incarna la strategia statunitense di una guerra finanziaria infinita, questa volta diretta verso la Corea del Nord, la Siria e forse l’Iran. Questo è il parere dei consulenti strategici della Cina. Analizzando dal punto di vista della Cina la geopolitica e l’economia dietro la strategia di guerra dell’America, possiamo concludere che sta entrando nella sua fase finale. La... Continua a leggere

Da sola, la vendita di debito USA da parte della Cina non metterà in pericolo il dollaro

di Frank Shostak Dopo essere arrivati a $1,315 miliardi a luglio 2011, i possedimenti di US Treasuries nelle mani della Cina sono calati a $1,058 miliardi a dicembre dello scorso anno — una calo del 19.5%. La percentuale dei possedimenti totali di US Treasuries nelle mani delle aziende cinesi è scesa dal 28.2% a luglio 2011 al 17.6% a dicembre 2016. Esiste una forte consenso secondo cui un calo dei possedimenti cinesi di US Treasuries potrebbe seriamente indebolire il dollaro USA e causare... Continua a leggere

L’apocalisse nella vendita al dettaglio e l’oppio degli utili di Wall Street

di David Stockman Il Dipartimento del Commercio ha riferito che la crescita del PIL per il primo trimestre è stata solo dello 0.7%. Il rapporto ha anche rivelato che la spesa familiare s’è rilevata fra le più lente sin dal 2009. Alcuni economisti la chiamano “velocità di stallo”. Dopo 94 mesi di pseudo-ripresa economica, non c’è altro modo per descriverla. Il PIL reale è cresciuto ad un tasso annuo dell’1.25% rispetto al picco precedente nel quarto trimestre... Continua a leggere

Può la Yellen far andare avanti il boom?

di Brendan Brown La Yellen, come i precedenti capi della FED tra cui Strong, Martin e Greenspan, può ora rivendicare il successo nell’aver prolungato e rafforzato un’inflazione dei prezzi degli asset che altrimenti sarebbe potuta andare fuori controllo. Se la storia è una guida, il risultato di questo successo è da temere. L’inflazione dei prezzi degli asset — sempre caratterizzata da uno squilibrio monetario che alimenta forze irrazionali — passa attraverso una fase... Continua a leggere

La futile fiducia di Trump nelle sue capacità di negoziazione

Possiamo riassumere il piano fiscale di Trump in un semplice modo di dire: avere la botte piena e la moglie ubriaca. L’abbassamento delle tasse per coprorazioni e individui non genererà affatto quel flusso di entrate che ha in mente l’amministrazione Trump per sovvenzionare i suoi molteplici piani di spesa. Come ben sapete, questo spazio è a favore di una completa dismissione dell’apparato tributario e un azzeramente del carico fiscale che lo stato ha sulle spalle dei... Continua a leggere

Cosa significa Trump per la Brexit, la Cina e l’UE

di Alasdair Macleod Il sentiero dissestato dei negoziati commerciali è stato bruscamente interrotto da Trump. Ancor prima che diventasse presidente, la sua probabile presenza alla Casa Bianca ha cambiato gli atteggiamenti e le aspettative globali. In Europa i funzionari dell’UE sono spiazzati, mentre i funzionari commerciali britannici non possono credere alla loro fortuna. I funzionari dell’UE erano pronti a punire il Regno Unito sul fatto che potessero tergiversare per sempre,... Continua a leggere

Ulteriori prove dell’idiozia di Janet Yellen

di David Stockman Nel corso degli ultimi 129 mesi, la FED ha tenuto 86 riunioni. In 83 di queste occasioni, o ha tagliato i tassi d’interesse o li ha lasciati invariati. In questo modo si capisce perché l’ultimo rialzo dei tassi era del tutto previsto (già da tre settimane addirittura!) e 25 bps non hanno affatto lasciato perplessi i trader. Il Dow è salito di oltre 100 punti quel giorno. I trader ritengono che questa farsa monetaria possa continuare all’infinito e che la... Continua a leggere

La verità sul “bilancio magro” e sul buco fiscale da $4,000 miliardi di Trump

di David Stockman Ho fatto delle scommesse sul Grande Sfasciatore e mi ritrovo ancora una volta ad aver ragione, soprattutto sul cosiddetto “bilancio magro” rilasciato ultimamente dalla Casa Bianca. Dopo tutto, se si voleva scaricare un camion carico di sabbia negli ingranaggi fiscali di Washington, il piano per spostare $54 miliardi dalla superficie della palude (EPA, HUD, ecc.) sul suo fondo (Pentagono), è il miglior modo per farlo. E nel processo si potrebbe buttare a mare il direttore... Continua a leggere

I primi 100 giorni di Trump: tutto fumo e niente arrosto

di David Stockman Sebbene gli Stati Uniti abbiano lanciato la cosiddetta “Madre di Tutte le Bombe”, esiste un altro ordigno simile, ovvero, la “Madre di Tutti i Debiti”. È stato lanciato il 28 aprile, il 100° giorno del regno di Trump. In teoria staremmo parlando solo di un’estensione di routine della risoluzione di bilancio dell’anno fiscale 2017, con la quale il Congresso finanzia annualmente $1,100 miliardi di spesa discrezionale. I rimanenti $3,000... Continua a leggere

Lo Stato sentenzia che le ONG non si toccano. E Saviano fa l’apologia di Al-Nusra dalla De Filippi

Di Mauro Bottarelli , il - 108 commenti

Come volevasi dimostrare, il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, ha capito suo malgrado cosa significhi toccare un nervo scoperto. Anzi, un filo dell’alta tensione. Dopo aver improvvidamente avanzato l’ipotesi che alcune ONG impegnate nel salvataggio dei migranti potessero essere finanziate dagli stessi trafficanti di uomini, ieri sera ha fatto una parziale retromarcia, dicendo che le sue sono ipotesi di studio e non prove, almeno al momento attuale. Atteggiamento sbagliato:... Continua a leggere

È tempo di tulipani!

di David Stockman Al culmine della mania olandese dei tulipani, i bulbi venivano venduti a più di 10 volte il reddito annuo di un artigiano ed un esemplare raro di bulbo (Semper Augustus) era scambiato per l’equivalente di 12 acri di terra privilegiata. Ma dopo essere saliti dell’8X in pochi mesi, la resa dei conti arrivò a febbraio 1637. L’indice dei prezzi dei bulbi di tulipani crollò dove tutto era iniziato a novembre dell’anno prima! Ci si potrebbe chiedere se... Continua a leggere

Il mistero del denaro che sparisce dalle casse del Tesoro USA

di David Stockman A partire dal 24 ottobre, il Tesoro degli Stati Uniti aveva nelle sue casse circa $435 miliardi. Questo perché i burocrati federali avevano emesso debito e prevedevano di accumulare un tesoro in denaro fino al 15 marzo 2017, quando Hillary Clinton avrebbe dovuto convincere il Congresso per un altro aumento del tetto del debito. Inutile dire che Hillary è stata inaspettatamente (e per fortuna) mandata in pensione a Chappaqua, New York. Ma la sorpresa meno discussa è che il... Continua a leggere

Il conto alla rovescia alla crisi

di David Stockman Durante il periodo antecedente le ultime elezioni presidenziali degli Stati Uniti, i burocrati statali del Tesoro USA hanno accumulato quello che ho descritto come il “tesoretto di Hillary” per l’arrivo del tetto del debito, portando il loro bilancio a $425 miliardi poco prima il giorno delle elezioni. Poco dopo le elezioni, invece, il Tesoro USA ha smesso di vendere nuovo debito e ha cominciato a ripagare quello in scadenza. Ha bruciato più di $338 miliardi di... Continua a leggere

Voto postale anti-Le Pen? Così parrebbe. Di certo c’è che, per paura, chiamano fake news la verità

Di Mauro Bottarelli , il - 40 commenti

Meglio premettere che la fonte è di quelle che ogni tanto le spara grosse, come spesso accade con i tabloid inglesi. Metteteci poi l’euroscetticismo viscerale che contraddistingue il “Daily Express” e il timore per quella che la gente perbene chiama “fake news” è dietro l’angolo. Ma ci sono almeno un paio di elementi a confermare la possibilità che il primo turno delle presidenziali francesi della prossima settimana possa essere viziato... Continua a leggere

È stata la FED a tenere bassi i tassi d’interesse?

di George Selgin Quando mio fratello gemello ed io eravamo bimbetti, nostro padre ci convinse che avrebbe potuto far scattare il rosso e il verde sul semaforo in qualunque momento volesse. Alzando la mano verso la luce mentre eravamo ad un incrocio, diceva: “Ti comando di diventare verde… ora!” La luce cambiava proprio al momento giusto, mentre due ragazzini gridavano: “Papà, come fai!?” Condivido questo piccolo aneddoto perché sono convinto che se la maggior... Continua a leggere

Donazioni (Solo in Bitcoin)

Vuoi Ringraziare "come si deve" Rischio Calcolato. Fatti un favore, impara a usare il Bitcoin, procuratelo e dona un frazione (anche multipli non ci offendiamo) a questo indirizzo:
1CHpkA1Xma61Q2JZZ8tpo6pDNAiD81SNAE

RC Facebook

RC Twitter

RC Video

Licenza

Creative Commons License Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 2.5. In particolare la pubblicazione degli articoli e l'utilizzo delle stessi è possibile solo indicando con link attivo l'indirizzo di questo blog (www.rischiocalcolato.it) oppure il link attivo dieretto all'articolo utilizzato.