Archivi per tag: vishal mangalwadi

LA VERITÀ ALLA BASE DELLA DICHIARAZIONE DI INDIPENDENZA AMERICANA

Di  Vishal Mangalwadi L’America è diventata il faro mondiale della libertà perché i suoi fondatori avevano fatto della Verità la loro autorità suprema. Nella bozza originale della Dichiarazione di Indipendenza (1776), Thomas Jefferson scrisse: “Noi riteniamo che sono sacre e incontestabili queste verità: che tutti gli uomini sono creati eguali; che essi sono dal Creatore dotati di certi inalienabili diritti, che tra questi diritti sono la Vita, la Libertà, e il perseguimento... Continua a leggere

LE NAZIONI POSSO ESSERE RIFORMATE?

Di Giampiero Giancipoli , il - Replica

(tratto da Celebrazioni della Riforma con Vishal Mangalwadi )   Il fatalismo, il pessimismo e l’evasione dalla realtà hanno paralizzato molte culture, mentre la chiave del sorprendente progresso dell’Occidente è stato il suo ottimismo. Ma da dove è arrivato questo ottimismo? Il filosofo ateo Thomas Hobbes descrisse la vita come “solitaria, misera, sgradevole, brutale e breve” (Hobbes, Leviatano) e Gautam Buddha, il più famoso e influente guru indiano credeva che “la... Continua a leggere

PERCHÉ IN OCCIDENTE C’È ANCORA MENO CORRUZIONE CHE NEL RESTO DEL MONDO

Di Giampiero Giancipoli , il - 4 commenti

(tratto da Celebrazioni della Riforma con Vishal Mangalwadi ) La corruzione costa al mondo circa mille miliardi di dollari all’anno e trasferisce ricchezza dai deboli ai potenti. Un popolo corrotto non può riporre fiducia nella propria società. Anche se, globalmente, la corruzione costituisce la norma, sono rimasto piuttosto sorpreso di scoprire come alcune culture ne abbiano invece trovato una cura. La mia prima esperienza con una cultura di reciproca fiducia avvenne in Olanda, quando... Continua a leggere

COME I MONACI HANNO CREATO LA TECNOLOGIA

Di Giampiero Giancipoli , il - 5 commenti

(tratto da Celebrazioni della Riforma con Vishal Mangalwadi ) “Perché le donne inglesi non portano acqua nei vasi sopra la testa, così come fanno molte Indiane e Africane?” Chiesi una volta in una classe a Londra. “Ma perché sono … pigre!”, rispose uno dei miei studenti Africani. Ma la risposta è in effetti molto più complicata. Feci quella domanda perché in Uganda avevo visto centinaia di donne e bambini portare acqua sulle proprie teste proprio nei pressi di una centrale... Continua a leggere

L’ISTRUZIONE UNIVERSALE: L’APERTURA DELLA MENTE OCCIDENTALE

Di Giampiero Giancipoli , il - 4 commenti

    (tratto da Celebrazioni della Riforma con Vishal Mangalwadi – 6) Sapevate voi che dovete la vostra capacità di leggere e scrivere a un movimento europeo del XVI secolo chiamato Riforma Protestante? Cinquecento anni fa in Europa, il figlio di un pescatore, di un pastore o di un falegname non aveva alcun accesso all’istruzione. Questa era impartita in latino, e principalmente per coloro che desideravano servire la chiesa. La Riforma Protestante portò... Continua a leggere

QUANDO LA DEMOCRAZIA HA DAVVERO FUNZIONATO

Di Giampiero Giancipoli , il - 8 commenti

    (tratto da Celebrazioni della Riforma con Vishal Mangalwadi – 5) Nel 1999 degli amici mi portarono a vedere il monumento Ugonotto nel villaggio di Franschooek in Sud Africa. Gli Ugonotti erano Protestanti Francesi che fuggirono dalla Francia a causa della persecuzione. Il loro monumento spiega la moderna libertà politica più significativamente della Statua della Libertà a New York. La donna Ugonotta non indossa una corona, perché non è né una regina né una dea, ma... Continua a leggere

LA DIGNITÀ UMANA, IL GRANDE SEGRETO DELL’OCCIDENTE.

Di Giampiero Giancipoli , il - 18 commenti

(tratto da Celebrazioni della Riforma con Vishal Mangalwadi – 4) Un migliaio di anni fa, la civiltà Islamica aveva superato l’Europa in praticamente ogni aspetto. I dominatori Islamici erano più ricchi, i loro eserciti più potenti, e l’erudizione era di molto più avanzata. Ma in seguito successe qualcosa che cambiò tutto questo. Oggi, il mondo ispanico traduce in un anno più libri di quanti gli arabi ne abbiano tradotto negli ultimi mille anni. Che cosa ha provocato... Continua a leggere

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi